10.4 C
Rome
giovedì, Dicembre 1, 2022
HomePreppingPiano di evacuazione e fuga: quando e come pianificare l'allontanamento da casa...

Piano di evacuazione e fuga: quando e come pianificare l’allontanamento da casa durante un’emergenza

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Hai un piano SHTF pronto per qualsiasi scenario? Sei pronto per qualunque cosa ti capiti?

Hai bisogno di un piano e di risorse per essere pronto a tutto. Nel novembre 2018, un terremoto di magnitudo 7.0 ha colpito Anchorage, in Alaska. Le strade sono franate, i serbatoi dell’acqua distrutti e molte persone sono rimaste senza riscaldamento per giorni. Fortunatamente, le cose sono tornate rapidamente sotto controllo, ma come riusciresti sopravvivere senza calore per alcuni giorni in inverno?

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Quello scenario potrebbe non essere uno scenario SHTF per te, ma potrebbe esserlo per qualcuno. Un terremoto ancora più grande potrebbe mettere fuori uso le comunicazioni e l’elettricità per settimane, costringendoti a fare affidamento su metodi di comunicazione off-grid più rischiosi. Potresti avere una solida configurazione per il trasporto quotidiano , ma sei pronto e organizzato per un’emergenza a lungo termine?

Potenziali scenari SHTF (Shit hits the fan = emergenza di grave entità)

Per prima cosa, diamo un’occhiata agli scenari SHTF. Quello per cui ti stai preparando dipende da te. La mia famiglia si concentra sui disastri naturali e personali, ma desideriamo essere pronti a tutto. La preparazione riguarda i possibili scenari, quindi è importante usare un po’ di lungimiranza quando si valutano le opzioni e i piani SHTF. È anche importante affinare la tua consapevolezza situazionale per considerare i pro, i contro e i rischi dei tuoi vari preparativi e previsioni.

Disastri naturali

I disastri naturali sono sempre una preoccupazione. Non possiamo fare nulla per fermare Madre Natura, quindi tutto ciò che possiamo fare è prepararci e sopravvivere. Potrebbe essere un terremoto, un uragano o un incendio violento. Questi eventi hanno colpito milioni di persone in tutto il mondo, spegnendo migliaia di vite.

Blackout generalizzato e persistente

Molte persone temono un disastro che potrebbe causare un blackout totale della durata di giorni. Potrebbe essere causato da un EMP generato da un flare solare oppure da un’esplosione nucleare in alta quota o da un disastro naturale su scala più locale. La nostra società crollerebbe senza elettricità. Tutto dipende dall’elettricità.

Crollo economico

La situazione economica preoccupa molte persone che temono un collasso economico. Uno sguardo alla storia ci mostra molte grandi nazioni e imperi che sono caduti a causa di un crollo economico, quindi non possiamo credere di esserne immuni. Prendiamo, ad esempio, la crisi economica che ha colpito la Grecia nel 2015. I bancomat non erogavano più denaro, i negozi erano vuoti. La gente aveva fame e non c’era lavoro.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Guerra nucleare o altri attacchi

Che tu sia preoccupato per una guerra nucleare o un attacco informatico, è possibile che uno di questi eventi possa verificarsi nel corso della tua vita. Viviamo in un mondo instabile, soprattutto politicamente.

Tutti questi eventi potrebbero portare a una situazione secondaria SHTF: disordini civili. Quando le persone sono spaventate e arrabbiate, essergli vicino può diventare una situazione pericolosa.

È importante ricordare che uno scenario SHTF può essere personale, come la perdita del lavoro. Se la tua famiglia sopravvive con un reddito, la perdita di quell’unico reddito potrebbe avere effetti devastanti. Questa situazione è qualcosa che la mia famiglia si prepara e pianifica perché viviamo con un reddito. Per noi è importante conservare il cibo ed essere pronti per quegli eventi.

Cosa considerare se devi allontanarti dalla tua casa

Uscire di casa durante uno scenario SHTF è chiamato bugging out. Ti stai lasciando la tua casa alle spalle e hai davvero bisogno di un piano per queste situazioni. La cosa più importante da ricordare è: se tu stai lasciando la tua casa, probabilmente lo faranno anche altre persone. Le autostrade potrebbero essere impraticabili, quindi è importante pianificare diversi percorsi alternativi. Sebbene non sia sempre possibile, avere un veicolo pronto per la fuga può migliorare le possibilità di portare te e la tua famiglia al sicuro con meno problemi.

