Nike produrrà scarpe biodegradabili in carbonio

Secondo un recente comunicato stampa, il gigante dell'abbigliamento sportivo ha già realizzato scarpe con la spazzatura, ma ora punta a utilizzare i gas serra come fonte di materiale per le scarpe Nike. Le scarpe a base di carbonio saranno biodegradabili, questo serve anche come un interessante esempio di grandi aziende che riducono la propria "impronta di carbonio", invece di convincere i privati ​​a incolpare se stessi per il cambiamento climatico

Secondo un recente comunicato stampa, il gigante dell’abbigliamento sportivo ha già realizzato scarpe con la spazzatura, ma ora punta a utilizzare i gas serra come fonte di materiale per le scarpe Nike. Le scarpe a base di carbonio saranno biodegradabili, questo serve anche come un interessante esempio di grandi aziende che riducono la propria “impronta di carbonio“, invece di convincere i privati ​​a incolpare se stessi per il cambiamento climatico.

Nike collabora con il produttore di AirCarbon Newlight

Nike annuncia una nuova partnership con Newlight, che è un’azienda biotecnologica focalizzata sullo sviluppo di un mezzo per convertire il carbonio in un’alternativa alla plastica e alla pelle. Newlight ha un materiale AirCarbon proprietario che è qualcosa di più che neutrale al carbonio: è letteralmente carbonio negativo, poiché è a base biologica e biodegradabile al 100%. “AirCarbon offre un’opportunità per ridurre ulteriormente il nostro impatto sul pianeta”, ha affermato il Chief Sustainability Officer di Nike Noel Kinder, in un comunicato stampa. “I materiali rappresentano il 70% dell’impronta di carbonio totale di Nike e stiamo accelerando i nostri sforzi ed esplorando nuove opportunità in questo spazio perché, nella corsa contro il cambiamento climatico, non possiamo aspettare soluzioni, dobbiamo lavorare insieme e creare loro.”

Per produrre il suo AirCarbon, Newlight estrae dagli oceani i microrganismi che mangiano ossigeno e carbonio per trasformarli all’interno dei loro corpi in poliidrossibutirrato, noto anche come PHB. Dopo 10 anni di maturazione della sua arte, l’azienda ha scoperto come essiccare il PHB in una polvere bianca che può poi essere fusa in diverse forme utili, come fogli, fibre e persino forme solide. Al momento della scrittura, l’azienda ha due marchi al dettaglio in grado di implementare AirCarbon, in due dei settori più pesanti per i rifiuti. Uno di loro, Covalent, utilizza AirCarbon di Newlight per produrre portafogli, borsette, occhiali da sole e accessori tecnologici, mentre l’altro rivenditore, Restore, produce posate e cannucce AirCarbon.

Limitare le emissioni di gas serra delle aziende è fondamentale

Naturalmente, Newlight non si aspetta di salvare il mondo in un anno fiscale. Ma è un metodo ambizioso per proliferare pratiche più attente al clima dall’alto verso il basso. “La nostra missione è cambiare su larga scala e ci sono pochi partner migliori al mondo di Nike per aiutarci a raggiungere questo obiettivo”, ha affermato Mark Herrema, CEO di Newlight. “Siamo entusiasti di esplorare come AirCarbon può aiutare Nike a decarbonizzare i suoi prodotti e raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di riduzione del carbonio”. Per essere chiari, questa è una buona cosa. Le industrie dell’abbigliamento e degli accessori producono una quantità irragionevole di gas serra, con l’industria della moda che da sola rappresenta circa il 10% delle emissioni globali di carbonio e quasi il 20% delle acque reflue, secondo un rapporto della BBC .

 

Tuttavia, dovremmo sempre diffidare degli slogan alla moda come “impronta di carbonio”, poiché il termine è stato inventato da una società di pubbliche relazioni sul libro paga di British Petroleum , proprio per aiutarci a convincere noi, privati, a incolpare noi stessi e il nostro impatto sul ambientale, invece delle aziende di combustibili fossili che rappresentano la stragrande maggioranza delle responsabilità per la catastrofe ambientale che sta investendo il mondo con enormi incendi, condizioni meteorologiche insolitamente estreme, specie animali morenti e innalzamento del livello medio del mare. Ciò significa che Nike, in collaborazione con Newlight, produrrà scarpe direttamente dai rifiuti di carbonio, invece di limitarsi a dire ai consumatori di incolpare se stessi per le loro abitudini di spesa tossiche, è un bene netto in un mondo in rapido riscaldamento .

Articoli più letti

Related articles