14 C
Rome
mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeAttualitàL'astronauta della NASA Mark Vande Hei rientrerà sulla Terra a bordo della...

L’astronauta della NASA Mark Vande Hei rientrerà sulla Terra a bordo della navicella spaziale russa il 30 marzo

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Mentre le forze russe invadono l’Ucraina e l’Occidente risponde con sanzioni senza precedenti, la NASA annuncia che l’astronauta americano Mark Vande Hei si prepara a tornare sulla Terra dalla Stazione Spaziale Internazionale su una soyuz russa alla fine di questo mese.

Mark Vande Hei, un colonnello dell’esercito in pensione, è destinato a battere il record per la permanenza continua più lunga nello spazio di un astronauta statunitense prima di lasciare la ISS il 30 marzo. Dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina, c’erano dei timori che i cosmonauti russi avrebbero abbandonato Vande Hei e sarebbero tornati sulla Terra in un paio di settimane. Dmitry Rogozin, il capo dell’agenzia spaziale russa Roscosmos e alleato di lunga data di Putin, ha pubblicato un video della rimozione della bandiera degli Stati Uniti da un razzo Soyuz dibattendo pubblicamente con l’astronauta statunitense in pensione Scott Kelly.

In un tweet che da allora è stato cancellato, Rogozin avrebbe detto a Kelly “la morte della ISS sarà sulla tua coscienza”

Il media statale russo RIA Novosti ha anche condiviso filmati dalla ISS che sembrano mostrare i cosmonauti che salutano Vande Hei e partono senza di lui prima che il segmento russo si stacchi dal resto della stazione spaziale. “Mi ha fatto infuriare il fatto che il paese con cui abbiamo stabilito questa partnership internazionale per 20 anni si sarebbe preso il tempo di girare un video per minacciare di lasciarsi alle spalle uno dei membri dell’equipaggio di cui sono responsabili”, ha detto Kelly al Wall Street Journal questa settimana. “Hanno deciso di essere responsabili della sua sicurezza, portandolo alla stazione spaziale e riportandolo a casa. Per me, quel tipo ha appena superato il limite”.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Nonostante le preoccupazioni, la NASA ha affermato che stanno continuando a lavorare con le loro controparti russe e Vande Hei sarà sul razzo Soyuz alla fine di questo mese

“Abbiamo il 30 marzo il ritorno di una Soyuz, il ritorno di Anton, Pyotr e Mark. E posso dire con certezza che Mark tornerà a casa con la loro Soyuz. Siamo in comunicazione con i nostri colleghi russi. Non c’è confusione su questo”, ha detto lunedì Joel Mantalbano, il responsabile del programma per la ISS, in una conferenza stampa della NASA. “I nostri colleghi di Roscosmos hanno confermato di essere pronti a riportare a casa l’intero equipaggio. Tutti e tre. Roscosmos non ha mai permesso a nessuno di dubitare della sua affidabilità come partner”. Roscosmos ha affermato attraverso i media statali russi che il rientro del 30 marzo si svolgerà come previsto.

I due russi, Pyotr Dubrov e Anton Shkaplerov, atterreranno con Vande Hei in Khazakstan alla fine di questo mese

Vande Hei e Dubrov sono stati originariamente lanciati sulla ISS lo scorso aprile e rimarranno il doppio del solito per ospitare una troupe cinematografica russa. Quando Vande Hei tornerà, avrà registrato 355 giorni nello spazio, un nuovo record negli Stati Uniti. L’amministrazione Biden ha preso di mira l’industria aerea e spaziale russa nel primo round di sanzioni dopo che Putin ha invaso l’Ucraina il mese scorso.

“Stimiamo di tagliare più della metà delle importazioni di alta tecnologia della Russia e questo infliggerà un duro colpo alla loro capacità di continuare a modernizzare le loro forze armate. Degraderà la loro industria aerospaziale, compreso il loro programma spaziale”, ha affermato Biden il 24 febbraio. La NASA e le agenzie spaziali in Europa, Giappone e Canada vogliono mantenere la ISS in funzione fino al 2030, ma i russi non si sono impegnati oltre il 2024.

Potrebbe interessarti: 

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il lancio del razzo Soyuz 2.1b con i satelliti OneWeb è stato posticipato al 21 agosto

La Soyuz: ultimo viaggio, produzione, cenni storici, funzionamento e progetti futuri

Volo record di sole 3 ore della Soyuz verso la ISS – video

Articoli più letti