Oltre la dopamina: il neurotrasmettitore Gaba

In un articolo pubblicato su Nature Neuroscience, i ricercatori hanno spinto la scienza in avanti sui nostri percorsi di ricompensa.

La chiave per superare le dipendenze e i disturbi psichiatrici vive nel profondo del mondo sotterraneo del nostro cervello e dei circuiti che ci fanno sentire bene. Proprio come lo spazio, questa regione del cervello ha bisogno di più esplorazione.

La via di ricompensa più antica e conosciuta è il sistema dopaminergico mesolimbico, che è composto da neuroni che si proiettano dall’area tegmentale ventrale (VTA) al nucleo accumbens – una struttura chiave nella mediazione dell’elaborazione emotiva e motivazionale.

La dopamina è un neurotrasmettitore che viene rilasciato quando il cervello si aspetta una ricompensa

La dopamina è un neurotrasmettitore che viene rilasciato quando il cervello si aspetta una ricompensaUn picco di dopamina potrebbe provenire dal mangiare pizza, ballare, fare shopping e fare sesso. Ma può anche provenire da droghe e portare all’abuso di sostanze.

Nella ricerca di nuove terapie per trattare la dipendenza e le malattie psichiatriche, i ricercatori stanno esaminando percorsi oltre la dopamina che potrebbero svolgere un ruolo nella ricompensa e nel rinforzo.

In un articolo pubblicato su Nature Neuroscience, i ricercatori del Bruchas Lab presso UW Medicine hanno spinto la scienza in avanti sui nostri percorsi di ricompensa e hanno trovato un altro percorso di questo tipo.

“Questo studio apre nuove strade alla comprensione dei circuiti della ricompensa che potrebbero essere alterati nell’abuso di nicotina, oppiacei o altri farmaci, nonché malattie neuropsichiatriche che influenzano l’elaborazione della ricompensa, inclusa la depressione”, ha affermato l’autore corrispondente, il dott. Michael Bruchas, professore di anestesiologia e medicina del dolore presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Washington.

I ricercatori hanno scoperto che circa il 30% delle cellule del VTA, il mesencefalo, sono neuroni GABA. I neuroni sono le unità fondamentali del cervello e del sistema nervoso, le cellule responsabili della ricezione di input sensoriali dal mondo esterno, dell’invio di comandi motori ai nostri muscoli e della trasformazione e trasmissione dei segnali elettrici ad ogni passaggio intermedio.

I neuroni VTA GABA sono stati sempre più riconosciuti come coinvolti nella ricompensa e nell’avversione, nonché potenziali bersagli per il trattamento della dipendenza, della depressione e di altri disturbi legati allo stress.

“Quello che abbiamo trovato sono cellule GABAergiche uniche che proiettano ampiamente al nucleo accumbens, ma le proiezioni solo su una porzione specifica contribuiscono al rinforzo della ricompensa”, ha detto il co-autore principale Raajaram Gowrishankar, uno studioso post-dottorato presso il Bruchas Lab e il Center for the Neurobiology di dipendenza, dolore ed emozione.

Nei topi maschi e femmine, i ricercatori hanno dimostrato che i neuroni GABA a lungo raggio dal VTA al ventrale, ma non il dorsale, il guscio del nucleo accumben sono coinvolti nel comportamento di ricompensa e rinforzo. Hanno dimostrato che questa proiezione GABAergica inibisce gli interneuroni colinergici, attori chiave nell’apprendimento correlato alla ricompensa.

Questi risultati “aumentano la nostra comprensione dei circuiti neuronali che sono direttamente implicati in condizioni neuropsichiatriche come la depressione e la dipendenza”, hanno scritto i ricercatori.

Gowrishankar ha affermato che i risultati consentono agli scienziati di comprendere le sottoregioni del cervello e di visualizzare come vengono rilasciati specifici neuromodulatori durante l’elaborazione della ricompensa. In termini scientifici, i ricercatori sono stati in grado di evidenziare l’eterogeneità, o le differenze nel cervello.

“È davvero importante non pensare alle strutture del cervello come monolitiche”, ha detto Gowrishankar.“Ci sono molte piccole sfumature nel cervello: quanto è plastico, come è cablato. Questa scoperta sta mostrando un modo in cui possono manifestarsi le differenze”.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

In Tendenza

Offerte Amazon: macchine da caffè super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi voglio proporti le...

5 trucchi per crescere su Instagram nel 2024

I social sono il presente e il futuro della...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Perseidi: potrai ammirarle nelle notti dell’11 e del 12 agosto 2024

Il miglior spettacolo di meteore dell'estate si verificherà durante...

Un millepiedi gigante perso da 120 anni è stato ritrovato

Nel cuore della foresta di Makira, una delle aree...

Per le Olimpiadi 2024, Parigi diventa ecosostenibile

Le Olimpiadi 2024 di Parigi daranno la priorità alla...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Industria 4.0, il futuro è già qui

Ebbene sì, siamo in piena IV rivoluzione industriale, ovvero...

Articoli correlati

Popular Categories