L’esopianeta WASP-103b ha la forma di un pallone da rugby

L'ESA ha annunciato la scoperta di un peculiare esopianeta all'interno della costellazione di Ercole: WASP-103b

0
435

I ricercatori dell’Agenzia spaziale europea (ESA) hanno annunciato la scoperta di un peculiare esopianeta all’interno della costellazione di Ercole: WASP-103b.

Il WASP-103b a forma di palla da rugby ed è il primo esopianeta non sferico osservato.
WASP-103b ha ottenuto la sua strana forma a causa delle forze di marea che agiscono su di esso dalla sua stella, riferiscono i ricercatori.

Cheops ha scoperto il lontano pianeta all’interno della costellazione di Ercole all’inizio di questa settimana.

Telescopi come Cheops, lanciato dallo spazioporto di Kourou nella Guyana francese (lo stesso spazioporto da cui è stato lanciato il telescopio Webb della NASA) nel 2019, studiano come cambia la luce delle stelle quando i pianeti in orbita passano davanti a loro. Questi dati possono fornire informazioni sulle dimensioni, la forma e (in alcuni casi) la massa e la composizione degli esopianeti. Da queste informazioni, i ricercatori possono dedurre di cosa potrebbe essere composto un esopianeta come WASP-103b.

Correlato: Ecco il James Webb Space Telescope: sbircerà i confini dell’universo – Video

WASP-103b, che orbita intorno alla stella WASP-103, è grande circa il doppio di Giove (e 1,5 volte la sua massa) e probabilmente ha una composizione simile, secondo le osservazioni di Cheops.

Il pianeta è anche incredibilmente vicino alla sua stella e completa la sua orbita in meno di un giorno. A causa di questa vicinanza, l’influenza gravitazionale di WASP-103 è estremamente forte e le forze di marea indotte dalla sua gravità hanno deformato l’esopianeta.



Anche la Terra subisce le forze di marea, sia dal Sole (sebbene in misura molto minore) che dalla Luna. L’attrazione gravitazionale della Luna e il conseguente effetto sulle maree fanno sì che l’acqua sulla superficie terrestre si gonfi leggermente attorno all’equatore. A causa di questo e della velocità di rotazione della Terra, il nostro pianeta non è tecnicamente una sfera perfetta, ma uno “sferoide oblato“.

Il Super Gioviano WASP-103b è una curiosità cosmica per una serie di motivi. Oltre alla sua strana forma, l’esopianeta sembra allontanarsi a spirale dalla sua stella, una scoperta inaspettata data la potenza dell’attrazione gravitazionale di WASP-103.

2