Allenarsi migliora l’umore anche nelle persone depresse

Non c'è alcun dubbio sul fatto che allenarsi può essere un serio stimolo dell'umore per le persone con disturbo depressivo maggiore

190

Non c’è alcun dubbio sul fatto che allenarsi può essere un serio stimolo dell’umore per le persone con disturbo depressivo maggiore. Anche un’ora di attività fisica a settimana può essere sufficiente per ridurre il rischio di episodi futuri. Sorprendentemente, poco si sa sugli effetti più immediati dell’esercizio su caratteristiche specifiche dell’umore e della mente tra le persone con depressione, sia durante una sessione di esercizio che subito dopo.

Molte ricerche precedenti sugli effetti dell’esercizio sulla salute mentale, in generale, hanno utilizzato misure molto ampie del benessere“, afferma il kinesiologo Jacob Meyer della Iowa State University. “Ciò che ci interessava, in particolare, è: in che modo l’esercizio fisico intenso, ovvero una sessione di esercizio al giorno, influenza i sintomi primari della depressione“.

Le forme croniche di depressione consistono in una varietà di cambiamenti mentali che la rendono più di una semplice sensazione di tristezza. Per molti, la depressione significa assoluta perdita di godimento e piacere, un sintomo chiamato anedonia.

Poi c’è la relazione del disturbo con le funzioni cognitive compromesse, inclusa la perdita di memoria e la velocità di elaborazione, funzioni che, a loro volta, traggono beneficio dall’esercizio fisico.

Per capirne di più su come un allenamento influenza i cambiamenti sia dell’umore che delle capacità mentali, Meyer e colleghi hanno analizzato vari punteggi dei test di 30 volontari prima, durante e dopo una sessione di ciclismo di mezz’ora moderatamente intensa e prima, durante e dopo una sessione di riposo. I test includevano un questionario per valutare l’umore e i sentimenti attuali, una scala per misurare l’anedonia e diverse valutazioni cognitive, incluso qualcosa chiamato test del colore e delle parole di Stroop.

Nel loro insieme, le valutazioni avevano lo scopo di formare un profilo più chiaro di come lo stato mentale di una persona si evolve durante una sessione di esercizi mentre affronta la depressione. A metà ciclo, i partecipanti generalmente sperimentavano un miglioramento del loro umore, che è persistito per almeno 75 minuti dopo la fine dell’allenamento.

Anche i sentimenti di anedonia erano migliorati, anche se stavano tornavano a insinuarsi 75 minuti dopo l’allenamento. Tuttavia, rispetto a coloro che avevano svolto una sessione di riposo, era comunque un risultato positivo.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Forse più sorprendenti erano le variazioni nelle capacità cognitive. In contrasto con i risultati precedenti su individui sani, che prevedevano tempi di reazione complessivamente migliorati, i risultati in questo campione sono risultati contrastanti.

Advertisement

Durante l’esercizio, i risultati del test Stroop dei partecipanti erano leggermente più veloci. Eppure questo è sceso 25 e 50 minuti dopo la fine dell’allenamento, peggiorando perfino, rispetto a chi si era riposato.

Non è chiaro il motivo per cui questo accade, o se è collegato ad altri sintomi di disturbo depressivo maggiore.

Il fatto che ci sia un miglioramento immediato dell’umore e del divertimento generale dopo l’attività fisica fa pensare che le persone con depressione dovrebbero essere incoraggiate a fare più esercizio.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Detto questo, potrebbe anche non essere così semplice. La depressione indebolisce la motivazione, il che significa che l’idea uscire di casa per allenarsi potrebbe non essere sufficiente per motivare un cambiamento di abitudini. Tuttavia, per coloro che riescono a compiere il passo critico, sapere che c’è una finestra di almeno un’ora in cui la nuvola oscura si solleva potrebbe aiutare a pianificare un po’ meglio la giornata.

La cosa interessante è che questi benefici per lo stato d’animo depresso e l’anedonia possono durare oltre 75 minuti“, afferma Meyer. “Avremmo bisogno di fare uno studio più lungo per determinare quando iniziano a calare, ma i risultati suggeriscono una finestra di tempo dopo l’esercizio in cui potrebbe essere più facile o più efficace per una persona depressa fare qualcosa di psicologicamente o cognitivamente impegnativo“.

Questa ricerca è stata pubblicata in Psicologia dello Sport e dell’Esercizio.

Advertisement

Advertisement