I droni da combattimento “The Punisher” che colpiscono le linee di rifornimento russe

L'Ucraina sta utilizzando un drone piccolo, agile e riutilizzabile per svolgere con successo decine di missioni contro l'esercito russo, secondo quanto riferisce Business Insider. A causa delle loro dimensioni, questi droni possono viaggiare per lunghe distanze senza essere rilevati e stanno seminando il caos dietro le linee russe

0
36906

L’Ucraina sta utilizzando un drone piccolo, agile e riutilizzabile per svolgere con successo decine di missioni contro l’esercito russo, secondo quanto riferisce Business Insider. A causa delle loro dimensioni, questi droni possono viaggiare per lunghe distanze senza essere rilevati e stanno seminando il caos dietro le linee russe.

Nell’era moderna della guerra, non sorprende che i droni vengano utilizzati nei conflitti. Ciò che ha sorpreso, tuttavia, è stata la recente richiesta dell’esercito ucraino agli appassionati di droni di donare i loro droni alla causa. È improbabile che l’esercito ucraino abbia in programma di armare questi piccolissimi droni amatoriali per utilizzarli in combattimento ma, essendo così piccoli e in grado di volare a bassa quota mimetizzandosi,  potrebbero essere utilizzati come droni-spia per guidare i droni da combattimento o per individuare i bersagli, tattica che finora hanno funzionato estremamente bene.

L’esercito ucraino schiera droni fabbricati da veterani

Secondo diverse notizie, l’esercito ucraino ha schierato moltissimi esemplari del drone The Punisher nell’attuale conflitto. Il drone ha un’apertura alare di 7 metri ed ha un’autonomia di alcune ore ad una quota operativa di 400 metri. Il suo volo è in gran parte automatico poiché tutto ciò di cui il drone ha bisogno sono le coordinate del suo bersaglio per volare.

Una volta in volo, il drone ha bisogno del suo drone compagno, chiamato Spectre, che fa il lavoro di ricognizione e aiuta a identificare i bersagli fissi per The Punisher. Quest’ultimo può colpire sia dispiegando il suo intero carico utile di di esplosivo in una volta sola o su tre diversi bersagli.

Il ruolo del drone “the punisher” in combattimento

Sebbene i dettagli del suo dispiegamento rimangano riservati, secondo Business Insider, i droni The Punisher hanno svolto finora oltre 60 missioni di successo nell’attuale conflitto. Con la capacità di volare fino a 45 chilometri dietro le linee nemiche, le forze ucraine hanno usato il drone per attaccare le linee di rifornimento delle truppe russe, facendo esplodere convogli di treni di benzina, ma sono anche in grado di prendere di mira scorte di munizioni e sistemi di guerra elettronica.

È interessante notare che il drone è stato progettato e sviluppato da UA Dynamics, una compagnia lanciata da veterani che hanno combattuto contro i russi durante l’annessione della Crimea. Con questo drone, le forze ucraine hanno la capacità di colpire in profondità all’interno delle linee russe senza coinvolgere direttamente le loro truppe che includono anche coscritti civili.

Oltre al proprio drone da combattimento, le forze ucraine hanno anche accesso a circa 20 acclamati droni turchi, i droni Bayraktar TB2. L’Ucraina avrebbe anche beneficiato del dispiegamento del suo drone di terra, Peacekeeper, che ha superato i test di fabbrica solo pochi mesi fa.



2