Perdita del peso: quanto influisce il sonno?

Dormire di più riduce l'apporto calorico, un cambiamento significativo nei programmi per la perdita del peso

0
585
alarm gd3d3b85c9 640 e1644408006438
Perdita del peso

Capire le cause alla base dell’obesità e come prevenirla è il modo migliore per combattere il problema secondo Esra Tasali, MD, direttore dell’U. Chicago Sleep Center presso la University of Chicago Medicine. “L’attuale epidemia di obesità, secondo gli esperti, è per lo più spiegata da un aumento dell’apporto calorico, piuttosto che dalla mancanza di esercizio” afferma. Ora, un nuovo studio su come dormire a sufficienza influenza l’apporto calorico in un ambiente reale, potrebbe cambiare il nostro modo di pensare al dimagrimento.

Perdita del peso: quanto influisce il sonno?
Perdita del peso: quanto influisce il sonno?

In uno studio clinico randomizzato con 80 adulti, pubblicato il 7 febbraio in JAMA Internal Medicine, Tasali e i suoi colleghi di U. Chicago e l’Università del Wisconsin-Madison hanno trovato che i giovani, adulti in sovrappeso che abitualmente dormono meno di 6,5 ore a notte sono stati in grado di aumentare la loro durata del sonno da una media di 1,2 ore a notte dopo una sessione di consulenza personalizzata di igiene del sonno. L’intervento sul sonno aveva lo scopo di estendere la durata del tempo a letto a 8,5 ore – e la maggiore durata del sonno rispetto ai controlli ha anche ridotto l’apporto calorico complessivo dei partecipanti di una media di 270 kcal (calorie) al giorno.

Nel corso degli anni, noi e altri abbiamo dimostrato che la restrizione del sonno ha un effetto sulla regolazione dell’appetito che porta ad un aumento dell’assunzione di cibo, e quindi ti mette a rischio di aumento di peso nel tempo”, ha dichiarato Tasali. “Più recentemente, la domanda che tutti si sono posti è stata: “Beh, se questo è ciò che accade con la perdita di sonno, possiamo estendere il sonno e invertire alcuni di questi risultati negativi?”

asleep gb987dd81b 640
Perdita del peso: quanto influisce il sonno?

Perdita del peso direttamente collegata al sonno?

Il nuovo studio non solo esamina gli effetti dell’estensione del sonno sull’apporto calorico, ma, cosa importante, lo fa in un ambiente del mondo reale, senza manipolazione o controllo sulle abitudini alimentari dei membri. I partecipanti hanno dormito nei loro letti, hanno monitorato il loro sonno con dispositivi indossabili, e hanno seguito il loro normale stile di vita senza alcuna istruzione su dieta o esercizio.

La maggior parte degli altri studi su questo argomento in laboratorio sono di breve durata, per un paio di giorni, e l’assunzione di cibo è misurata da quanto i partecipanti consumano da un regime alimentare suggerito”, spiega Tasali. “Nel nostro studio, abbiamo manipolato solo il sonno, e abbiamo fatto mangiare ai partecipanti quello che volevano, senza registrare il cibo o qualsiasi altra cosa per tracciare la loro nutrizione da soli”.



snack g2b4942e83 640
Perdita del peso: quanto influisce il sonno?

Invece, per tracciare oggettivamente l’apporto calorico dei partecipanti, i ricercatori si sono affidati al metodo “doppiamente etichettato con acqua” e al cambiamento dei depositi di energia. Questo test basato sulle urine coinvolge una persona che beve acqua in cui entrambi gli atomi di idrogeno e ossigeno sono stati sostituiti con isotopi stabili meno comuni, ma presenti in natura, che sono facili da tracciare.

L’uso di questa tecnica negli esseri umani è stato sperimentato dall’autore senior dello studio, Dale A. Schoeller, Ph.D., professore emerito di scienze nutrizionali alla UW-Madison. “Questo è considerato il gold standard per misurare oggettivamente il dispendio energetico giornaliero in un ambiente reale non di laboratorio; ha cambiato il modo di studiare l’obesità nell’uomo”, ha affermato Schoeller.

