Si discute ancora sull’origine della pandemia di Covid-19

Il direttore dell'FBI Christopher Wray ha affermato che l'ufficio ritiene che molto probabilmente il Covid-19 abbia avuto origine in un laboratorio controllato dal governo cinese

0
499
Vaccini Covid

Il direttore dell’FBI, Christopher Wray, ha parlato delle ipotesi relative a una origine del Covid-19 all’interno di un laboratorio controllato dal governo cinese.

L’FBI ha valutato da tempo che le origini della pandemia di Covid-19 sono da ricercare in un potenziale incidente avvenuto in un laboratorio cinese. Queste le sue dichiarazioni a Fox News: “L’FBI ha valutato da tempo che le origini della pandemia sono da attribuire molto probabilmente un potenziale incidente di laboratorio”.

È la prima conferma pubblica del giudizio riservato dell’FBI su come è emerso il virus pandemico. Molti scienziati sottolineano che non ci sono prove che sia fuoriuscito da un laboratorio. E altre agenzie governative statunitensi hanno tratto conclusioni diverse dall’FBI.

Il Covid-19 è nato in un laboratorio?

Alcuni scienziati hanno affermato, ma con un basso livello di certezza, che il virus non è stato creato in un laboratorio, ma è invece passato dagli animali all’uomo. Per la Casa Bianca non c’è consenso all’interno del governo degli Stati Uniti sulle origini.

Un’indagine congiunta Cina-Organizzazione mondiale della sanità (OMS) nel 2021 ha definito la teoria delle fughe di laboratorio “estremamente improbabile“. Tuttavia, l’indagine dell’OMS è stata profondamente criticata e da allora il suo direttore generale ha chiesto una nuova inchiesta, affermando: “Tutte le ipotesi rimangono aperte e richiedono ulteriori studi”.



Alla Cina si chiede onestà

I commenti di Wray arrivano il giorno dopo che l’ambasciatore statunitense in Cina ha chiesto al Paese di “essere più onesto” sulle origini della Covid-19. Nella sua intervista di martedì, Wray ha affermato che la Cina “ha fatto del suo meglio per cercare di contrastare e offuscare” gli sforzi per identificare la fonte della pandemia globale. Ha detto che i dettagli delle indagini dell’agenzia sono riservati ma l’FBI ha un team di esperti che si concentra sui pericoli delle minacce biologiche. In risposta, Pechino ha accusato Washington di “manipolazione politica“.

Mao Ning: “Nessuna credibilità sulle ipotesi”

Mao Ning, portavoce del ministero degli Esteri cinese, ha spiegato: “Le conclusioni che hanno raggiunto non hanno credibilità”. Alcuni studi suggeriscono che il virus abbia fatto il salto dagli animali agli esseri umani a Wuhan, in Cina, forse al mercato del pesce e della fauna selvatica della città.

Il mercato è vicino a un laboratorio di virus leader a livello mondiale, il Wuhan Institute of Virology, che ha condotto ricerche sui coronavirus. Pochi giorni fa, il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti ha affermato di aver scoperto che il virus Sars-Cov-2 è molto probabilmente il risultato di una fuga da un laboratorio a Wuhan ma che c’è scarsa fiducia su tale conclusione.

In risposta a ciò, molti scienziati che hanno studiato il virus hanno affermato questa settimana che non ci sono nuove prove scientifiche che indichino una fuga dal laboratorio. Un’origine naturale è ancora la teoria più probabile, ha affermato il professor David Robertson, capo della genomica virale e bioinformatica presso l’Università di Glasgow.

Robertson ha spiegato: “C’è stato un accumulo di prove (quello che sappiamo sulla biologia dei virus, le varianti vicine che circolano nei pipistrelli e le posizioni dei primi casi umani) che indicano fermamente un’origine naturale centrata sul mercato di Huanan nella città di Wuhan”.

Le dichiarazioni di John Kirby

Lunedì, il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha affermato che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sostiene “uno sforzo dell’intero governo” per scoprire come è iniziato il Covid.

Kirby ha spiegato: “Semplicemente non siamo ancora arrivati (al consenso nda). Se avremo informazione da far conoscere al popolo americano e al Congresso, lo faremo”. Le tensioni nei legami bilaterali tra Stati Uniti e Cina sono aumentate sulla scia del recente caso del pallone spia.

FONTE: BBC

2