Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la sopravvivenza in caso di disastri o emergenze? Che tu sia preoccupato per rivolte, un collasso economico o semplicemente desideri essere pronto per le emergenze quotidiane, il primo passo dovrebbe essere quello di mettere insieme un kit di sopravvivenza urbana personalizzato che sia su misura per le tue esigenze

1291
Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere
Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la sopravvivenza in caso di disastri o emergenze? Che tu sia preoccupato per rivolte, un collasso economico o semplicemente desideri essere pronto per le emergenze quotidiane, il primo passo dovrebbe essere quello di mettere insieme un kit di sopravvivenza urbana personalizzato che sia su misura per le tue esigenze.

Anche se gli abitanti delle città sono più a rischio di quelli delle zone rurali nel caso di un disastro importante e generalizzato, c’è ancora che puoi fare per prepararti.

Per prima cosa scopriremo i tre tipi di kit di sopravvivenza urbana che dovresti avere, quindi passeremo agli strumenti più importanti che dovrebbero essere presenti nella maggior parte dei kit. Ultimo ma non meno importante, parleremo di altri elementi importanti che dovresti considerare.

Sopravvivenza urbana vs rurale

Sebbene i fondamenti della sopravvivenza non cambino in un ambiente urbano, il terreno, il contesto e l’ambiente circostante influenzeranno sicuramente molte delle tue decisioni. Avrai comunque bisogno dell’accesso a tutti gli elementi essenziali per la sopravvivenza sotto forma di aria, riparo, cibo, acqua e protezione, ma è probabile che l’ordine e la priorità di questi elementi essenziali cambieranno.

Per cominciare, la caratteristica più ovvia degli ambienti urbani è il terreno stesso. sarai nella giungla di cemento e il movimento dentro, intorno o attraverso gli edifici e lungo le strade principali che potrebbero essere intasate dai veicoli altererà il modo in cui cerchi le cose di cui hai bisogno o i tuoi tentativi di allontanarti dalla città.

Poi hai l’altra caratteristica distintiva degli ambienti urbani. Le persone, o meglio la densità della popolazione.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Non sei mai veramente solo in una città. c’è sempre qualcuno nelle vicinanze, e anche nel mezzo di un grave disastro avrai a che fare con un numero enorme di persone, molte più che in qualsiasi altro scenario di sopravvivenza.

Questo può aiutarti ma può anche farti del male, e in entrambi i casi la tua postura mentre tenti di sopravvivere deve adattarsi di conseguenza o rischierai seri problemi. In un ambiente urbano, in particolare in uno scenario in cui le scorte tendono ad esaurirsi in fretta, potrebbe significare l’inizio della lotta per la sopravvivenza, soprattutto bisogna considerare che il collasso delle istituzioni e il conseguente sbandamento delle forze di polizia aumenterebbe fortemente l’aumento di attività criminali nelle aree urbane. In questo scenario, rendere palese il fatto di essere ben attrezzati e con delle scorte probabilmente ti renderà un bersaglio potenziale.

Indipendentemente da ciò, mantenere un profilo il più basso possibile in un’area urbana, anche dopo un grave disastro, è sempre una buona idea. Ciò significa che, quando uscirai allo scoperto, la selezione dei tuoi percorsi e la scelta del bagaglio da portarti diventano fondamentali.

Anche in tempi normali, andare in giro con uno zaino rigonfio, un equipaggiamento mimetico o qualsiasi indicatore evidente di uno stile di vita da prepper è un ottimo modo per attirare il tipo sbagliato di attenzione, o addirittura metterti in evidenza per una rapina.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

3 tipi di kit di sopravvivenza urbana

Se vuoi farlo bene, dovrai mettere insieme 3 tipi di kit. Non preoccuparti, non è né difficile né costoso. Avrai bisogno:

  • un kit EDC per il trasporto quotidiano: cose che hai quasi sempre con te
  • una borsa GHB in casa (una borsa aggiuntiva che tieni nelle tue vicinanze, ad esempio in un cassetto della scrivania o nel portabagagli dell’auto)
  • uno zaino bug out (uno zaino normale progettato per evacuare dalla città quando SHTF)

Quindi esaminiamo gli articoli che dovrebbero essere in queste borse, tenendo presente che questo non è un elenco esaustivo.

