Il giorno in cui morirono più esseri umani

Il terremoto durò solo pochi secondi, ma si stima che abbia ucciso attraverso frane, doline, incendi, migrazioni e carestie un totale stimato di 830.000 persone

0
1180
Il giorno in cui morirono più esseri umani
Il giorno in cui morirono più esseri umani

[tta_listen_btn]
Ci sono molti modi in cui noi umani ci siamo combattuti devastando i reciproci territori e uccidendo un gran numero di persone: armi nucleari, inquinamento, diffusione di agenti patogeni mortali, sono solo alcuni dei sistemi che abbiamo ideato per ucciderci a vicenda.

Eppure, sebbene sia difficile dirlo con certezza, sembra che nella storia umana il singolo giorno in cui morirono più persone sia stato il risultato di un disastro naturale. La mattina del 23 gennaio 1556, un violento terremoto scosse la provincia cinese dello Shaanxi, all’epoca considerata la “culla della civiltà cinese“.

Il terremoto durò solo pochi secondi, ma si stima che abbia ucciso attraverso frane, doline, incendi, migrazioni e carestie un totale stimato di 830.000 persone.

Naturalmente, questo numero non è così alto come il bilancio totale delle vittime di eventi importanti come la prima e la seconda guerra mondiale, o anche pandemie, carestie o inondazioni ma, se si considera un singolo giorno di devastazione, il terremoto dello Shaanxi, noto anche come il terremoto di Jiajing perché colpì sotto il regno dell’imperatore Jiajing della dinastia Ming, è ampiamente considerato il più fatale che conosciamo. È anche elencato come il più mortale terremoto registrato nella storia.

Correlato: L’anno peggiore della storia umana

Si pensa che l’evento abbia avuto una magnitudo da 8,0 a 8,3. Molti terremoti più potenti si sono verificati sia prima che dopo ma, a causa della geologia e del sistema di urbanizzazione dell’area all’epoca, causò una distruzione sproporzionatamente massiccia alle città circostanti di Huaxian, Weinan e Huayin.



Gli Annali locali, che secondo History.com risalgono al 1177 a.C., descrivono la distruzione causata dal terremoto con rari dettagli.

Una citazione tradotta dagli Annali afferma che montagne e fiumi cambiarono posto.

In alcuni punti, il terreno si è alzato improvvisamente e ha formato nuove colline, oppure è sceso bruscamente e si è trasformato in nuove valli. In altre zone, un ruscello è scoppiato in un istante, o il terreno si è rotto e sono comparsi nuovi canaloni. Capanne, case ufficiali, i templi e le mura della città sono crollati all’improvviso“.

Si registra che nel terreno si aprirono fessure profonde più di 18 metri. A Huaxian, secondo quanto riferito, crollò ogni singolo edificio e vicino all’epicentro, circa il 60% della popolazione rimase ucciso.

Nonostante la magnitudo relativamente bassa, il sisma è elencato come XI (Estremo) sulla scala di intensità Mercalli modificata, che misura l’intensità o lo scuotimento di un terremoto.

Cosa rese quel terremoto così mortale?

L’epicentro del sisma fu nella valle del fiume Wei, che è geologicamente unica perché attraversa l’altopiano del Loess nella Cina centro-settentrionale. Seduto sotto il deserto del Gobi, l’altopiano è formato da loess: un sedimento simile al limo formato dall’accumulo di polvere erosa dal deserto portata dal vento.

Mappa della Cina che mostra l'altopiano del Loess
Mappa della Cina che mostra la posizione dell’altopiano del Loess. ( Feng-Min e Rui-Ying, Agricoltura mondiale , 2014 )

L’altopiano è attualmente noto per le sue frane regolari e mortali. Ma a quel tempo, molte case venivano costruite direttamente nelle morbide scogliere di loess, creando grotte artificiali conosciute come yaodong.

Quando il terremoto colpì, nelle prime ore del mattino, molti di quegli yaodong crollarono, seppellendo le persone all’interno e provocando frane che si sono diffuse sull’altopiano.

Colline sabbiose dell'altopiano del Loess
Till Niermann/Wikimedia Commons, CCJV 3.0 )

Non crollarono solo gli yaodong, ma molti degli edifici nelle città all’epoca erano fatti di pietra pesante, che causò molta distruzione quando crollarono.

Cosa ha causato il terremoto?

Ci sono tre principali linee di faglia che attraversano l’area: la faglia North Huashan, la faglia Piemonte e la faglia Weihe.

Un’analisi geologica del 1998 del terremoto del 1556 ha concluso che la faglia di North Huashan ha svolto un ruolo importante nell’evento, “perché la sua portata e gli spostamenti sono i più grandi nell’area di studio“.

Dobbiamo considerare il potenziale di faglie attive e prepararci per un altro possibile grande terremoto nella regione, dal momento che le faglie sono ancora attive“, hanno concluso i ricercatori dell’Università di Pechino.

Secondo History.com, il terremoto dello Shaanxi ispirò una ricerca sulle cause dei terremoti e sui modi per ridurre al minimo i danni futuri causati da tali disastri: gli edifici in pietra vennero sostituiti con altri costruiti con materiali più morbidi e più resistenti ai terremoti, come bambù e legno.

2