Melanoma, vaccino anti cancro a mRna dimezza rischio morte a 3 anni

Indice

(Adnkronos) –
Nuovi dati spingono in avanti il percorso del vaccino anti cancro a mRna. Le aziende Moderna e Merck (Msd fuori da Stati Uniti e Canada) hanno reso noti i risultati del follow-up a 3 anni dei pazienti con melanoma trattati con il vaccino sperimentale mRNA-4157 (V940) abbinato alll'immunoterapia di Merck pembrolizumab (Keytruda*) nell'ambito di un trial clinico di fase 2b. La combinazione ha ridotto il rischio di recidiva o morte del 49% e il rischio di metastasi a distanza o morte del 62% rispetto alla sola immunoterapia, ad un follow up mediano di circa 3 anni. Dati che evidenziano come gli effetti stiano continuando nel tempo. I pazienti protagonisti del trial sono pazienti con melanoma in stadio III/IV con elevato rischio di recidiva dopo resezione completa.  Le aziende hanno avviato studi di fase 3 come trattamento adiuvante in pazienti con melanoma ad alto rischio e carcinoma polmonare non a piccole cellule e pianificano di espandere rapidamente ad altri tipi di tumore. —salutewebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

In Tendenza

Puglia 2024: tutti gli eventi per un’estate indimenticabile

I villaggi all inclusive in Puglia stanno diventando sempre...

Archimede, specchi ustori o palle incendiarie?

Poiché Archimede riuscì realmente a incendiare le navi romane perfezionando armi da getto in grado di lanciare sostanze incendiarie, si è sostenuto che alla base della leggenda degli specchi ustori vi sia un'errata traduzione di una voce greca, che si sarebbe riferita a "sostanze incendiarie" e sarebbe stata interpretata erroneamente come "specchi ustori"

Rapporto Limits to Growth: il 2030 segnerà il declino della civiltà

Limits to Growth è tanto impressionante quanto intimidatorio. Tutti i risultati per il nostro futuro prevedono un declino della nostra civiltà entro i prossimi 20 anni

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Data center e l’IA: ufficiale impatto negativo in 2 ambiti

Negli ultimi anni, i data center e l'IA (Intelligenza...

Articoli correlati

Popular Categories