La lista

Per prepararti al caos urbano, sii saggio e pratico. Non pensare ai gadget più popolari. Non c’è bisogno di mettersi in mostra quando tutti scappano. Prendi in considerazione strumenti leggeri con più funzioni. Inoltre, potresti dover viaggiare all’aperto o stare molto in luoghi pubblici. I coltelli possono essere confiscati, quindi è utile avere un’alternativa a portata di mano.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

1) Coltello pieghevole

Un coltello pieghevole è uno dei migliori strumenti per tutti gli usi che possono essere facilmente nascosti. Dovrebbe essere un punto fermo in qualsiasi kit di sopravvivenza, ma assicurati di poterlo portare legalmente oppure nascondilo molto bene.

Un buon coltello pieghevole dovrebbe essere il tuo compagno costante in città in ogni momento. Scegli con attenzione, poiché molte delle principali aree metropolitane hanno leggi serie che regolano lo stile del coltello, l’azione e la lunghezza della lama.

Il tuo coltello pieghevole dovrebbe essere robusto e in grado di gestire compiti d’utilità e di taglio di emergenza, senza violare la legge.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

2) Cellulare

Un telefono cellulare è come l’ossigeno per gli abitanti delle città. Certo, in questo momento puoi caricarlo ovunque, al lavoro, in macchina e anche nei luoghi pubblici, ma cosa succede quando si verifica un grave disastro?

Li ami o li odi, i telefoni cellulari sono qui per restare e sono una parte intrinseca della vita moderna.

Il telefono cellulare funge da hub di comunicazione per chiamate vocali, navigazione internet, e-mail e messaggi di testo e può anche eseguire molte altre attività vitali per la sopravvivenza, come la memorizzazione di informazioni di contatto e mappe, manuali di sopravvivenza, senza contare le app come bussola, GPS e altro ancora. Tuttavia, non va bene senza alimentazione, quindi assicurati di tenerlo carico.

Se hai l’elettricità, il tuo telefono potrebbe essere lo strumento di sopravvivenza più importante che hai in tasca.

Suggerimento: quando acquisti un nuovo telefono, tieni sempre quello vecchio come riserva invece di venderlo.

Un’altra cosa molto utile che puoi fare è procurarti un caricabatterie solare, fondamentale mentre ti sposti o se la rete elettrica è interrotta per qualsiasi motivo. Quando si tratta di mettere insieme kit di sopravvivenza, la ridondanza è il tuo migliore amico.

3) Accendifuoco

Solo perché sei in città non significa che non dovrai mai accendere un fuoco se vuoi stare al caldo. Basta chiedere a una qualsiasi delle innumerevoli migliaia di senzatetto che abitano questi luoghi.

Che si tratti di un parco, di un barile o semplicemente di un piccolo fuoco contenuto da mattoni o blocchi di cemento, potrebbe fare la differenza tra rimanere in vita o morire congelati. Di conseguenza, un accendifuoco è d’obbligo. Consiglio di avere sempre una scorta di gli accendini usa e getta Bic per la loro convenienza, sicura funzionalità e facilità d’uso.

Gli accendini come Zippo e Bic non sono solo compatti ma anche migliori dei fiammiferi. Tienili entrambi, per ogni evenienza. Alla fine, entrambi insieme non peseranno più di 100 grammi.

Come supporto, scegli un’asta di ferro o un accendifuoco in magnesio. dovrebbe funzionare nella maggior parte delle condizioni meteorologiche.

4) Pistola stordente

In alcuni luoghi, le pistole stordenti potrebbero essere l’unica arma di autodifesa effettivamente non regolamentata e legale da trasportare per i civili. Anche se tutt’altro che ideali, le pistole stordenti infliggono colpi dolorosi al contatto e il rumore e le scintille dell’arco voltaico potrebbero essere sufficienti per fermare un combattimento prima che inizi.

