Presentato il LEGO Technic 2024 Space Sets

Il rivenditore tedesco JB Spielwaren ha rivelato l’ondata di set LEGO Technic 2024 che ruota attorno al tema spaziale. Sicuramente una bella notizia per gli appassionati di Lego, ma anche dei viaggi spaziali. Giovani e adulti potranno divertirsi ad assemblare i vari pezzi immaginando fantastici viaggi per la galassia. Andiamo a vedere meglio però cosa offre materialmente il nuovo progetto. 

I set dei Planetari di LEGO Group

Negli ultimi tempi il LEGO Group ha incluso sempre più planetari nei suoi set, dal promo tributo a Galileo Galilei al Museo di Storia Naturale. Ma se cercate un modello dedicato del sistema solare, finalmente arriverà con un nuovo set LEGO del 2024 in uscita l’anno prossimo come parte della collezione Technic. 

I set LEGO Technic del 2024 andranno nello spazio con una serie di modelli incentrati sull’esplorazione del sistema solare. Ma se c’è solo una build che ruba i riflettori, deve essere la serie numero 42179, conosciuta come la build Pianeta Terra e Luna in Orbita. In realtà è solo un planetario funzionante, che gira e simula l’orbita del nostro pianeta attorno al Sole grazie a una serie di ingranaggi Technic.

Viaggio nello spazio

Poi c’è il resto dei set LEGO Technic 2024, che andranno anche nello spazio. Ci aspettiamo che tutti questi debuttino all’inizio dell’anno, il 1° gennaio, anche se potrebbero esserci alcune versioni di febbraio e marzo sparse per buona misura. Alcuni modelli sono ispirati specificamente ai concetti del Mars Rover della NASA, il che è un tocco davvero divertente per un tema come Technic che è sempre così radicato nel mondo reale e nei veicoli esistenti.

· Pianeta Terra e Luna in orbita 42179
· Caricatore spaziale di superficie LT78 42178
· Rover da esplorazione dell’equipaggio marziano 42180
· Astronave da carico pesante VTOL LT81 42181

Infine, ci sono un paio di set LEGO Technic standard in uscita nel 2024 che mirano ad assemblare veicoli sulla Terra.

Lego: un po’ di storia

I Lego sono un popolare marchio di giocattoli da costruzione che ha radici nella Danimarca del XX secolo. La storia dei Lego inizia nel 1932, quando Ole Kirk Christiansen fondò un’azienda di fabbricazione di giocattoli chiamata “Lego” nel piccolo villaggio di Billund, in Danimarca. Inizialmente, l’azienda produceva articoli in legno, ma nel 1947 iniziò a produrre mattoncini di plastica.

Il termine “Lego” è una combinazione di due parole danesi: “leg godt”, che significa “gioca bene”. Nel 1958, il design del moderno mattoncino Lego venne brevettato, e la sua forma rimane praticamente invariata oggi. Questo design innovativo ha permesso ai mattoncini di essere collegati facilmente in vari modi, consentendo la creazione di una vasta gamma di modelli e strutture.

Il successo

Negli anni ’60, i Lego iniziarono a essere venduti all’estero, contribuendo alla loro crescente popolarità. Negli anni successivi, l’azienda ha introdotto molte linee di prodotti tematici, tra cui città, spazio, castelli e altri, offrendo ai bambini la possibilità di creare mondi e storie uniche con i loro mattoncini.

Nel corso degli anni, i Lego hanno continuato a evolversi e adattarsi alle nuove tecnologie, introducendo set complessi e tematiche legate a franchise famosi come Star Wars, Harry Potter e molti altri. I Lego sono diventati un fenomeno culturale e sono apprezzati da persone di tutte le età in tutto il mondo. La comunità dei fan di Lego è anche molto attiva, con molti adulti che dedicano tempo alla costruzione di complessi modelli personalizzati chiamati MOC (My Own Creation).

Rivalità con Playmobil? Anche no!

Sfatiamo un mito: mentre Lego e Playmobil sono entrambi marchi di giocattoli costruibili e hanno avuto successo nel settore, non c’è stata una rivalità diretta tra di loro. Infatti, i due marchi hanno un approccio leggermente diverso alla progettazione e al gioco, mirando a differenti fasce di età e offrendo esperienze di gioco diverse. Lego è noto per i suoi mattoncini interconnessi che consentono ai giocatori di costruire una vasta gamma di oggetti, edifici e veicoli. La flessibilità e la creatività sono elementi chiave del marchio Lego, che offre set tematici e licenze con personaggi famosi da film, serie TV e altri media.

I Lego sono spesso associati a un’esperienza di gioco più aperta e creativa, poiché i bambini possono costruire e ricostruire strutture innumerevoli volte. Playmobil, d’altra parte, si basa su figure predefinite e set di gioco completi che rappresentano scenari specifici, come ville, castelli, veicoli e altro ancora. Le figure Playmobil hanno arti mobili e sono progettate per essere utilizzate in scenari e storie predeterminate. Playmobil punta a offrire un’esperienza di gioco strutturata e narrativa, incoraggiando i bambini a immergersi in mondi predefiniti e a creare storie con le loro figure.

Più letti nella settimana

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Pi greco: nuova rappresentazione scoperta nella teoria delle stringhe

I ricercatori hanno trovato una nuova rappresentazione in serie...

In Tendenza

BYD Dolphin Stile, Prestazioni e Sostenibilità in un’Auto Elettrica Compatta

Introduzione Nell'era moderna, la sostenibilità non è solo una scelta,...

Le prove dell’allunaggio

A dispetto della propaganda russa, improvvisamente interessata, dopo 50 anni, a sostenere che l'allunaggio sia stato una montatura, e delle competenti parole di campioni dello sport, notoriamente preparati in ingegneria, fisica e astrofisica, siamo stati sulla Luna e abbiamo a disposizione le prove dell'allunaggio, basta avere voglia di esaminarle

Sviluppati raggi traenti metasuperficiali

I ricercatori del TMOS, l'ARC Centre of Excellence for...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Google non eliminerà i cookie di terze parti

Google non intende più interrompere il supporto per i...

Missioni Apollo: come osservare i siti di allunaggio

Le missioni Apollo hanno avuto un incredibile successo e...

Data center e l’IA: ufficiale impatto negativo in 2 ambiti

Negli ultimi anni, i data center e l'IA (Intelligenza...

TeraNet: laser spaziali per velocità internet 1000x

La 'TeraNet' della University of Western Australia, una rete...

Articoli correlati

Popular Categories