Correggere l’alimentazione apporta benefici al sonno

Nel complesso, gli individui che hanno aumentato la loro durata del sonno sono stati in grado di ridurre il loro apporto calorico di una media di 270 kcal al giorno – che si tradurrebbe in circa 12 kg, o 26 libbre, di perdita di peso in tre anni, se gli effetti sono stati mantenuti per un lungo periodo.

Forse l’aspetto più sorprendente dello studio è stata la semplicità dell’intervento. “Abbiamo visto che dopo una sola sessione di consulenza sul sonno, i partecipanti potevano cambiare le loro abitudini a letto, tanto da portare ad un aumento della durata del sonno”.

scale gb5dad6996 640
Perdita del peso: quanto influisce il sonno?

“Abbiamo semplicemente istruito ogni individuo su una buona idea di sonno, e abbiamo discusso i loro ambienti di riposo personali, fornendo consigli su misura sui miglioramenti che potevano fare per incrementare la loro durata del sonno. Inoltre, per rendere anonimi i partecipanti all’intervento sul sonno, i materiali di reclutamento non hanno menzionato tale intervento, permettendoci di catturare i veri modelli di comportamento abituale nel sonno.”

Anche se lo studio non ha valutato sistematicamente i fattori che possono aver influenzato il comportamento del sonno, “limitando l’uso di dispositivi elettronici prima di dormire è apparso come un intervento chiave”, ha aggiunto Tasali. Dopo una sola sessione di consulenza, i partecipanti hanno aumentato la durata media del sonno di oltre un’ora a notte. Nonostante non siano stati prescritti altri cambiamenti nello stile di vita, la maggior parte dei partecipanti ha diminuito notevolmente la quantità di cibo, con alcuni partecipanti che hanno mangiato fino a 500 calorie in meno al giorno.

man g3a4f1bd30 640
Perdita del peso: quanto influisce il sonno?

Lo studio sugli effetti sonno-calorie

I soggetti sono stati coinvolti nello studio solo per un totale di quattro settimane, con due settimane per raccogliere informazioni di base sul sonno e l’assunzione di calorie, seguite da due settimane per monitorare gli effetti dell’intervento sul riposo.

Questo non era uno studio per la perdita di peso“, ha detto Tasali. “Ma anche in sole due settimane, abbiamo prove quantificate che mostrano una diminuzione dell’apporto calorico e un bilancio energetico negativo – l’assunzione di calorie è inferiore alle calorie bruciate. Se le sane abitudini di sonno fossero mantenute per una durata più lunga, questo porterebbe a una perdita di peso clinicamente importante nel tempo. Molte persone stanno lavorando duramente per trovare modi per diminuire il loro apporto calorico per perdere peso – beh, semplicemente dormendo di più, si può essere in grado di ridurlo sostanzialmente”.

In definitiva, Tasali e il suo team sperano di esaminare i meccanismi sottostanti che possono spiegare questi risultati, e credono che questo lavoro dovrebbe stimolare nuovi, più ampi studi sul controllo del peso per determinare se estendere il sonno può sostenere il peso – programmi di perdita e aiutare a prevenire o invertire l’obesità.

Nel nostro lavoro precedente, abbiamo capito che il sonno è importante per la regolazione dell’appetito”, ha sottolineato Tasali. “Ora abbiamo dimostrato che nella vita reale, senza fare altri cambiamenti nello stile di vita, si può prolungare il sonno e mangiare meno calorie. Questo potrebbe davvero aiutare le persone che cercano di perdere peso”.

Lo studio è intitolato

<<Effetto dell’estensione del sonno sull’assunzione di energia oggettivamente valutata tra gli adulti con sovrappeso in impostazioni di vita reale>>.

2