In un’emergenza urbana in cui puoi avere a che fare con un aggressore, o anche con animali, se è per questo, un taser può paralizzare rapidamente il tuo nemico. Un Taser ad alta capacità può produrre fino a 53.000.000 di watt di potenza, abbastanza da causare la paralisi.

5) Multiutensile

Un multiutensile vale il suo peso in oro durante qualsiasi situazione di sopravvivenza e per molte attività pratiche può sostituire efficacemente una borsa degli attrezzi o una cassetta degli attrezzi grande e pesante. Qualunque varietà tu preferisca, tienilo a portata di mano. Credimi, ne avrai bisogno.

due piccole torce
La torcia a sinistra è a manovella, quella a destra funziona con una batteria AA.

6) Torcia

Una torcia è un altro strumento senza il quale nessun preparatore degno di questo nome dovrebbe mai uscire di casa. gli esseri umani non se la cavano bene al buio. Una torcia può bandire l’oscurità e in caso di disastro anche in città potresti non poter contare sull’illuminazione elettrica.

Considera anche l’inclusione di un faro leggero con fascia frontale e a lunga durata della batteria per liberare le mani per attività di base come la navigazione o il lavoro su qualcosa.

Che si tratti di attraversare un vicolo buio o decifrare una mappa nell’oscurità, una torcia è un punto fermo in qualsiasi kit di sopravvivenza.

6) Paracord

Una corda è un altro di quei rifornimenti di sopravvivenza elementari per i quali troverai costantemente usi e non tenterò nemmeno di elencarli tutti qui. Detto questo, per alcune attività incentrate sulla città come l’immobilizzazione di porte e maniglie delle porte o la costruzione di allarmi di allerta precoce ne avrai sicuramente bisogno.

Un piccolo gomitolo di paracord o un bracciale in paracord se desideri qualcosa di ancora più leggero non occupa praticamente spazio nello zaino e pesa quasi nulla. C’è un elenco infinito di modi in cui puoi usare Paracord. Inoltre, i braccialetti Paracord sono un ottimo modo per trasportare l’attrezzatura, perché ti toglieranno un po’ di peso dalla schiena.

7) Cassetta di pronto soccorso

Ci sono innumerevoli modi per farsi male durante qualsiasi disastro e innumerevoli altri per farsi male in una città che è stata sottoposta a un disastro. Macerie, metallo contorto, chiodi e tondini esposti, vetri rotti, l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Assicurati di avere un kit di pronto soccorso in grado di gestire tutte le lesioni e le malattie di base che potresti aspettarti di incontrare in una città e sapere come metterle a frutto.

Questo è un must in qualsiasi kit di sopravvivenza. Alcune delle cose da includere:

  • un assortimento di bende
  • crema antibiotica
  • disinfettante per le mani
  • guanti in lattice
  • aspirina
  • Ibuprofene
  • laccio emostatico.

Conservalo in un contenitore impermeabile e antiperforazione.

8) Pennarello

Potresti pensare che l’umile pennarello, o qualsiasi altro pennarello indelebile equivalente, sia un’inclusione strana e specifica per il tuo kit di sopravvivenza urbana, ma in realtà ha molto senso.

Per lasciare segni indelebili che gli altri nel tuo gruppo possono riconoscere prendendo appunti che non puoi rischiare di logorare o lavare via, un pennarello funziona meravigliosamente. Sono anche vitali per alcune procedure di assistenza ai sinistri, come segnare l’ora di un intervento sulla fronte del paziente o in un’altra posizione visibile sul suo corpo.

9) Coperta di emergenza

Si tratta di fogli rivestiti in metallo leggero, precedentemente sviluppati per i viaggi nello spazio e che faranno un ottimo lavoro per tenerti al caldo.

Le coperte di emergenza, a volte chiamate coperte spaziali, sono quelle coperte di alluminio color oro o argento che di solito si vedono avvolte attorno alle vittime sulle scene degli incidenti, che vengono fornite dai primi soccorritori.

