Amazon supporta la legalizzazione della Marijuana

Quando il mercato di Internet del colosso Amazon fa pressioni per legalizzare un prodotto, si arriva a pensare che potrebbe ottenere alti profitti attraverso la sua vendita

0
623
Indice

Quando il mercato di Internet del colosso Amazon fa pressioni per legalizzare un prodotto, si arriva a pensare che potrebbe ottenere alti profitti attraverso la sua vendita. Tuttavia, in netto contrasto con le sue politiche ostili ai dipendenti, Amazon vuole che il governo federale legalizzi l’erba in modo che possa rendere la sua forza lavoro più diversificata ed equa, ha affermato la società in un post sul blog

Il tema dell’uso e della vendita di marijuana o cannabis negli Stati Uniti è piuttosto complicato. Sebbene sia un crimine federale consumare o possedere la sostanza, un discreto numero di stati è stato abbastanza liberale da consentire l’uso ricreativo della droga. 

Studi scientifici hanno dimostrato che l’uso della marijuana influisce negativamente sull’attenzione e sulla memoria, influenzando così i risultati dell’apprendimento. Sul posto di lavoro, i consumatori di marijuana hanno avuto il 55 percento in più di incidenti, l’85 percento in più di lesioni e il 75 percento in più di probabilità di essere assente, rispetto ai loro coetanei che non facevano uso di marijuana. Questi studi hanno spinto i datori di lavoro a intraprendere uno screening pre-assunzione per l’uso di marijuana. 

Tuttavia, la legalizzazione della cannabis in molti stati rende inutile lo screening pre-assunzione. Beth Galetti, vicepresidente senior delle risorse umane di Amazon, ha dichiarato nel post sul blog che la società ha abbandonato lo screening dal suo processo di reclutamento nel giugno di quest’anno. Ha anche detto a Bloomberg che questa mossa ha aumentato il suo pool di applicazioni, che includeva anche elenchi di driver, fino al 400% . 

Le recenti dichiarazioni sul blog affermano che le posizioni regolate dal Dipartimento dei Trasporti non sarebbero esenti da questo screening, ma ha anche continuato sostenendo che il test “ ha effetti particolarmente gravi per le persone di colore poiché agisce come una barriera al lavoro”. Noto per l’introduzione di robot su un vasta gamma di applicazioni, Amazon è ancora fortemente dipendente dalla forza lavoro umana ed è il secondo datore di lavoro negli Stati Uniti dopo Walmart



La carenza di dipendenti ha danneggiato le aziende negli Stati Uniti e in Europa, ma le pressioni di Amazon non sono solo miopi. La società ha anche espresso sostegno per il Marijuana Opportunity Reinvestment and Expungement Act del 2021 (MORE Act) che legalizza la cannabis a livello federale e apre la strada alla rimozione dei precedenti penali per gli utenti.

In passato, l’azienda ha interrotto il rapporto di lavoro per i lavoratori che facevano uso di marijuana ma ora sono disposti a riassumerli come parte della loro nuova politica rilassata. 

Amazon sta utilizzando questa politica per realizzare la sua visione di diventare il “miglior datore di lavoro” sulla Terra, afferma il post sul blog. Sì, avete letto bene. Ma per fare ciò, l’azienda deve fare molto di più per migliorare la libertà dei dipendenti all’interno dei propri spazi di lavoro, oltre a sostenere le attività ricreative all’esterno.  

2