16.1 C
Rome
domenica, Novembre 27, 2022
HomeFisica/Astronomia/astrofisicaCosa sono gli ammassi globulari? - video

Cosa sono gli ammassi globulari? – video

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Gli ammassi globulari (detti anche ammassi chiusi o di alone) sono insiemi sferoidali di stelle che orbitano come un satellite intorno al centro di una galassia.

Gli ammassi globulari sono in genere molto più grandi degli ammassi aperti e sono strettamente legati gravitazionalmente. Sono densamente popolati, con popolazioni che vanno da decine di migliaia a milioni di stelle. L’intensa attrazione gravitazionale tra le stelle così ravvicinate conferisce agli ammassi globulari la loro forma sferica regolare. Sono popolati da stelle più vecchie e più rosse degli ammassi aperti (che potrebbero disperdersi prima che le loro stelle possano diventare davvero vecchie). La loro notevole attrazione gravitazionale li rende molto stabili, e quindi possono essere estremamente longevi, sopravvivendo per miliardi di anni. Sono associati a tutti i tipi di galassie e all’interno della Via Lattea si trovano nell’alone e nel rigonfiamento.

Tutti gli ammassi stellari sono di grande interesse per gli astronomi, perché le loro stelle costituenti si sono formate tutte approssimativamente nella stessa epoca e posizione e hanno una composizione iniziale simile. Pertanto gli ammassi stellari offrono spunti unici su come si formano e si evolvono le stelle. Tuttavia, è molto difficile osservare le singole stelle all’interno degli ammassi globulari poiché sono così densamente impacchettate da renderne difficile il discernimento.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---


Gli ammassi globulari sono ammassi stabili e strettamente legati formati da decine di migliaia fino a milioni di stelle. Sono associati a tutti i tipi di galassie. Credito: NASA ed ESA

Hubble ha rivoluzionato lo studio degli ammassi globulari, poiché, mentre è quasi impossibile distinguere le stelle negli ammassi globulari l’una dall’altra con i telescopi terrestri, Hubble è stato utilizzato per studiare da che tipo di stelle sono costituiti gli ammassi globulari, come si evolvono e il ruolo della gravità in questi sistemi così densi.

Nel 2021, i nuovi dati di Hubble hanno portato alla prima misurazione dell’estensione di una raccolta di buchi neri in un ammasso globulare collassato nel nucleo. Gli scienziati si aspettavano di trovare un buco nero di massa intermedia nel cuore di NGC 6397, ma invece hanno trovato prove della presenza di una concentrazione di buchi neri più piccoli dove si aspettavano di trovarlo. Questa scoperta ha sollevato la questione se le fusioni di questi buchi neri fitti in ammassi globulari collassati nel nucleo possano essere un’importante fonte di onde gravitazionali.

Hubble è stato il primo telescopio ad osservare direttamente la presenza di nane bianche negli ammassi globulari, che gli astronomi hanno segnalato come le stelle più deboli mai viste in un ammasso globulare. Questo studio si è concentrato anche su NGC 6397, uno degli ammassi globulari più vicini alla Terra. Vedendo l’intera gamma di stelle in quest’area, i ricercatori hanno raccolto nuove informazioni sull’età, l’origine e l’evoluzione dell’ammasso.

Cluster globulare della banca di parole

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Credito: ASA & ESA

Il telescopio ha anche contribuito alla nostra comprensione di un tipo speciale di stelle rinvigorite negli ammassi globulari, note come blue straggler. In determinate circostanze, le stelle ricevono carburante extra che le accresce e le illumina in modo sostanziale. Questo può accadere se una stella sottrae materia a una stella vicina o se si scontrano. Stelle blu molto anziane, quindi, sembrano quindi regredire dalla “vecchiaia” a una nuova “giovinezza” più calda e luminosa, guadagnando una nuova prospettiva di vita nel processo.

La raccolta di immagini di ammassi globulari di Hubble può essere esplorata qui. Ciò include una straordinaria immagine di Messier 15, che è uno dei più antichi ammassi globulari conosciuti, con un’età di circa 12 miliardi di anni.

Articoli più letti