Scenari in cui non puoi stare a casa

Alcuni scenari rendono più probabile e sicuro uscire di casa, azione detta bug out. Ecco alcuni esempi:

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Un disastro naturale è imminente. Un uragano oppure uno tsunami si sta dirigendo verso di te o un enorme incendio? Se valuti che si sta per verificare una situazione di pericolo per te e la tua famiglia, potrebbe essere un buon momento per partire. La tua casa è proprio nel mezzo della crisi? Se è così, è ora di salutarla! Stare a casa potrebbe essere più pericoloso che allontanarsene.

Il sistema di trasporto è un aspetto del tuo piano di fuga della massima importanza. Se il sistema dei trasporti salta, le cose impazziranno. I negozi si svuoteranno e le persone rimarranno senza cibo. È il momento di andare. Se il disastro dura più a lungo di quanto ti aspettassi e hai pianificato, dai un’occhiata alle tue scorte e valuta se ne hai abbastanza per sopravvivere fino alla fine. In caso contrario, è tempo dimuoversi.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Dove vai?

Una volta che hai deciso di andare, devi decidere dove. Idealmente, avresti una seconda proprietà non troppo lontana impostata per queste situazioni, ma non è sempre possibile raggiungerla. Avere un bunker sarebbe lo scenario migliore.

Se non hai un piano con amici o familiari, ecco alcune cose da considerare quando decidi dove andare.

  • Non percorrere strade battute.
  • Non far sapere la tua posizione di bug out!
  • Assicurati che ci sia una fonte d’acqua nelle vicinanze
  • accertati di poter provvedere una fonte di calore
  • Dovrebbe essere non troppo lontano e non troppo vicino da un’area abitata per rifornimenti aggiuntivi o contatti con il mondo esterno ma non essere facilmente rintracciabile.
  • Idealmente, dovrebbe avere abbastanza terreno per coltivare un orto e allevare qualche piccolo animale.
Cosa portare con te

Forniture di emergenza SHTF

Questo è un aspetto delicato. Potresti avere bisogno di molte cose ma potresti essere limitato al peso che puoi portare. Quindi, tutto deve avere uno scopo. Avere un elenco di controllo già pronto e borse già pronte per l’uso è fondamentale. Non vuoi dimenticare qualcosa di importante nella fretta della partenza. Ecco un elenco di oggetti essenziali da portare con sé:

  • Strumenti per la filtrazione dell’acqua
  • Cibo: barrette proteiche, noci, prodotti liofilizzati e cibi ad alto contenuto calorico
  • Kit di pronto soccorso
  • Farmaci necessari
  • Nastro adesivo
  • Corda
  • Tenda
  • Fiammiferi, accendini e/o pietra focaia
  • Radio a manovella
  • Coperte termiche di emergenza
  • Vestiti extra, in particolare calze e guanti. Non dimenticare un cappello.
  • Coltello
  • Maschera antipolvere
  • Strumento multifunzione

Se vivi o ti stai avventurando in aree che sono state colpite da guerre chimiche o altri rischi ambientali, potresti anche prendere in considerazione maschere antiNBC di livello militare o, in mancanza, semplici maschere antipolvere.

Come sopravvivi in ​​natura?

Hai quattro preoccupazioni principali devi sopravvivere in natura: riparo, cibo, acqua e cure mediche. Le tue possibilità di sopravvivenza diminuiscono significativamente senza queste cose. Ecco alcuni suggerimenti.

1. Crea un piano per un rifugio.

Dovresti avere una tenda e un telo per creare un riparo asciutto e sicuro che si adatti a tutti i membri della tua famiglia.

2. Pensa al cibo.

Una borsa per le emergenze dovrebbe contenere cibo a sufficienza per 48-72 ore o più. Quindi, devi decidere come reperire il cibo. sai cacciare, pescare o fare trappole? Impara come procurarti da mangiare nella tua zona; non pensare solo alla carne, studiati un manuale e impara a riconoscere bacche e radici commestibili. In caso di necessità molti insetti sono commestibili.

3. Hai bisogno di acqua.

Gli esseri umani possono sopravvivere giorni senza cibo, ma non molto a lungo senza acqua. Tieni acqua nella tua borsa per l’emergenza, ma portati anche qualcosa che ti permetta di filtrare l’acqua che trovi.

4. Avere un kit di pronto soccorso rifornito.

Se cadi e sei ferito, hai bisogno di un modo per curare le tue ferite. Assicurati di avere a disposizione anche una scorta dei farmaci che assumi normalmente.

Cosa fare se devi restare a casa

Potresti trovare più opportuno restare a casa e, la maggior parte delle volte, potrebbe essere la scelta giusta ed è allora che decidi di rimanere fermo durante un disastro. Molte volte, non muoversi è la scelta migliore, soprattutto se hai bambini. Viaggiare con i bambini potrebbe essere un problema. Immagina di provare a trascinare i bambini attraverso i boschi, in una situazione pericolosa.

