I miti sul volo United 93 dell’11 Settembre

Settembre 2021 : La Torre delle Voci in Pennsylvania è alta 93 piedi in onore del volo United 93, l'aereo che si è schiantato l'11 settembre 2001 quando i passeggeri hanno sventato il tentativo dei dirottatori di far schiantare l'aereo contro un edificio. La torre dispone di 40 campanelli eolici per i 40 eroi che morirono quel giorno

0
2936

Settembre 2021 : La Torre delle Voci in Pennsylvania è alta 93 piedi in onore del volo United 93, l’aereo che si è schiantato l’11 settembre 2001 quando i passeggeri hanno sventato il tentativo dei dirottatori di far schiantare l’aereo contro un edificio. La torre dispone di 40 campanelli eolici per i 40 eroi che morirono quel giorno.

11 Settembre 2021: 20 anni dopo

Nei due decenni successivi agli attacchi dell’11 settembre, il tipo di teorie cospirative che hanno ruotato attorno agli attacchi del World Trade Center a Manhattan hanno toccato anche lo schianto del volo united 93.

Le registrazioni della cabina di pilotaggio indicano che i passeggeri del volo United Airlines 93 si sono uniti per attaccare i loro dirottatori, costringendo a far cadere l’aereo vicino a Shanksville, una cittadina nel sud-ovest della Pennsylvania. Ma i teorici della cospirazione affermano che il volo united 93 è stato distrutto da un missile a ricerca di calore proveniente da un F-16 o da un misterioso aereo bianco.

Alcuni teorici aggiungono elaborazioni inverosimili: nessun terrorista era a bordo, o i passeggeri sono stati drogati. La più selvaggia è la teoria dei “bomboni aerei”, secondo cui i passeggeri dei voli 11, 175 e 77 sono stati caricati sul volo united 93 in modo che il governo degli Stati Uniti potesse ucciderli.

Il jet bianco

Almeno sei testimoni oculari affermano di aver visto un piccolo jet bianco volare basso sopra l’area dell’incidente quasi subito dopo l’incidente del volo united 93. BlogD.com teorizza che l’aereo sia stato abbattuto “da un missile sparato da un jet dell’Air Force, o tramite un assalto elettronico effettuato da un aereo della dogana statunitense che si dice sia stato visto vicino al sito pochi minuti dopo lo schianto del volo united 93.



Anche WorldNetDaily.com interviene: “I testimoni di questo jet a bassa quota hanno raccontato la loro storia ai giornalisti. Poco dopo, l’FBI ha iniziato ad attaccare i testimoni con forse la disinformazione più insensata di sempre, sostenendo che i testimoni avessero effettivamente osservato un jet privato a 34.000 piedi. L’FBI afferma che al jet è stato chiesto di scendere a 5000 piedi e cercare di trovare il luogo dell’incidente. Ciò richiederebbe circa 20 minuti per scendere”.

I fatti

C’era un jet del genere nelle vicinanze: un business jet Dassault Falcon 20 di proprietà della VF Corp. di Greensboro, nella Carolina del Nord, un’azienda di abbigliamento che commercializza jeans Wrangler e altri marchi. L’aereo della VF stava volando all’aeroporto di Johnstown-Cambria, 20 miglia a nord di Shanksville. Secondo David Newell, direttore dell’aviazione e dei viaggi di VF, il Cleveland Center della FAA ha contattato il copilota Yates Gladwell quando il Falcon si trovava a un’altitudine “tra i 3000 ei 4.000 piedi”. Non 34.000 piedi.

“Erano già in discesa verso Johnstown”, aggiunge Newell“La FAA ha chiesto loro di indagare e lo hanno fatto. Sono scesi a meno di 1500 piedi dal suolo quando hanno girato in cerchio. Hanno visto un buco nel terreno da cui usciva del fumo. Hanno individuato la posizione e poi hanno proseguito”. Raggiunto da Popular Mechanics, Gladwell ha confermato questo resoconto, ma, preoccupato per le continue molestie da parte dei teorici della cospirazione, ha chiesto di non essere citato direttamente.

Motore itinerante dello United 93

Uno dei motori del volo united 93 è stato trovato “a una distanza considerevole dal luogo dell’incidente”, secondo Lyle Szupinka, un ufficiale della polizia di stato sulla scena che è stato citato nel Pittsburgh Tribune-ReviewNon offrendo prove, un post su Rense.com affermava: “Il corpo principale del motore è stato trovato a miglia di distanza dal sito principale del relitto con danni paragonabili a quelli che un missile a ricerca di calore farebbe a un aereo di linea”.

Gli esperti sulla scena

Gli esperti sulla scena hanno detto che una ventola di uno dei motori è stata recuperata in un bacino idrografico a valle del luogo dell’incidente. Jeff Reinbold, il rappresentante del National Park Service responsabile del Flight 93 National Memorial, conferma la direzione e la distanza dal luogo dell’incidente al bacino: poco più di 300 metri a sud, il che significa che il ventilatore è atterrato nella direzione in cui stava viaggiando il jet.