Questo è per una buona causa, poiché nonostante il loro aspetto fantascientifico, queste coperte sono in grado di mantenere fino al 90% del calore corporeo di una persona. Sono estremamente efficaci, praticamente non pesano e sono super compatte una volta piegate.

10) Filtro acqua personale

Un filtro per l’acqua è una parte obbligatoria di qualsiasi kit di sopravvivenza a tutto tondo, inclusi, sorprendentemente per alcuni, i kit di sopravvivenza specifici per le città. Potresti pensare che un ambiente urbano sia quello in cui non avrai grandi difficoltà a localizzare l’acqua potabile, circondato come sei da innumerevolifontanelle e montagne di acqua in bottiglia nei negozi e nei supermercati.

Sfortunatamente, molte forniture idriche cittadine sono funzionali e sicure da bere solo grazie a una rete labirintica di infrastrutture di pompaggio e trattamento che è vulnerabile ai danni e, in caso di disastro, tu e tutti gli altri competerete per quella fornitura relativamente piccola di acqua in bottiglia che scomparirà in breve.

In quella situazione un filtro per l’acqua ti consentirà di bere in sicurezza da fonti d’acqua che potrebbero essere contaminate da solidi disciolti e contenere minacce batteriche o virali. I migliori filtri personali sembrano essere questi due: Sawyer Mini e Lifestraw.

LifeStraw ti aiuterà a ottenere acqua pulita da fonti non filtrate come stagni, fontane e laghi. Superando gli standard dei filtri EPA Water, può purificare 1000 litri di acqua e rimuove fino al 99,99% dei batteri. Il Sawyer Mini, tuttavia, è in grado di purificare molta più acqua.

Tieni a portata di mano anche alcune pastiglie per la purificazione dell’acqua. Sono efficienti, economichee leggere.

11) Occhiali di sicurezza

Polvere nell’aria, fumo, foschia e altro particolato possono danneggiare i tuoi occhi e le collisioni o le macerie che cadono possono facilmente creare proiettili ad alta velocità che potrebbero ferirti agli occhi.

Proteggere gli occhi è sempre una buona idea. Puoi usare occhiali protettivi di qualsiasi tipopurché siano robusti.

12) Guanti da lavoro

Come accennato in precedenza nella voce per i kit di pronto soccorso, le città contengono innumerevoli pericoli che aspettano di aprirti, perforarti o bruciarti.

Dal momento che il tuo mezzo principale per interagire con il mondo è attraverso le tue mani e dipenderai dalle tue mani per soddisfare praticamente tutti i tuoi requisiti di sopravvivenza, faresti meglio a proteggerle. Un buon set di robusti guanti da lavoro è la tua prima linea di difesa.

13) Poncho antipioggia

Questo non solo ti proteggerà dagli elementi (pioggia, vento), ma può essere utilizzato per una varietà di altri compiti.

Non sarai sempre in grado di entrare in un edificio durante il maltempo e ci saranno molte volte in cui non vorrai farlo per una serie di motivi. Un leggero poncho antipioggia ti aiuterà a mantenerti caldo e asciutto anche quando i cieli si aprono sulla giungla di cemento.

14) Mappe

Le mappe sono un’altra inclusione essenziale per la sopravvivenza urbana. I disastri spesso stravolgono tutto, cancellano i segnali stradali, rimuovono i punti di riferimento e coprono tutto con fumo sporco e polvere grigia. È facile girarsi e disorientarsi, quindi assicurati di avere una mappa che ti aiuti a trovare la strada.

Hai bisogno di mappe della tua città, compresi i dintorni.

15) Maschera respiratoria

Forse più di qualsiasi altro ambiente, una crisi all’interno di una città, in particolare quella che ne risulta e grandi incendi o il crollo di edifici riempiranno l’aria di polvere soffocante e altri particolati, roba che può facilmente asfissiarti e creare gravi problemi di salute a lungo termine.

Devi essere preparato a contrastare questo rischio con un respiratore, o con mascherine classificate N95 o superiore.

