Intuitive Machines è sulla Luna con il lander Odysseus

Intuitive Machines è la prima compagnia privata a riuscire in un atterraggio morbido sulla Luna. È anchela prima volta che un lander di nazionalità USA torna sulla Luna dal termine del programma Apollo

1
166
Atterrata sulla Luna la missione Nova-C di Intuitive Machines

Il lander IM-1 di Intuitive Machines, chiamato anche Odysseus o “Odie”, si trova sulla superficie lunare dopo aver riscontrato problemi imprevisti ore prima dell’atterraggio.

So che è stato complicato, ma siamo in superficie e stiamo trasmettendo“, ha annunciato Steve Altemus, CEO di Intuitive Machines, in un webcast in diretta. “Benvenuti sulla Luna“.

La compagnia è stata in grado di confermare che il controllo della missione ha ricevuto segnali dalla superficie lunare poco dopo l’atterraggio. Ma è stato solo due ore dopo che Intuitive Machines ha condiviso che la navicella è “in posizione verticale e sta iniziando a inviare dati“, secondo un aggiornamento dell’azienda su X, precedentemente noto come Twitter.

L’atterraggio è storico, poiché segna il primo veicolo spaziale commerciale ad atterrare dolcemente sulla Luna e il primo veicolo prodotto negli Stati Uniti ad atterrare sulla superficie lunare da quando il programma Apollo si è concluso più di cinquant’anni fa. Questa missione è di fondamentale interesse per il cliente principale di Intuitive Machines, la NASA, che sta cercando di esplorare la Luna utilizzando esploratori robotici sviluppati da appaltatori privati ​​prima di inviare astronauti lì entro la fine di questo decennio attraverso il suo programma Artemis.

Nova C e1708680261696
Il lander Odysseus di Intuitive Machines

Oggi, per la prima volta in più di mezzo secolo, gli Stati Uniti sono tornati sulla Luna“, ha affermato l’amministratore della NASA Bill Nelson. “Oggi è un giorno che mostra la potenza e la promessa delle partnership commerciali della NASA. Congratulazioni a tutti coloro che sono coinvolti in questa grande e audace ricerca”.

L’Odysseus è atterrato alle 18:24 ET di giovedì dopo aver utilizzato il suo motore di bordo alimentato a metano per dirigersi verso la superficie craterizzata e ridurre rapidamente la sua velocità di 1.800 metri al secondo.



Un paio d’ore prima dell’atterraggio, un evidente problema con i sistemi di navigazione dell’Odysseus ha costretto il lander a fare affidamento sulla tecnologia sperimentale, determinando una “situazione dinamica”, secondo Gary Jordan, responsabile delle comunicazioni della NASA.

Intuitive Machines ha deciso di riassegnare i sensori di navigazione primari di Odysseus… per utilizzare i sensori del Navigation Doppler Lidar (o NDL) della NASA“, secondo il webcast.

Il carico utile Lidar è una tecnologia sperimentale che mirava a testare come i futuri lander avrebbero effettuato atterraggi più precisi sulla Luna. È progettato per sparare raggi laser al suolo per fornire misurazioni esatte della velocità e della direzione del volo, secondo Farzin Amzajerdian, il principale ricercatore della NASA per lo strumento.

Il rapido cambio di marcia ha permesso alla missione di andare avanti, sfidando le probabilità.

La missione IM-1 arriva nel mezzo di una rinnovata corsa internazionale per la superficie lunare. Dalla fine della corsa allo spazio sovietico-americana del 20° secolo, Cina, India e Giappone hanno tutti fatto atterrare veicoli spaziali sulla Luna, con gli ultimi due che hanno effettuato il loro primo atterraggio negli ultimi sei mesi.

Il lander, grande quanto una cabina telefonica, ha trascorso la scorsa settimana nello spazio, viaggiando per circa 1 milione di chilometri attraverso il vuoto prima di mettersi in orbita lunare mercoledì mattina.

2