L’alimentazione per gli over 50

Gli esperti consigliano la dieta mediterranea come migliore alimentazione per gli over 50, evidenziandone l’efficacia e la sua importanza nel mantenere una buona salute, sia a livello fisico che cognitivo, ma anch’essa deve essere supportata da importanti accorgimenti quali, ad esempio, l’eliminazione o la limitazione di cibi preconfezionati i quali contengono molti grassi animali

0
985

Qual è l’alimentazione migliore per gli over 50?

Premettendo che, come spesso gli esperti hanno evidenziato, la formula ideale per mantenere il nostro benessere fisico è seguire una dieta a basso consumo di grassi, bere poco alcol, non fumare, evitare lo stress, fare attività fisica, per seguire un’alimentazione corretta in tutte le fasi degli “anta”, basta avere una serie di accortezze a tavola.

Sebbene gli integratori, i multivitaminici, le proteine sostitutive dei pasti ed i prodotti che rinforzano il sistema immunitario, possano essere un valido aiuto, non sempre sono economici e non bastano a supportare il nostro benessere.

Gli esperti consigliano la dieta mediterranea, evidenziandone l’efficacia e la sua importanza nel mantenere una buona salute, sia a livello fisico che cognitivo, ma anch’essa deve essere supportata da importanti accorgimenti quali, ad esempio, l’eliminazione o la limitazione di cibi preconfezionati i quali contengono molti grassi animali.

Anche la riduzione di cibi particolarmente elaborati o saporiti può aiutare il nostro organismo, così come eliminare le carni troppo trattate. Tali tipologie di cibo infatti rallentano la digestione e con il passare del tempo sappiamo che il metabolismo tende a rallentare, esponendoci al rischio di accumulare un po’ troppo adipe.



La frutta e la verdura non possono mai mancare nell’alimentazione per gli over 50 perché sono i migliori alleati per mantenerci in forma e in completo benessere. Con l’arrivo della primavera aumentano le opportunità di trovare una grande varietà di frutta fresca e verdura, vere miniere di benessere per il nostro organismo. Del resto gli integratori di cui parlavamo prima, abbondano di minerali, fibre e vitamine che sono i principali componenti della frutta e della verdura.

Uno dei principali alimenti che non deve mai mancare sulla tavola degli over 50, è l’olio extravergine di oliva.

L’importanza dell’olio di oliva nell’alimentazione per gli over 50

L’Italia ne produce in quantità e di qualità eccellente; l’olio è un potente alleato per la lotta all’invecchiamento delle cellule e dei tessuti.

L’olio è un prodotto ottenuto dalla spremitura delle olive ed è una sostanza lipidica costituita soprattutto da trigliceridi, di cui gli acidi grassi più rappresentati sono l’oleico, il linoleico e il palmitico. L’olio d’oliva viene prodotto attraverso la spremitura a freddo della polpa delle olive, e presenta una tipica colorazione che va dal verde al dorato, un aspetto fluido e un’inconfondibile odore.

L’olio di oliva è ricco di acido oleico, infatti, ne contiene circa il 62%, il più abbondante tra gli acidi grassi monoinsaturi a lunga catena presenti nel nostro corpo, che conferisce al prodotto delle grandi proprietà nutrienti ed emollienti per la pelle. Inoltre, contiene il 15% di acido linoleico, il 15% di acido palmitico e il 2% di acido stearico e una frazione insaponificabile che va dall’1 al 2% che fornisce a questo olio una significativa concentrazione di ingredienti attivi antiossidanti tra cui i composti fenolici, la clorofilla, la Vitamina E, e i fitosteroli, che possono donare un’azione riparatoria e antinfiammatoria e squalene, uno dei principali componenti della superficie della pelle.

La composizione e le caratteristiche dell’olio di oliva dipendono da molti fattori tra cui troviamo: l’ambiente, il sistema di coltivazione, i metodi di trasformazione e di conservazione del prodotto.

Gli oli di oliva si differenziano sia per le caratteristiche organolettiche, ossia l’aroma, l’odore e il sapore, che per le caratteristiche chimiche, ossia la composizione, l’acidità e molto altro.

Il pesce

un altro alimento che non può mancare nell’alimentazione per gli over 50 è il pesce.

Il pesce e i frutti di mare contengono molte componenti nutrizionali salutari, tra cui proteine ad alto valore biologico, selenio, iodio, vitamina D e acidi grassi polinsaturi omega 3. Si raccomanda il consumo di almeno due porzioni a settimana di pesce. Le concentrazioni più alte di omega 3 sono presenti nel pesce azzurro, come acciughe, aringhe e sardine.

Negli studi scientifici, l’olio di pesce abbassa i livelli di trigliceridi, la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca a riposo. Il consumo di pesce e olio di pesce può contribuire a migliorare la funzione vascolare, normalizzare la frequenza e migliorare la contrazione del muscolo cardiaco. In base a questi effetti benefici fisiologici, l’abituale consumo di pesce è associato a una minore incidenza di malattia cardiovascolare, mortalità cardiaca e ictus ischemico.

Studi epidemiologici hanno evidenziato che livelli elevati di omega 3 riducono l’incidenza di cancro della mammella, del colon e del retto e della prostata e questa è un’ottima ragione per includere il pesce nell’alimentazione per gli over 50.

2