16) Nastro adesivo

Il nastro adesivo è il migliore amico di un preparatore. Capace di riparare quasi tutto o di aiutarti a creare qualsiasi cosa tu possa pensare, un buon nastro adesivo vale il suo peso in oro durante una situazione di sopravvivenza, e forse in nessun posto è più applicabile che in una città dove lo avrai abbondanza di materiali tra cui scegliere.

Questo è un prodotto su cui dovresti assolutamente spendere un po’ di più per ottenere il meglio dal meglio. la differenza tra la forza adesiva e la durata del supporto in tessuto è notevole.

17) Radio di emergenza

Una radio di emergenza ti consentirà di sintonizzarti e ricevere aggiornamenti su qualsiasi cosa, dal maltempo ad altre notifiche governative sulla situazione in corso quando si è verificato un disastro. questi dispositivi sono economici e alcuni di essi hanno persino una dinamo azionata a manovella per aiutarti a generare energia quando non sono disponibili altre fonti di alimentazione.

In un disastro o in un’emergenza su larga scala, sapere cosa sta succedendo sarà fondamentale, quindi sai dove puoi e dove non puoi andare. È probabile che la TV o persino Internet non funzionino.

18) Batterie di ricambio

Facciamo tutti affidamento su dispositivi elettrici nella nostra vita quotidiana e, anche nel mezzo di una situazione di sopravvivenza, alcuni dei tuoi strumenti più importanti, come le torce elettriche, i fari e i telefoni, fanno affidamento sulle batterie per funzionare.

Dovresti sempre usare l’energia con parsimonia, ma devi anche batterie di riserva per quando è necessario.

Ti serviranno per le torce elettriche, le radio di emergenza e per gli altri dispositivi.

Chiavetta USB e scheda SD
Chiavetta USB e scheda SD.

19) Chiavetta USB

Un’unità USB portatile è una preparazione spesso trascurata perché ti consente di trasportare documenti importanti e immagini o scansioni degli stessi e di qualsiasi altra informazione vitale relativa alle tue buone intenzioni o CV e tenerli con te indipendentemente da qualsiasi connessione al cloud storage o altro reti informative.

Assicurati di crittografare il contenuto e di proteggerlo con password, quindi tienilo con te e al sicuro conservandolo in un contenitore impermeabile o in un sacchetto di plastica.

Come preparatore, dovresti sempre conservare un backup dei tuoi dati riservati, documenti d’identità, documenti bancari, passaporto e così via. A volte, la memoria nel telefono non è sufficiente per archiviare tutti i tuoi video di sopravvivenza, corsi e così via.

E anche se bastasse, non fa mai male conservare le copie di backup su una chiavetta USB o su una scheda SD, da conservare in contenitori impermeabili, antiurto e antiperforazione.

20) Contanti

Il denaro è una risorsa vitale per la sopravvivenza. Sebbene molte persone lo dichiarino malvagio o lo omettano del tutto dalle proprie scorte di sopravvivenza, forse a causa della convinzione errata che diventerà magicamente inutile dopo un disastro, la realtà è molto diversa.

A parte un evento assolutamente disastroso nella sua portata, un vero e proprio rovesciamento della società, il denaro sarà sempre prezioso per il giusto tipo di persona e potrà comprarti le provviste necessarie, un passaggio fuori città o altri favori che potrebbero fare la differenza. Tienine sempre un po’ con te.

Non tenere mai tutti i tuoi soldi in un posto. Anche nascondere i soldi nei calzini o anche nella biancheria intima non è una cattiva idea.

A seconda del budget, punta ad avere tra 50 e 200 euro sparsi nei tuoi kit e un importo simile nel tuo portafoglio in ogni momento. Mantieni banconote e spiccioli più piccoli, in modo da avere spiccioli per i distributori automatici o per avere gli importi esatti per l’oggetto che stai cercando di acquistare.

21) Bottiglia d’acqua

L’acqua, come detto, è una preziosa risorsa di sopravvivenza anche in una città ma ti servirà un modo per portarla con te in modo semplice ed efficace proteggendola dalle rotture. Una moderna bottiglia d’acqua in plastica o metallo ad alto impatto è sempre utile.

