14.8 C
Rome
domenica, Dicembre 4, 2022
HomeAlimentazione e SaluteLa barbabietola: ortaggio rosso ricco di proprietà benefiche

La barbabietola: ortaggio rosso ricco di proprietà benefiche

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Sia che tu la arrostisca intera, la mescoli in una zuppa o la beva sotto forma di succo, la barbabietola è povera di grassi, ricca di vitamine, sali minerali e potenti antiossidanti: un vero e proprio “titano” della salute.

La barbabietola: caratteristiche e proprietà

Appartenenti alla stessa famiglia delle bietole e degli spinaci , si possono mangiare sia le foglie(amare) che la radice della barbabietola (dolce). Sebbene siano disponibili tutto l’anno, le barbabietole sono più dolci e tenere durante la loro alta stagione, che va da giugno a ottobre.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Mentre le varietà antiche come le barbabietole bianche e gialle rendono i piatti più coreografici, solo le barbabietole rosse hanno un potente composto antitumorale: la betacianina, o colorante E-162,  una sostanza costituita dall’estratto acquoso della radice della barbabietola rossa.

Una porzione da 100 g di barbabietola cruda fornisce:

  • 36 kcal/154 KJ
  • 7g di proteine
  • 1 g di grasso
  • 6 g di carboidrati
  • fibra 5g
  • 380mg potassio
  • 150mcg di folato

Quali sono i 5 principali benefici per la salute della barbabietola?

1. Può avere proprietà antitumorali – Il pigmento vegetale che conferisce alla barbabietola il suo ricco colore porpora-cremisi è la betacianina; un potente agente, pensato per aiutare a sopprimere lo sviluppo di alcuni tipi di cancro, compreso quello della vescica.

2. Può abbassare la pressione sanguigna – La barbabietola è naturalmente ricca di composti chiamati nitrati, che li rendono amici del cuore. I nitrati aiutano a migliorare il flusso sanguigno rilassando i vasi sanguigni, riducendo la rigidità arteriosa e favorendo la dilatazione che potenzialmente abbassa la pressione sanguigna. Una riduzione della pressione sanguigna è utile per evitare malattie cardiache e ictus. Gli studi suggeriscono che gli alimenti ricchi di nitrati, come la barbabietola, possono anche aiutare nella sopravvivenza dell’infarto.

3. Può migliorare le prestazioni dell’esercizio e supportare i livelli di energia – Anche il succo di barbabietola ha guadagnato una grande popolarità da quando la medaglia d’oro paralimpica, David Weir, ha annunciato che berne un bicchierino al giorno era il suo segreto del successo.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Gli studi confermano che quando gli atleti aggiungono del succo di barbabietola alla loro dieta, può supportare la resistenza all’esercizio e migliorare le prestazioni. Aiuta anche il recupero perché quando i muscoli sono in uno stato di riposo, i nitrati che contiene contribuiscono a portare più ossigeno alle cellule muscolari aiutandoli a recuperare in modo più efficiente. Per il resto di noi, includerla nel nostro regime alimentare potrebbe essere la spinta energetica di cui abbiamo bisogno.

4. Può migliorare la salute dell’apparato digerente – questo straordinario ortaggio è una delle fonti più ricche di glutammina, un amminoacido essenziale per la salute e il mantenimento del nostro intestino. Sono anche ricche di fibre, che oltre a supportare la funzione intestinale, aiutano a sostenere l’ambiente e i batteri benefici che vi risiedono.

La barbabietola può dunque mantenere la funzione del tuo intestino regolare e prevenire condizioni digestive come stitichezza, malattie infiammatorie intestinali e diverticolite. Inoltre, la fibra è stata collegata a un ridotto rischio di malattie croniche tra cui cancro al colon, malattie cardiache e diabete di tipo 2.

5. Può essere anche un importante antinfiammatorio – Le barbabietole rosse sono state classificate come una delle 10 verdure antiossidanti più potenti. I composti della betalaina, responsabili del colore rosso della radice, hanno dimostrato di avere elevate capacità antiossidanti e antinfiammatorie. Ciò significa che aiutano a proteggere le cellule dai danni e possono essere utili nella lotta contro le condizioni legate all’età come le malattie cardiache e il cancro.

L’infiammazione cronica è associata a una serie di malattie, come obesità, malattie cardiache, malattie del fegato e cancro. Le barbabietole contengono pigmenti chiamati betalaine, che possono potenzialmente possedere una serie di proprietà antinfiammatorie. Tuttavia, la maggior parte delle ricerche in questo settore è stata condotta sui ratti.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

È stato dimostrato che il succo riduce l’infiammazione renale nei ratti a cui sono state iniettate sostanze chimiche tossiche note per indurre lesioni gravi. Uno studio sugli esseri umani con osteoartrite ha mostrato che le capsule di betalaina a base di estratto di barbabietola riducono il dolore e il disagio associati alla condizione.

Mentre questi studi suggeriscono che le barbabietole hanno un effetto antinfiammatorio, sono necessari studi sull’uomo per determinare se possono essere utilizzate per ridurre l’infiammazione.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La barbabietola è sicura per tutti oppure potrebbe essere nociva?

Ad alcune persone può capitare, dopo averla mangiata, di vedere le proprie urine e feci diventare di colore rosso o rosa (beeturia). Ma niente paura, è totalmente innocua! Tuttavia, le cime di barbabietola e, in misura minore, le radici contengono alti livelli di un composto naturale chiamato ossalato.

Solo gli individui con una storia di calcoli renali contenenti ossalati dovrebbero evitare un consumo eccessivo di cibi ricchi di questa sostanza, come la barbabietola.

Le barbabietole contengono FODMAP sotto forma di fruttani, carboidrati a catena corta che alimentano i batteri intestinali, che possono causare spiacevoli disturbi digestivi in ​​individui sensibili, come quelli con sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

Articoli più letti