2.3 C
Rome
venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeFisica/Astronomia/astrofisicaLa strabiliante immagine di Giove ripresa dal James Webb

La strabiliante immagine di Giove ripresa dal James Webb

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Il nuovo occhio degli astronomi nel cielo, il James Webb Space Telescope, ha già catturato immagini delle galassie più lontane mai viste. Ora, il potente osservatorio a infrarossi sta fornendo viste strabilianti del nostro quartiere cosmico nelle istantanee rilasciate dalla NASA lunedì scorso.

Le immagini di Giove, catturate il 27 luglio, mostrano l’atmosfera turbolenta del pianeta, con la Grande Macchia Rossa del gigante gassoso – un’enorme tempesta che vortica da secoli – insieme ad altri sistemi di tempeste.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il telescopio ha anche individuato i sottili anelli di Giove fatti di particelle di polvere di detriti, aurore visibili ai poli nord e sud di Giove e due delle lune del pianeta, Amaltea e Adrastea. I punti sfocati sullo sfondo sono le galassie, secondo la NASA.

Non ci aspettavamo davvero immagini con questo livello di dettaglio, ad essere onesti“, ha detto in una dichiarazione Imke de Pater, planetologo dell’Università della California, che ha guidato le osservazioni scientifiche del pianeta. “È davvero straordinario che possiamo vedere questi dettagli di Giove insieme ai suoi anelli, ai minuscoli satelliti e persino le galassie in un’unica immagine“.

Un telescopio spaziale James Webb di Giove con etichette per lune e aurore.
Il James Webb Space Telescope ha catturato una vista ad ampio campo dove può vedere i deboli anelli di Giove e due minuscole lune, Amaltea e Adrastea. ( NASA, ESA, Jupiter ERS Team; elaborazione immagini di Ricardo Hueso (UPV/EHU) e Judy Schmidt )

Spesso descritto come il successore del telescopio spaziale Hubble, il Webb è stato lanciato il 25 dicembre 2021, dopo oltre due decenni di sviluppo. Da quel momento, il telescopio da 10 miliardi di dollari ha viaggiato a più di 1 milione di chilometri dalla Terra e ora si trova in un’orbita gravitazionalmente stabile, raccogliendo la luce infrarossa che arriva dall’universo.

Raccogliendo la luce infrarossa, invisibile all’occhio umano, il Webb è in grado di guardare oltre la polvere cosmica e vedere lontano nel passato, fino ai primi 400 milioni di anni dopo il Big Bang.

Webb ha catturato le nuove immagini di Giove utilizzando il filtro NIRCam (Near Infrared Camera).

Le immagini sono state colorate artificialmente per far risaltare caratteristiche specifiche, come le meravigliose aurore del pianeta.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---
Un primo piano di Giove e delle sue aurore ripreso dal telescopio spaziale James Webb.
Webb NIRCam immagine composita di Giove da tre filtri e allineamento dovuto alla rotazione del pianeta. ( NASA, ESA, CSA, Jupiter ERS Team; elaborazione immagini di Judy Schmidt )

Queste immagini JWST di Giove appena rilasciate mi stanno facendo impazzire“, ha detto su Twitter James O’Donoghue, un planetologo dell’Agenzia di esplorazione aerospaziale giapponese. “Incredibili dettagli dell’atmosfera turbolenta, aurore ai poli, anelli che circondano il pianeta, piccole lune e persino alcune galassie sullo sfondo!

Le aurore sono manifestazioni luminose colorate che non sono esclusive della Terra. Giove ha le aurore più luminose del sistema solare, secondo la NASA. Sia sulla Terra che su Giove, le aurore si verificano quando particelle cariche, come protoni o elettroni, interagiscono con il campo magnetico, noto come magnetosfera, che circonda un pianeta. Il campo magnetico di Giove è circa 20.000 volte più forte di quello terrestre.

Questa immagine riassume la scienza del nostro programma del sistema di Giove, che studia la dinamica e la chimica di Giove stesso, dei suoi anelli e del suo sistema satellitare“, ha detto Thierry Fouchet, professore di astronomia all’Osservatorio di Parigi che ha guidato le osservazioni, in una dichiarazione.

I dati grezzi raccolti durante il periodo di messa in servizio del telescopio, prima che le sue operazioni scientifiche iniziassero ufficialmente il 12 luglio, includevano anche un’immagine di Giove.

Combinate con le immagini del campo profondo rilasciate l’altro giorno, queste immagini di Giove dimostrano la piena comprensione di ciò che Webb può osservare, dalle galassie osservabili più deboli e lontane ai pianeti nel nostro cortile cosmico“, ha detto Bryan Holler, uno scienziato dello Space Telescope Science Institute di Baltimora, che ha contribuito a pianificare le osservazioni.

Articoli più letti