L’acqua è l’essenza della vita e, secondo la regola del tre, è molto più importante del cibo. Tieni sempre una bottiglia d’acqua da 500 ml, insieme ad un filtro come parte della tua borsa.

Inoltre, tieni una bottiglia d’acqua da 2 litri nel bagagliaio della tua auto. Anche se fa caldo, in caso di emergenza è comunque meglio che niente. Quando inizia il panico, trovare l’acqua può essere una sfida.

22) Cibo

Anche il cibo è un’importante risorsa di sopravvivenza, anche se non così pressante come l’acqua. tuttavia, anche se puoi passare diverse settimane senza un boccone di cibo prima di morire di fame, i tuoi livelli di energia diminuiranno continuamente se non sarai in grado di reintegrare le calorie spese.

Snack portatili e altri alimenti densi di energia che non richiedono preparazione sono ottime inclusioni per un kit di sopravvivenza urbana. Tavolette di cioccolato, barrette energetiche e così via.

Se dovrai muoverti in una situazione urbana, non avrai bisogno di molto cibo. Dovrebbe bastare qualcosa di leggero e ricco di calorie. Cose come:

  • Le caramelle dure possono rivelarsi una gioia nei momenti difficili. Potrebbe rallegrare i tuoi bambini e il dolcificante presente in esso aumenterà i livelli di energia.
  • Barrette energetiche. Ci sono un sacco di barrette alimentari là fuori che hanno un ottimo valore nutritivo.

Non mettere nello zaino troppo cibo perché il peso ti rallenterà. Te ne serve giusto quello necessario per durare fino a quando non raggiungi una sede permanente, dove avrai già accumulato scorte di cibo o avrai mezzi per procurarselo.

Oggetti aggiuntivi

Fischietto d’emergenza

Un fischietto di sopravvivenza di qualità può emettere uno strillo penetrante che può essere facilmente ascoltato nel frastuono e nel trambusto di una città. Questa è anche un’opzione eccellente per chiamare le persone che sono con te ma si sono momentaneamente separate, o per segnalare la tu7a presenza a potenziali soccorritori.

Spray al peperoncino

Lo spray al peperoncino è il migliore amico degli abitanti delle città e una delle migliori opzioni difensive meno letali disponibili. Lo spray al peperoncino di alta qualità non è uno scherzo e tutt’altro che un semplice fastidio.

La maggior parte delle persone che non sono estremamente motivate o eccitate dalle droghe che alterano la percezione perderanno rapidamente la loro aggressività dopo una buona dose di spray al peperoncino e probabilmente eviterai una rissa. Ancora meglio, lo spray al peperoncino è legale praticamente ovunque.

TP / Salviette per neonati

Non trascurare l’igiene personale in uno scenario di sopravvivenza, poiché in queste situazioni si propagano rapidamente pestilenze e infezioni. Puoi renderti le cosepiù facili portando con te un pacchetto di salviette per neonati.

Spazzolino

Avere un kit da viaggio per l’igiene orale è fondamentale.

Penna tattica

Per una discreta autodifesa da usare come arma di sorpresa, una penna tattica può essere la cosa giusta oltre a uno strumento di scrittura utile e resistente.

Una penna tattica si basa sul suo robusto corpo in metallo e sulle superfici zigrinate per infliggere danni quando viene spinta contro un avversario.

Scheda degli strumenti

La scheda degli strumenti è una sorta di opzione complementare a un multi-strumento, l’unico che è così totalmente compatto che può letteralmente andare ovunque tu vada senza alzare un sopracciglio perché si adatta facilmente alla maggior parte dei portafogli.

La scheda degli attrezzi è una custodia o un supporto delle dimensioni di una carta di credito contenente una varietà di strumenti utili, ma piccoli e leggeri, di tutto, da driver e forbici a lenti d’ingrandimento e persino torce lucciole ultra compatte.

Piccolo piede di porco

…così puoi aprire porte e finestre.

Coppia extra di calzini, biancheria intima.

Autoesplicativo.

Giacca leggera

Per tenersi al caldo mentre si lavora sodo e ci si muove velocemente.

