La vita su Marte sarà “pericolosa, difficile e fatta di duro lavoro”

Colonizzare Marte non sarà per i deboli di cuore, secondo il CEO di SpaceX Elon Musk. "È molto importante sottolineare che Marte, soprattutto all'inizio, non sarà lussuoso"

0
1020

Colonizzare Marte non sarà per i deboli di cuore, secondo il CEO di SpaceX Elon Musk. “È molto importante sottolineare che Marte, soprattutto all’inizio, non sarà lussuoso“, ha detto Musk in una video intervista con Chris Anderson, il capo delle conferenze TED, pubblicata lunedì. “Sarà un lavoro pericoloso, angusto, difficile, duro“.

Il miliardario ha paragonato gli sforzi di reclutamento per Marte a un annuncio del 1900 per una spedizione in Antartide con l’esploratore Ernest Shackleton. Da allora l’annuncio è diventato quasi un mito, ma cercava uomini disposti a intraprendere un “viaggio pericoloso” affermando che un ritorno sicuro era “dubbio“.

Andare su Marte sarà qualcosa del genere: ‘È pericoloso, è angusto. Potresti non tornare indietro. È difficile, è un duro lavoro’“, ha detto Musk.

Vivere su Marte, un pianeta con una temperatura media di -62,22° C, sarà molto più difficile che vivere in Antartide, una regione con una  temperatura media di -56,67° C.

Marte ha una superficie rocciosa, crivellata di vulcani spenti, crateri meteoritici e canyon. Il pianeta ha circa un terzo della gravità della Terra e un’atmosfera così sottile da non essere respirabile per gli esseri umani. Un essere umano senza equipaggiamento speciale morirebbe in pochi minuti su Marte a causa della bassa pressione atmosferica.

Musk vuole costruire una vera e propria città sul Pianeta Rosso. Nel 2019, il miliardario  ha stimato che ci vorranno un milione di tonnellate di materiale per costruire una città autosufficiente sul pianeta, un processo che costerà da 100 miliardi di dollari in su, ha stimato Musk.



Il miliardario di origine sudafricana ha detto ad Anderson che spera che le persone che colonizzeranno Marte colgano l’occasione per “ripensare la società“.

Penso che questo sia importante per massimizzare la probabile durata della vita dell’umanità o della coscienza“, ha affermato Musk. “La civiltà umana potrebbe finire per ragioni esterne come una meteora gigante o super vulcani o cambiamenti climatici estremi o la terza guerra mondiale, o per una qualsiasi di una serie di ragioni“.

L’uomo più ricco del mondo ha detto ad Anderson che SpaceX determinerà un prezzo per i biglietti sui futuri razzi per Marte che sarà relativamente abbordabile per la maggior parte delle persone, citando un prezzo ipotetico di 100.000 dollari. La società di Musk, SpaceX, ha in programma di costruire questa città autosufficiente nei prossimi decenni. Tuttavia, il miliardario visionario ha predetto che lui sarà “morto da tempo” prima che il suo sogno possa diventare realtà.

Nel 2020, Musk ha dichiarato di voler costruire 1.000 astronavi in ​​10 anni e di poter inviare 1 milione di persone su Marte entro il 2050. Ha anche affermato che il primo essere umano su Marte potrebbe atterrare nel 2029.

Il CEO di SpaceX ha detto nell’intervista che prevede che la sua compagnia spaziale potrebbe effettuare il primo lancio orbitale della Starship “entro pochi mesi“, in attesa  dell’approvazione normativa.

Il successo non è garantito, ma l’eccitazione lo è certamente“, ha concluso Musk.

2