“Non è insolito che un motore si muova o ruoti sul terreno”, afferma Michael K. Hynes, un esperto di incidenti aerei che ha studiato lo schianto del volo TWA 800 da New York City nel 1996. “Quando si hanno velocità molto elevate, 500 miglia all’ora o più”, dice Hynes, “stai parlando di 700-800 piedi al secondo. Perché qualcosa colpisca il suolo con quel tipo di energia, ci vorrebbero solo pochi secondi per rimbalzare e viaggiare per 300 iarde”. 

I residenti e i lavoratori di aziende fuori Shanksville, nella contea di Somerset, hanno riferito di aver scoperto vestiti, libri, carte e quelli che sembravano resti umani, afferma un articolo del Pittsburgh Post-Gazette datato 13 settembre 2001. Altri hanno riferito di ciò che sembrava essere detriti dell’incidente che galleggiano nell’Indian Lake, a quasi sei miglia dalla scena dell’incidente immediato.

Commentando i rapporti secondo cui i residenti di Indian Lake hanno raccolto detriti, ThinkAndAsk.com ipotizza: “Il 10 settembre 2001, un forte fronte freddo ha attraversato l’area e dietro di esso i venti hanno soffiato da nord. Dal momento che il volo unitd 93 si è schiantato a ovest-sudovest di Indian Lake, era impossibile per i detriti volare perpendicolarmente alla direzione del vento. L’FBI ha mentito. E il significato dei detriti diffusi? I teorici affermano che l’aereo si stava sfasciando prima di schiantarsi. TheForbiddenKnowledge.com afferma senza mezzi termini: Senza dubbio, il volo 93 united è stato abbattuto“.
 

Wallace Miller, medico legale della contea di Somerset, afferma che nessuna parte del corpo è stata trovata a Indian Lake. I resti umani sono stati confinati in un’area di 70 acri che circonda direttamente il luogo dell’incidente. Carta e minuscoli frammenti di lamiera, invece, sono finiti nel lago.

“Detriti molto leggeri voleranno in aria”, afferma l’ex investigatore del National Transportation Safety Board Matthew McCormick. Indian Lake si trova a meno di 1,5 miglia a sud-est del cratere da impatto, non sei miglia, facilmente entro il raggio di detriti lanciati verso il cielo dal calore dell’esplosione dall’incidente. E quel giorno il vento era da nord-ovest, tra le nove e le 12 miglia orarie, il che significa che soffiava da nord-ovest, verso l’Indian Lake.

Nel febbraio 2004, il colonnello dell’esercito in pensione Donn de Grand-Pre ha detto su “The Alex Jones Show“, un talk show radiofonico trasmesso su 42 stazioni: “Il volo 93 è stato eliminato dalla North Dakota Air Guard. Conosco il pilota che ha sparato quei due missili per abbattere united 93.” LetsRoll911.org, citando de Grand-Pre, identifica il pilota: “Il maggiore Rick Gibney ha sparato due missili Sidewinder contro l’aereo e lo ha distrutto a metà del volo esattamente alle 09:58″.

Le contraddizioni

Affermando che era riluttante ad alimentare il dibattito rispondendo ad accuse infondate, Gibney (un tenente colonnello, non un maggiore) ha rifiutato di commentare.

Secondo il portavoce della Air National Guard, Master Sgt. David Somdahl, Gibney ha pilotato un F-16 quella mattina, ma non vicino a Shanksville. È decollato da Fargo, nel Nord Dakota, ed è volato a Bozeman, nel Montana, per prendere Ed Jacoby Jr., il direttore dell’Ufficio di gestione delle emergenze dello Stato di New York. Gibney ha poi portato Jacoby dal Montana ad Albany, New York, in modo che Jacoby potesse coordinare 17.000 soccorritori impegnati nella risposta dello stato all’11 settembre.

Jacoby conferma gli eventi della giornata. “Ero a Big Sky per una riunione dei responsabili delle emergenze. Qualcuno ha chiamato per dire che un F-16 stava atterrando a Bozeman. Da lì siamo volati ad Albany”.

Jacoby è indignato per l’affermazione secondo cui Gibney ha abbattuto il volo united 93. “Lo respingo sommariamente perché il tenente colonnello Gibney era con me in quel momento. Mi disgusta vedere questo perché il pubblico viene fuorviato. Più di ogni altra cosa, mi disgusta perché far emergere paure, fa emergere speranze, fa emergere ogni sorta di sentimento, non solo alle famiglie delle vittime, ma a tutti gli individui in tutto il paese, e nel mondo. Mi arrabbio per la disinformazione lì fuori.”

2