Scenari in cui potresti stare a casa

Ecco alcuni scenari da considerare.

Fuori è più pericoloso. Nelle situazioni di pericolo le persone iniziano a farsi prendere dal panico, specialmente quelle che non sono preparate. Faranno di tutto per sopravvivere. A volte, barricarsi in casa è la scelta migliore per sopravvivere.

se non hai una destinazione sicura, accamparti nel bosco suona bene in teoria, ma sappi che non sarai solo. Se non hai in mente un rifugio sicuro, è meglio non muoversi.

Quando sei in viaggio durante un’emergenza, diventi un bersaglio più facile, soprattutto se hai bambini. Non sai chi potresti incontrare, e questo rende tutto stressante.

Come impostare la tua casa per sopravvivere

Assicurati di avere scorte d’acqua. Servono 5 litri  al giorno per persona. Pianifica di avere scorte per almeno una o due settimane, ma non puoi mai immagazzinare abbastanza acqua.

Considera il riscaldamento. Se è inverno, come riscalderai la tua casa in sicurezza? Se manca l’elettricità, potresti avere bisogno di un generatore o una stufa a legna. Il propano può essere pericoloso in piccoli spazi.

Decidi come otterrai più acqua. C’è una sorgente nelle vicinanze o puoi allestire un sistema di raccolta dell’acqua?

Fai scorta di cibo nella tua dispensa. Hai molte opzioni come prodotti in scatola e altri alimenti con una lunga durata. Puoi conservare cose come fagioli in scatola e zuppe, insieme a oggetti di conforto per la tua famiglia.

Sii pronto per la sicurezza. Procurati provviste e, se lo desideri, strumenti per proteggere la tua famiglia e la casa.

6. Tenere libri sulle abilità di sopravvivenza.

Tutti dovrebbero avere a disposizione libri sulle abilità di sopravvivenza di base. Questi libri saranno preziosi. Possono mostrarti come accendere un fuoco, filtrare l’acqua e altro ancora. Vale la pena acquistarne alcuni o tenerli a portata di mano. Infilane uno nel tuo BOB.

In alternativa, prova a trovare canali YouTube sulla sopravvivenza o programmi che ti aiutino a conoscere le abilità di sopravvivenza e di vita di emergenza.

7. Mantieni il tuo piano flessibile

Soprattutto, sappi che il tuo piano DEVE essere flessibile. Le cose raramente vanno come avevamo programmato. Gli eventi possono cambiare rapidamente, quindi vuoi essere pronto ad apportare modifiche al volo, se necessario.

La preparazione del tuo piano SHTF inizia ORA. Non aspettare che scoppi un disastro per prepararti.

Altre risorse che vale la pena considerare

Sicurezza e protezione personale

Un coltello EDC probabilmente non farà molta differenza ma può essere utile. La nostra migliore raccomandazione per l’equipaggiamento da avere include equipaggiamento militare come giubbotti tattici e stivali da combattimento. Potresti pensare che gli stivali militari possano davvero tenermi al sicuro e in vita? Quando i tuoi piedi sono il tuo unico mezzo di trasporto, sei a rischio indipendentemente dal terreno, quindi proteggerli è fondamentale. Quando ci si trova in una situazione di vita o di morte, l’equipaggiamento militare può essere fondamentale per la sopravvivenza.

Avere un’arma facile da usare con la quale hai esperienza di tiro è un must per uno scenario SHTF. I fucili ad aria compressa sono economici, accurati, usano munizioni leggere e sono silenziosi, il che li rende l’arma di sopravvivenza perfetta.

Molti scenari comprendono condizioni meteorologiche e disastri naturali e per questi motivi vale la pena investire in respiratori, che possono offrire sollievo e protezione durante un’alluvione, un’eruzione vulcanica o durante un incendio.

La maschera antigas, d’altra parte, può proteggere dalla minaccia della guerra globale e del terrorismo. Le maschere antigas possono sembrare estreme, ma dovrebbero essere nell’arsenale di ogni preparatore.

Utensili

Un’ascia di sopravvivenza è uno strumento così versatile, che tu lo usi per tagliare, affettare o martellare oggetti, che lo rende perfetto da avere con te.

Un altro strumento che dovrebbe far parte del tuo piano è una torcia tattica. Le torce tattiche hanno più usi di quanto ti aspetti e, con il loro raggio accecante ad alta potenza, possono essere utilizzate per tutti i tipi di scenari SHTF.

I filtri dell’acqua sono classificati dai preparatori come l’elemento prioritario n. 1 nel loro equipaggiamento di sopravvivenza. Anche per una buona ragione, senza acqua potabile pulita la tua aspettativa di sopravvivenza è limitata a tre giorni.

Articoli più letti