Scoperta una nuova enorme struttura nella Via Lattea

Una struttura appena scoperta chiamata Cattail si è rivelata particolarmente interessante. È un lungo ricciolo di gas, così grande che gli astronomi non sono sicuri se possa effettivamente essere parte di un braccio della spirale galattica che non abbiamo mai notato fino ad ora

0
1520
Indice

Quando nuoti in un grande specchio d’acqua, calcolarne il volume o discernere le posizioni di oggetti galleggianti distanti non è facile. Lo stesso vale per la nostra galassia.

Dalla nostra posizione all’interno della Via Lattea, gran parte delle sue dimensioni, dei suoi contenuti e della sua struttura tridimensionale è difficile da capire. C’è molto che ci sfugge, o è impossibile da calcolare; anche così, ogni tanto, arriva una nuova scoperta.

Una struttura appena scoperta chiamata Cattail si è rivelata particolarmente interessante. È un lungo ricciolo di gas, così grande che gli astronomi non sono sicuri se possa effettivamente essere parte di un braccio della spirale galattica che non abbiamo mai notato fino ad ora.

Anche se non fosse il segno di un braccio a spirale non mappato, il Cattail potrebbe essere il più grande filamento di gas nella nostra galassia scoperto fino ad oggi. È stato descritto in un articolo accettato su The Astrophysical Journal Letters, ed è disponibile sul server di prestampa arXiv.

La struttura “sembra essere finora il filamento gigante più lontano e più grande della galassia“, scrive nel documento un team di astronomi dell’Università di Nanchino in Cina.



La domanda su come viene prodotto un filamento così grande nell’estrema posizione galattica rimane aperta. In alternativa, Cattail potrebbe far parte di un nuovo braccio … anche se è sconcertante che la struttura non segua completamente la curvatura del disco galattico“.

Ci sono diversi motivi per cui è difficile mappare la Via Lattea in tre dimensioni. Uno di questi è che è molto difficile calcolare le distanze dagli oggetti cosmici. Un altro è che ci sono molte cose là fuori, quindi può essere difficile sapere se qualcosa è un raggruppamento significativo o solo una raccolta casuale distribuita lungo una linea di vista.

Per identificare il Cattail, un team guidato dall’astronomo Chong Li dell’Università di Nanchino ha utilizzato l’enorme telescopio radio Spherical ad apertura di cinquecento metri (FAST) per cercare nuvole di idrogeno atomico neutro (HI).

Tali nubi si trovano solitamente nei bracci a spirale di galassie come la nostra; studiando le sottili differenze nella luce dell’idrogeno, è possibile mappare il numero e la disposizione dei bracci della Via Lattea dall’interno.

Nell’agosto 2019, i ricercatori hanno utilizzato FAST per cercare le emissioni radio HI e i dati hanno rivelato quella che sembrava essere una grande struttura. Quando hanno calcolato la velocità di movimento della struttura, hanno avuto una sorpresa: la sua velocità era coerente con una distanza di circa 71.750 anni luce dal centro galattico, proprio nelle regioni esterne della galassia.

Quella distanza – più lontana di qualsiasi braccio a spirale conosciuto in quella regione della galassia – significherebbe che la cosa è assolutamente enorme, con una dimensione di circa 3.590 anni luce di lunghezza e 675 anni luce di larghezza, in base ai dati FAST.

In realtà, quando i ricercatori hanno combinato le loro scoperte con i dati del sondaggio HI4PI all-sky HI, hanno scoperto che potrebbe essere ancora più grande, fino a circa 16.300 anni luce di lunghezza.

Ciò renderebbe questa struttura ancora più grande dell’enorme struttura a gas nota come Cintura di Gould, che è stata recentemente stimata in una lunghezza di 9.000 anni luce.

The Cattail solleva alcune domande interessanti.

La maggior parte dei filamenti di gas si trova molto più vicino al centro galattico e sono associati a bracci a spirale. Se si tratta di un filamento, non è chiaro come si sia formato il Cattail e sia rimasto al di fuori dei bracci a spirale noti  della Via Lattea.

D’altra parte, se fosse un braccio a spirale, anche questo sarebbe peculiare. Il disco galattico della Via Lattea è traballante e deformato da un incontro con un’altra galassia, avvenuto molto tempo fa. Eppure la forma del Cattail non è del tutto conforme a questo ordito, cosa che dovrebbe fare se fosse un braccio a spirale.

Anche se la scoperta non fosse già di per se affascinante, queste peculiarità indicano che potremmo voler dare un’occhiata più da vicino a questa straordinaria struttura.

Mentre queste domande rimangono aperte con i dati esistenti“, hanno scritto i ricercatori , “le osservazioni forniscono nuove informazioni sulla nostra comprensione della struttura galattica“.

2