14.8 C
Rome
domenica, Dicembre 4, 2022
HomeRicerca della vitaEncelado potrebbe ospitare vita extraterrestre

Encelado potrebbe ospitare vita extraterrestre

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Un team di scienziati, tra cui il Dr. Christopher Glein del Southwest Research Institute, ha scoperto nuove prove su un elemento fondamentale per la vita nell’oceano sotterraneo della luna di Saturno Encelado.

Glein è un esperto di oceanografia extraterrestre di fama mondiale. Secondo un comunicato stampa, le simulazioni effettuate mostrano che l’oceano della luna dovrebbe avere un’abbondanza di fosforo disciolto, un ingrediente essenziale per la vita qui sulla Terra.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Abitabilità della luna di Saturno

“Encelado è uno degli obiettivi principali nella ricerca della vita nel nostro sistema solare da parte dell’umanità”, ha spiegato Glein.

“Negli anni trascorsi da quando la navicella spaziale Cassini della NASA ha visitato il sistema Saturno”, ha continuato, “siamo stati ripetutamente sconvolti dalle scoperte rese possibili dai dati raccolti”.

La sonda Cassini ha scoperto l’acqua liquida sotterranea di Encelado mentre orbitava attorno a Saturno. È stata in grado di analizzare campioni mentre ghiaccio e vapore acqueo eruttavano nello spazio dalle crepe nella superficie ghiacciata della luna. “Quello che abbiamo imparato è che il pennacchio contiene quasi tutti i requisiti di base della vita come la conosciamo”, ha detto Glein. “Mentre l’elemento bioessenziale fosforo deve ancora essere identificato direttamente, il nostro team ha scoperto prove della sua disponibilità nell’oceano sotto la crosta ghiacciata della luna”.

I mondi acquatici interni sono molto più comuni di mondi come la Terra, dove l’oceano costituisce gran parte della superficie del pianeta. Questo perché pianeti come la Terra devono atterrare in una zona abitabile ristretta lontano dal loro sole. D’altra parte, i mondi acquatici interni nascondono i loro oceani tra spesse lastre di ghiaccio. Ma questo non significa che la vita microbica non possa risiedere in quegli oceani.

“Tornare su Encelado”

“La ricerca dell’abitabilità extraterrestre nel sistema solare ha spostato l’attenzione, poiché ora cerchiamo gli elementi costitutivi della vita, comprese le molecole organiche, l’ammoniaca, i composti contenenti zolfo e l’energia chimica necessaria per sostenere la vita”, ha spiegato Glein. “Il fosforo presenta un caso interessante perché il lavoro precedente ha suggerito che potrebbe essere scarso nell’oceano di Encelado, il che offuscherebbe le prospettive di vita”.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il fosforo è necessario per creare DNA e RNA, potenzialmente un indicatore chiave per la vita su altri pianeti e lune. I membri del team del Southwest Research Institute hanno utilizzato le intuizioni di Cassini per eseguire modelli termodinamici e cinetici per simulare la geochimica del fosforo negli oceani di Encelado. Secondo Glein, i modelli hanno mostrato che “la geochimica sottostante ha un’elegante semplicità che rende inevitabile la presenza di fosforo disciolto, raggiungendo livelli vicini o addirittura superiori a quelli dell’acqua di mare terrestre moderna. Ciò significa per l’astrobiologia che possiamo essere più fiduciosi di prima che l’oceano di Encelado sia abitabile.”

Questi risultati, ha spiegato Glein, rendono molto chiaro il passo successivo: “Dobbiamo tornare su Encelado per vedere se un oceano abitabile è effettivamente abitato”.

Articoli più letti