Scaldamani

Ideale per mantenere le mani calde e flessibili nei climi più freddi.

Apriscatole e apribottiglie

Non li userai per cibi e bevande contenuti nel tuo kit, ma potresti trovare e raccogliere bottiglie e scatolette lungo la strada. Inoltre, saranno utili nelle situazioni quotidiane.

Borse e Zaini

La tua attrezzatura ha bisogno di protezione da urti, cadute, acqua, umidità. Inoltre, hai bisogno di un contenitore che sia leggero, non si distingua e non costi una fortuna.

Cesoie

I tronchesi sono un altro strumento di accesso che possono permetterti di ottenere riparo, rifornimenti o vie di ingresso e uscita che altrimenti ti sarebbero sbarrate da catene e altri ostacoli.

Lampade chimiche

Le luci chimiche, a volte chiamate luci a scatto, sono quei bagliori dall’aspetto spettrale nelle barre scure che vedi spuntare nei club, ai rave e intorno ad Halloween.

Sebbene abbiano una nuova modalità di funzionamento, sono tutt’altro che novità, poiché producono un’illuminazione che dura per ore senza generare calore. sono l’opzione perfetta per l’illuminazione per scopi speciali, la segnalazione di sentieri, persone o edifici.

La bussola è un complemento fondamentale per le mappe sopra menzionate e, anche senza una mappa, la ricerca della direzione di base ti aiuterà a orientarti in un istante, molto più facile a dirsi che a farsi in una città gravemente devastata.

Per il tuo kit considera anche:

  • portafoglio
  • custodia per telefono con tasche aggiuntive per carte di credito e oggetti di sopravvivenza sottili come bende e multi-strumenti a forma di carta di credito
  • cordino appeso al collo
  • cappotti e piumini con molte tasche

Per il bagaglio a casa da utilizzare quando decidi di abbandonare la città, considera:

  • borse e custodie per laptop per spazio aggiuntivo
  • la tua borsa
  • il bagagliaio della tua auto

Abilità prima dell’attrezzatura. Tutti gli strumenti del mondo non ti salveranno se non sai come usarli o se non sei mentalmente preparato a sopravvivere. Col tempo, sentiti libero di perfezionare il tuo kit di sopravvivenza urbana aggiungendo e rimuovendo oggetti come meglio credi. Più ci pensi, meglio sarai in grado di modificarlo.

Tieni a mente la tua famiglia.  Se sei l’unico nella tua famiglia a prepararsi, non sarai in grado di salvare i tuoi cari a meno che anche loro non abbiano i propri kit, oltre alle conoscenze per sopravvivere. Preparare per più persone è una buona idea perché puoi acquistare all’ingrosso cose come bende e persino filtri per l’acqua personali.

Considera il peso dei tuoi kit. Non vuoi che questi oggetti di sopravvivenza siano troppo pesanti, in particolare in una situazione di sopravvivenza nella quale devi agire velocemente e potrebbe essere necessario correre. Riduci il peso:

  • rimuovendo gli oggetti non necessari,
  • utilizzando versioni più piccole e leggere di questi oggetti di sopravvivenza (ma non scendere a compromessi sulla qualità),
  • e concentrati sulle tue abilità, perché più abilità hai, meno attrezzatura ti servirà!

Un’ultima parola

Allora, sei pronto per iniziare a mettere insieme il tuo kit di sopravvivenza? Inizia facendo una lista. Non comprare BOB preconfezionati perché finisci per spendere di più. È molto meglio acquisire e familiarizzare con un articolo alla volta.

È più saggio prendere le cose sul serio ora che pentirsi di non essersi preparati in seguito. Acquisisci ora tutte le abilità necessarie. Sperimenta le novità e supera gli ostacoli acquistando l’essenziale e facendo esercizi di sopravvivenza.

Non dare per scontato che il tuo kit sia perfetto, c’è sempre spazio per miglioramenti… ma non dedicarci troppo tempo, perché ci sono altri aspetti critici della sopravvivenza di cui ti dovrai impratichire.