4.5 C
Rome
domenica, Dicembre 4, 2022
HomeAlimentazione e SaluteUn caso su dieci di malattia coronarica potrebbe essere prevenuto guardando di...

Un caso su dieci di malattia coronarica potrebbe essere prevenuto guardando di meno la TV

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Guardare troppa TV è collegato a un aumento del rischio di malattie coronariche indipendentemente dal corredo genetico di un individuo, almeno, così afferma un team di ricercatori dell’Unità di epidemiologia del Medical Research Council (MRC), dell’Università di Cambridge e dell’Università di Hong Kong.

In uno studio pubblicato il 23 maggio 2022 su BMC Medicine, gli scienziati dimostrano che – ipotizzando un nesso causale – l’11% dei casi di malattia coronarica potrebbe essere prevenuto se le persone guardassero meno di un’ora di TV al giorno.

Secondo la British Heart Foundation, la malattia coronarica è una delle principali cause di morte nel Regno Unito, responsabile di circa 64.000 decessi ogni anno. Nel Regno Unito, un uomo su otto e una donna su 15 muoiono a causa della malattia. Le persone con malattia coronarica hanno il doppio delle probabilità di avere un ictus.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---
Il team ha creato punteggi di rischio poligenico per ogni individuo, ovvero il loro rischio genetico di sviluppare malattie coronariche sulla base di 300 varianti genetiche note per influenzare le loro possibilità di sviluppare la condizione. Come previsto, gli individui con punteggi di rischio poligenico più elevati erano a maggior rischio di sviluppare la condizione.
Uno dei principali fattori di rischio per la malattia coronarica è il comportamento sedentario, in altre parole, stare seduti per lunghi periodi di tempo piuttosto che essere fisicamente attivi.
Per esaminare il legame tra il tempo trascorso in comportamenti sedentari basati sullo schermo come la visione della TV e l’uso del computer nel tempo libero, il DNA di un individuo e il loro rischio di malattia coronarica, i ricercatori hanno esaminato i dati della biobanca britannica, uno studio che include oltre 500.000 adulti che sono stati seguiti prospetticamente per circa 12 anni.

Le persone che guardavano più di quattro ore di TV al giorno si sono rivelate a maggior rischio di contrarre la malattia, indipendentemente dal loro punteggio di rischio poligenico. Rispetto a questi individui, le persone che guardavano due o tre ore di TV al giorno hanno un tasso relativamente inferiore del 6% di sviluppare la condizione, mentre coloro che guardavano meno di un’ora di TV hanno dimostrato un tasso relativamente inferiore del 16%. Queste associazioni erano indipendenti dalla suscettibilità genetica e da altri fattori di rischio noti.

Il tempo libero trascorso utilizzando un computer non sembra influenzare il rischio di malattia.

Il nostro studio fornisce approfondimenti unici sul ruolo potenziale che la limitazione della visione della TV potrebbe avere nella prevenzione della malattia coronarica“, ha affermato il dottor Youngwon Kim, assistente professore presso l’Università di Hong Kong e ricercatore in visita presso l’Unità di epidemiologia dell’MRC, corrispondente dello studio autore. “Gli individui che guardano la TV per meno di un’ora al giorno hanno meno probabilità di sviluppare la condizione, indipendentemente dal loro rischio genetico.

Limitare la quantità di tempo in cui si sta seduti a guardare la TV potrebbe essere un utile, e relativamente leggero, cambiamento nello stile di vita che potrebbe aiutare le persone con un’elevata predisposizione genetica alla malattia coronarica, in particolare, a gestire il proprio rischio“.

La dott.ssa Katrien Wijndaele dell’Unità di epidemiologia dell’MRC, l’ultima autrice dello studio, ha dichiarato: “La malattia coronarica è una delle cause più importanti di morte prematura, quindi è importante trovare modi per aiutare le persone a gestire il rischio attraverso la modifica dello stile di vita.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di ridurre la quantità di comportamento sedentario e di sostituirlo con attività fisica di qualsiasi intensità come modo per mantenersi più sani. Sebbene non sia possibile dire con certezza che stare seduti a guardare la TV aumenti il ​​rischio di malattia coronarica, a causa di vari potenziali fattori di confusione ed errori di misurazione, il nostro lavoro supporta le linee guida dell’OMS. Suggerisce un modo semplice e misurabile per raggiungere questo obiettivo per la popolazione generale e per gli individui ad alto rischio genetico di malattia coronarica”.

Ci sono diversi potenziali motivi che potrebbero spiegare il legame tra la visione della TV e il rischio di malattie coronariche, afferma il team, e in particolare, perché non è stato trovato alcun collegamento con l’uso del computer.

La visione della TV tende a verificarsi la sera dopo la cena, di solito il nostro pasto più calorico, che porta a livelli più elevati di glucosio e lipidi, come il colesterolo, nel sangue. Le persone spesso fanno anche più spuntini quando guardano la TV rispetto a quando navigano sul Web, ad esempio. Infine, la visione della TV tende a essere prolungata, mentre è più probabile che le persone che utilizzano il proprio computer interrompano la propria attività.

Referene: “Genetic susceptibility, screen-based sedentary activities and incidence of coronary heart disease” ​​23 maggio 2022, BMC Medicine .
DOI: 10.1186/s12916-022-02380-7

Articoli più letti