Trovata spada crociata di 900 anni nel Mediterraneo

I pesci che nuotano al largo della costa del Carmelo, nell'Israele occidentale, potrebbero essersi allarmati sabato scorso nel vedere un subacqueo che scalciava nell'acqua con una grande spada incrostata di cirripedi in mano

0
862

I pesci che nuotano al largo della costa del Carmelo, nell’Israele occidentale, potrebbero essersi allarmati sabato scorso nel vedere un subacqueo che scalciava nell’acqua con una grande spada incrostata di cirripedi in mano.

Il sub – un hobbista di nome Shlomi Katzin – aveva appena scoperto un tesoro di manufatti di 900 anni sul fondale del Mar Mediterraneo, apparentemente risalenti al sanguinoso periodo dei crociati della regione, ha detto l’Autorità per le antichità israeliane (IAA) in una dichiarazione.

La spada sarà esposta al pubblico

Si ritiene che la spada, che era “incrostata di organismi marini”, fosse fatta di ferro e misurasse circa 1 metro di lunghezza, con un’elsa che misurava 30 centimetri in più, secondo l’IAA.

La spada, come l'ha trovata il subacqueo Katzin.
La spada, come l’ha trovata il subacqueo Katzin.

“La spada, che è stata conservata in perfette condizioni, è un reperto bello e raro ed evidentemente apparteneva a un cavaliere crociato”, ha dichiarato Nir Distelfeld, ispettore dell’Unità per la prevenzione delle rapine dell’Autorità per le antichità israeliane.

“È emozionante incontrare un oggetto così personale, che ti riporta indietro nel tempo di 900 anni in un’era diversa, con cavalieri, armature e spade”.



La lama incrostata di cirripedi.
La lama incrostata di cirripedi.

Vicino al luogo in cui è stata scoperta la spada, Katzin si è anche imbattuto in un assortimento di ancore di pietra e metallo, oltre a frammenti di ceramica.

Precedenti ritrovamenti archeologici nella zona suggeriscono che la baia fosse utilizzata come ancoraggio naturale per le navi in ​​cerca di riparo ed è stata utilizzata dalla tarda età del bronzo, almeno 4.000 anni fa, secondo l’IAA.

Mentre molti manufatti fiancheggiano il fondo del mare, il costante movimento di acqua e sabbia in tutto il Mediterraneo significa che scoperte come queste alla fine si riducono alla fortuna.

“Anche la più piccola tempesta sposta la sabbia e rivela aree sul fondo del mare, seppellendone altre”, ha affermato Kobi Sharvit, direttore dell’unità di archeologia marina dell’IAA.

“È quindi di vitale importanza segnalare tali reperti e cerchiamo sempre di documentarli in situ, al fine di recuperare quanti più dati archeologici possibile”.

Nir Distelfeld con la spada crociata
Nir Distelfeld con la spada crociata

Katzin ha ricevuto un certificato per aver portato il ritrovamento all’attenzione dell’IAA (e per non aver aggiunto la lama medievale al suo scaffale personale dei trofei). La spada sarà esposta al pubblico a seguito di uno studio approfondito, ha affermato l’IAA.

Le crociate durarono circa dal 1095 al 1291. Durante questo periodo, molti cavalieri europei si recarono in Terra Santa in una missione autorizzata dalla chiesa per reclamare l’area dai governanti musulmani. Reperti archeologici macabri del periodo vengono regolarmente scoperti in tutto il Medio Oriente.

 

2