11 C
Rome
domenica, Dicembre 4, 2022
HomeAlimentazione e SaluteCaffè e sigaretta: un nuovo studio rivela una connessione inaspettata

Caffè e sigaretta: un nuovo studio rivela una connessione inaspettata

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Alcuni fumatori trovano che la loro prima sigaretta della giornata sia meno piacevole senza una tazza di caffè. Tuttavia, potrebbe non essere solo un’abitudine mattutina. Secondo i ricercatori dell’Università della Florida, i composti chimici nei chicchi di caffè tostati possono aiutare a ridurre l’impatto del desiderio mattutino di nicotina.

Una nuova ricerca fa luce sulla nicotina e il caffè mattutino

I ricercatori hanno scoperto, in uno studio cellulare, che due composti nel caffè influenzano direttamente alcuni recettori della nicotina ad alta sensibilità nel cervello. Questi recettori cerebrali nei fumatori possono diventare ipersensibili dopo una notte di astinenza da nicotina.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Sebbene i risultati recentemente pubblicati non siano stati ancora testati sull’uomo, rappresentano un progresso significativo nella nostra comprensione di come i recettori della nicotina nel cervello siano influenzati dal caffè e dalla sigaretta, secondo Roger L. Papke, Ph.D., professore di farmacologia presso l’Università della Florida College of Medicine. Per la maggior parte delle persone, la componente di benessere del caffè è la caffeina, anche se i fumatori possono ottenere un altro tipo di spinta.

“A molte persone piace la caffeina al mattino, ma ci sono altre molecole nel caffè che potrebbero spiegare perché i fumatori di sigarette vogliono il loro caffè”, ha affermato Papke.

I ricercatori hanno applicato una soluzione di caffè tostato scuro alle cellule che esprimono uno specifico recettore della nicotina umana, e sono giunti alla conclusione che un composto chimico organico nel caffè può aiutare a ripristinare la disfunzione del recettore della nicotina che causa il desiderio di sigaretta nei fumatori.

I risultati hanno portato Papke a un’ipotesi più ampia: uno dei composti nel caffè preparato, noto come n-MP, può aiutare a ridurre il desiderio mattutino di nicotina.

Papke si è detto incuriosito dall’idea che i fumatori dipendenti dalla nicotina associno l’uso del tabacco al caffè al mattino e all’alcol la sera. Sebbene l’effetto dell’alcol sui recettori della nicotina nel cervello sia stato studiato a fondo, l’interazione dei recettori con il caffè è stata studiata meno.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

“Molte persone cercano il caffè al mattino a causa della caffeina. Ma il caffè fa qualcos’altro ai fumatori? Volevamo sapere se ci sono altre cose nel caffè che influenzano i recettori della nicotina del cervello”, ha detto Papke.

I risultati, hanno affermato i ricercatori, forniscono una buona base per gli scienziati comportamentali per studiare ulteriormente l’astinenza da nicotina in modelli animali.

Fonte: sciencedirect

Articoli più letti