Funghi per la prevenzione dei tumori

Recentemente un team di ricercatori della Penn State University, ha scoperto che i funghi sono degli ottimi alleati nella prevenzione dei tumori. Dalla ricerca è emerso che i soggetti che mangiavano 18 grammi di funghi al giorno avevano un rischio di cancro inferiore del 45% rispetto a coloro che non li avevano precedentemente introdotti nell'alimentazione

0
640

Il mondo vegetale ci offre molto: frutti, ortaggi, verdure e tante altre bontà che fanno tra l’altro anche bene alla salute. Recentemente un team di ricercatori della Penn State University, ha scoperto che i funghi sono degli ottimi alleati nella prevenzione dei tumori.

Infatti introducendo nella nostra dieta alimentare un maggior quantitativo di miceti, secondo la scienza si riuscirebbe ad avere un minor rischio di sviluppare il cancro.

Lo studio sui funghi

Innanzi tutto spieghiamo bene cosa sono.

I funghi o miceti sono organismi eucarioti, ovvero formati da una o più cellule, a cui appartengono anche muffe e lieviti. Ad oggi le specie conosciute sono più di 1 milione ma aumentano di anno in anno.

La loro esistenza non è autonoma, infatti per vivere hanno bisogno di altri organismi, detti parassiti.

I funghi in generale sono tutti ricchi di vitamine, nutrienti ed antiossidanti. Per quanto riguarda poi le specie shiitake, ostrica, maitake e ostrica reale, si è visto che hanno quantità più elevate dell‘amminoacido ergotioneina rispetto a quelli bianchi, ad esempio, come la tipologia dei cremini e portobello.



I ricercatori hanno però constatato che, nonostante ci siano diverse qualità di funghi, tutti risultano avere una cosa molto fondamentale in comune: possiedono un effetto protettivo contro il “male del secolo“.

Gli scienziati della Penn State University hanno dunque condotto diversi studi su questi organismi eucarioti, basandosi principalmente sulla relazione tra i miceti e la possibilità di ammalarsi di tumore.

Hanno esaminato 17 indagini sul cancro pubblicate in un arco di tempo tra il 1966 e il 2020 ed hanno analizzato i dati di oltre 19.500 pazienti affetti da neoplasie.

Dalla ricerca è emerso che i soggetti che mangiavano 18 grammi di funghi al giorno avevano un rischio di cancro inferiore del 45% rispetto a coloro che non li avevano precedentemente introdotti nell’alimentazione.

Ecco perché i funghi fanno bene alla salute

I funghi sono fondamentali per la nostra salute perchè posseggono la più alta fonte alimentare di ergotioneina, ovvero un potente antiossidante e protettore cellulare che ci protegge dallo stress ossidativo.

I risultati dello studio evidenziano come il loro consumo in modo costante sia in grado di contrastare la possibilità di insorgenze di tumori, come ad esempio il tumore al seno.

Ecco cosa dice al riguardo John Richie, coatuore dello studio e professore di Scienze della salute pubblica e di Farmacologia: “Questi risultati forniscono prove importanti per gli effetti protettivi dei funghi contro il cancro. Sono tuttavia necessari studi futuri per individuare meglio i meccanismi coinvolti e le neoplasie specifiche che potrebbero essere influenzate“.

I benefici del consumo dei miceti

Introducendo nel nostro piano alimentare in modo regolare anche i funghi, potremmo avere tantissimi giovamenti per la nostra salute. Il primo ad avere benefici sarebbe il sistema immunitario in quanto i funghi vengono considerati degli antibiotici naturali, grazie ai polisaccaridi in essi contenuti.

Favoriscono poi il buon funzionamento sia del sistema nervoso che del metabolismo in quanto ricchi di vitamine, in particolare di B2 e la B3. Inoltre, per chi stesse alle prese con una dieta per perdere chili, questi organismi aiutano a perdere peso.

Infine, aiutano il nostro sistema cardiovascolare e gli antiossidanti in essi contenuti, contrastano l’invecchiamento precoce e l’eccesso di colesterolo.

Un motivo in più per dire sì ad un buon piatto di fettuccine con i funghi porcini o ad un cremoso risotto con i funghi champignon.

2