Bombe atomiche e bombe nucleari: qual è la differenza? – video

Ci sono timori, alimentati dalla guerra russo-ucraina in corso, che il presidente russo Vladimir Putin possa schierare armi nucleari contro l'Occidente

0
1670

Le bombe atomiche sganciate sulle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki alla fine della seconda guerra mondiale, nomi in codice rispettivamente di “Little Boy” e “Fat Man”, causarono una distruzione diffusa, rasero al suolo città e uccisero tra le 90.000 e le 166.000 persone a Hiroshima (di cui circa 20.000 soldati) e tra 39.000 e 80.000 a Nagasaki.

Queste sono le uniche due armi nucleari mai utilizzate in guerra, fino ad oggi, e speriamo che rimanga tale, perché alcune delle armi nucleari oggi sono oltre 3.000 volte più potenti della bomba sganciata su Hiroshima.

E ci sono nuovi timori, alimentati dalla guerra russo-ucraina in corso, che il presidente russo Vladimir Putin possa schierare armi nucleari contro l’Occidente.

Durante un discorso del 24 febbraio a Mosca, Putin ha avvertito altri paesi che qualsiasi tentativo di intervento porterebbe portare a “conseguenze che nessun Paese ha mai visto prima”, che è stata interpretata come una velata minaccia di guerra nucleare.



Le bombe atomiche

Little Boy” e “Fat Man” erano bombe atomiche, o bombe a fissione, che innescavano una reazione a catena di fissione nucleare. I nuclei atomici dei materiali radioattivi sono stati divisi per creare elementi diversi, che rilasciano una grande quantità di energia, dividendo di conseguenza più atomi e producendo un’esplosione distruttiva.

In Little Boy, un proiettile fatto di uranio-235 è stato sparato contro un nucleo della stessa sostanza per innescare la reazione a catena. The Fat Man, d’altra parte, ha utilizzato un nucleo di plutonio-239 che è stato acceso con migliaia di libbre di esplosivo convenzionale, innescando ancora una volta una reazione a catena di fissione nucleare.

Bombe nucleari

In un’arma termonucleare, spesso chiamata bomba all’idrogeno, il processo di fissione è solo l’inizio. Le moderne armi nucleari, come le bombe B83 degli Stati Uniti , utilizzano un processo di fissione simile a quello utilizzato nelle bombe atomiche. Ma quell’energia iniziale innesca quindi una reazione di fusione in un nucleo secondario degli isotopi dell’idrogeno deuterio e trizio. I nuclei degli atomi di idrogeno si fondono insieme per formare elio, e ancora una volta una reazione a catena provoca un’esplosione, questa volta molto più potente.

Come illustra il video sopra del canale YouTube RealLifeLore, l’esplosione del Little Boy ha rilasciato circa 15 kilotoni di energia, equivalenti a 15.000 tonnellate di TNT, e ha inviato un fungo atomico fino a circa 25.000 piedi. The Fat Man ha prodotto un’esplosione di circa 21 kilotoni. E il B83 potrebbe produrre circa 1,2 megatoni, pari a 1.200.000 tonnellate di TNT, il che lo rende 80 volte più potente del Little Boy.

La più grande arma nucleare mai fatta esplodere, la bomba Tsar, dall’Unione Sovietica nel 1961, ha prodotto un’esplosione folle di 50 megatoni, circa 3.333 volte più potente della bomba Little Boy che ha raso al suolo un’intera città. La bomba Tsar è la più grande esplosione artificiale fino ad oggi, che ha prodotto un fungo atomico fino a oltre 130.000 piedi di altitudine, circa 4,5 volte l’altezza del Monte Everest, inviando onde d’urto in tutto il mondo tre volte.

Come te la caveresti nel caso in cui una bomba nucleare venisse sganciata su una grande città vicino a te? NUKEMAP, creato da Alex Wellerstein, traccia gli impatti di un’esplosione nucleare sulle città di tutto il mondo. Traccia anche i rifiuti prodotti da esplosioni nucleari storiche come l’esplosione della Trinità nel New Mexico nel 1945 e quella della Bomba del 1961 a Novaya Zemlya, in Russia.

Se volessimo, potremmo costruire una bomba ancora più potente della Tsar Bomba. Ma forse è ora di iniziare a cercare di usare la fusione nucleare per qualcos’altro. 

2