La NASA guarda oltre il prossimo atterraggio sulla Luna

Mentre la NASA si prepara a riportare gli esseri umani sulla superficie lunare con il programma Artemis, l'agenzia ha annunciato l'intenzione di creare ulteriori opportunità per le società commerciali di sviluppare un lander lunare per astronauti

0
474
Indice

Mentre la NASA si prepara a riportare gli esseri umani sulla superficie lunare con il programma Artemis, l’agenzia ha annunciato l’intenzione di creare ulteriori opportunità per le società commerciali di sviluppare un lander lunare per astronauti. Con questo nuovo approccio, la NASA chiede alle compagnie americane di proporre concetti di lander in grado di traghettare astronauti tra l’orbita lunare e la superficie lunare per le missioni successive ad Artemis III, che farà riporterà i primi astronauti sulla Luna dopo oltre 50 anni.

Costruiti e gestiti secondo i requisiti a lungo termine della NASA per la Luna, i nuovi lander dovranno avere la capacità di attraccare alla stazione spaziale in orbita lunare nota come Gateway e trasportare l’equipaggio e tecnologia in superficie.

Astronauta Artemis che guarda fuori dal portello del lander lunare

Un’illustrazione di un astronauta che guarda da un portello di un lander lunare, il veicolo terrestre lunare e altri elementi di superficie. Credito: NASA

Sotto Artemis, la NASA effettuerà una serie di missioni rivoluzionarie sopra e intorno alla Luna per prepararsi al prossimo gigantesco balzo per l’umanità: una missione con equipaggio su Marte“, ha affermato l’amministratore della NASA Bill Nelson. “La concorrenza è fondamentale per il nostro successo sulla superficie lunare e oltre, assicurandoci la capacità di svolgere una cadenza di missioni nel prossimo decennio. Dobbiamo ringraziare l’amministrazione Biden e il Congresso per il loro supporto a questa nuova opportunità di atterraggio per astronauti, che alla fine rafforzerà e aumenterà la flessibilità per Artemis.



I piani della NASA prevedono l’esplorazione lunare a lungo termine e includono l’atterraggio della prima donna e della prima persona di colore sulla Luna come parte delle future missioni Artemis. L’agenzia sta perseguendo due percorsi paralleli per continuare lo sviluppo e la dimostrazione dei lander lunari, uno che richiede lavoro aggiuntivo nell’ambito di un contratto esistente con SpaceX e un altro aperto a tutte le altre società statunitensi per fornire una nuova missione dimostrativa di atterraggio dall’orbita lunare alla superficie della Luna.

Piattaforma lunare Gateway in orbita attorno alla luna

Questa illustrazione mostra la piattaforma lunare Gateway in orbita attorno alla Luna. Credito: NASA

Nell’aprile 2021, la NASA ha selezionato SpaceX come partner per far atterrare i prossimi astronauti americani sulla superficie lunare. Quella missione dimostrativa è prevista non prima di aprile 2025. Esercitando un’opzione nell’ambito del premio originale, la NASA ora chiede a SpaceX di trasformare il sistema di atterraggio umano proposto dall’azienda in un veicolo spaziale che soddisfi i requisiti dell’agenzia per i servizi ricorrenti per una seconda missione dimostrativa. Perseguire più lavoro di sviluppo nell’ambito del contratto originale massimizza gli investimenti e la partnership della NASA con SpaceX.

Per portare un secondo concorrente sul mercato per lo sviluppo di un lander lunare in parallelo con SpaceX, la NASA emetterà una bozza di sollecitazione nelle prossime settimane. Questa imminente attività definirà i requisiti per uno sviluppo futuro e una dimostrazione della capacità di atterraggio lunare per portare gli astronauti tra l’orbita e la superficie della Luna. Questo sforzo ha lo scopo di massimizzare il supporto della NASA alla competizione e fornisce ridondanza nei servizi per aiutare a garantire la capacità della NASA di trasportare gli astronauti sulla superficie lunare.

SpaceX Starship Human Lunar Lander

Illustrazione del design del lander umano di SpaceX Starship che trasporterà i primi astronauti della NASA sulla superficie della Luna nell’ambito del programma Artemis. Credito: SpaceX

Questo imminente secondo contratto, noto come contratto di sviluppo lunare di sostegno, combinato con la seconda opzione nell’ambito del premio di atterraggio originale di SpaceX, aprirà la strada a futuri servizi di trasporto lunare ricorrenti per gli astronauti sulla Luna.

Questa strategia accelera i progressi verso una capacità di atterraggio a lungo termine e di sostegno già nel periodo 2026 o 2027“, ha affermato Lisa Watson-Morgan, responsabile del programma Human Landing System presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama. “Ci aspettiamo che due società trasportino in sicurezza gli astronauti nei loro lander sulla superficie della Luna sotto la guida della NASA prima di chiedere servizi, il che potrebbe portare a più fornitori esperti sul mercato“.

Dopo la pubblicazione della nuova bozza di sollecitazione, la NASA ospiterà una giornata industriale virtuale. Una volta che i commenti e le domande della bozza del processo di sollecitazione saranno stati esaminati, l’agenzia prevede di presentare la richiesta formale di proposte quest’estate.

I lander lunari sono una parte vitale dei piani di esplorazione dello spazio profondo della NASA, insieme al razzo Space Launch System, alla navicella spaziale Orion, ai sistemi di terra e al Gateway.

2