Misterioso calendario di 2.000 anni trovato in una tomba cinese

Gli archeologi in Cina hanno portato alla luce un misterioso insieme di pezzi di legno rettangolari legati ad un antico calendario astronomico

0
182
Misterioso calendario di 2.000 anni trovato in una tomba cinese
Misterioso calendario di 2.000 anni trovato in una tomba cinese

Gli archeologi in Cina hanno portato alla luce un misterioso insieme di pezzi di legno rettangolari legati ad un antico calendario astronomico. I manufatti sono stati scoperti all’interno di una tomba di 2.000 anni eccezionalmente ben conservata nel sud-ovest del paese.

Ciascuno dei 23 listelli di legno è largo circa 2,5 centimetri e lungo 10 cm e mostra un carattere cinese correlato al Tiangan Dizhi, o “Dieci steli celesti e 12 rami terrestri” – un tradizionale calendario astronomico cinese, che si presume risalga alla dinastia Shang, che governò dal 1600 a.C. circa al 1045 a.C. 

Gli archeologi suppongono che uno dei listelli potrebbe aver rappresentato l’anno corrente e gli altri 22 probabilmente sarebbero stati usati per specificare un anno particolare nel calendario antico.

Le perforazioni circolari sui bordi di ciascun listello suggeriscono che un tempo fossero legati insieme.

Tuttavia, non è ancora chiaro in che modo avrebbe funzionato l’insieme dei listelli di legno del calendario, ha dichiarato un esperto.

Questa è la prima volta che tali oggetti vengono ritrovati in un’antica tomba, anche se la pratica di scrivere caratteri sul legno o bambù era comune in Cina prima dell’invenzione della carta.



Manufatti culturali

I listelli di legno e molti altri manufatti sono stati scoperti all’inizio di quest’anno in una tomba nel distretto di Wulong, a circa 870 miglia (1.400 chilometri) a sud-ovest di Pechino, hanno dichiarato al Global Times gli archeologi del governo municipale di Chongqing, anch’esso gestito dal governo cinese. 

La tomba contiene un elenco scritto di tutti gli oggetti sepolcrali, e un incisione sulla stessa indica che risale al 193 a.C. Ciò colloca la tomba durante il periodo della dinastia Han occidentale, che governò gran parte della Cina dal 206 a.C. al 9 d.C.; a questa seguì la dinastia Han orientale, che governò fino al 220 d.C., e insieme vengono considerate come “periodi d’oro” in cui furono stabilite molte tradizioni cinesi.

L’archeologo Wang Meng ha dichiarato che l’antica sepoltura è la tomba a camera di legno meglio conservata mai trovata nel sud-ovest della Cina.

Il leader del progetto Huang Wei ha affermato che la tomba conteneva anche più di 600 manufatti culturali, tra cui ciotole, scatole, barattoli e piatti laccati, nonché utensili di bambù e flauti musicali, lance e treppiedi da cucina in rame, figurine di legno e oggetti in ceramica e bronzo.

I manufatti sono stati trovati in una tomba ben conservata, datata a circa 2.200 anni fa, portata alla luce all'inizio di quest'anno nel distretto di Wulong, nella municipalità cinese di Chongqing.(Credito immagine: Chongqing Cultural Relics and Archaeology Research Institute)
I manufatti sono stati trovati in una tomba ben conservata, datata a circa 2.200 anni fa, portata alla luce all’inizio di quest’anno nel distretto di Wulong, nella municipalità cinese di Chongqing.(Credito immagine: Chongqing Cultural Relics and Archaeology Research Institute)

Il mistero del calendario

L’astronomo Ed Krupp, direttore dell’Osservatorio Griffith di Los Angeles e autore di ” Echoes of the Ancient Skies: The Astronomy of Lost Civilizations ” (Dover, 2003), che non è stato coinvolto nella scoperta di Wulong, sostiene che mentre il calendario Tiangan Dizhi è quello tradizionale usato nell’astrologia cinese, i listelli di legno trovati nella tomba Wulong sono insoliti.

“Gli steli con le annotazioni del calendario sono significativi in ​​quanto rappresentano il primo e unico esempio conosciuto di quel tipo di iscrizione su quel tipo di oggetto”, ha affermato in una nota.

Ma non sembra che l’insieme dei listelli di legno potesse fungere da calendario; piuttosto potrebbero essere stati usati per fare riferimento a qualsiasi anno del ciclo solare di 60 anni.

“Se è così, non sono ‘libri’, ma oggetti usati per evidenziare un anno particolare”, ha aggiunto. Krupp ha notato la somiglianza con una pratica seguita in un tempio taoista nella città cinese di Suzhou, dove ogni anno del ciclo è rappresentato da una statua che viene appositamente contrassegnata quando diventa attuale.

Krupp sostiene anche che i reperti della tomba Wulong mostrano che una persona di alto rango era stata sepolta lì. “I manufatti sepolti con il defunto sono numerosi e molto, molto belli”, ha concluso.

2