HESS J1731-347, una stella strana

I ricercatori dell’Institut für Astronomie und Astrophysik in Germania hanno trovato prove che suggeriscono che la minuscola stella di neutroni, HESS J1731-347, potrebbe in effetti essere una stella strana.

In un articolo, pubblicato sulla rivista Nature Astronomy, Victor Doroshenko, Valery Suleimanov, Gerd Pühlhofer e Andrea Santangelo, descrivono un nuovo approccio per ricalcolare la distanza della stella e la scoperta di caratteristiche che suggeriscono che potrebbe essere una stella di una tipologia insolita denominata stella strana.

Ricerche precedenti avevano proposto che questa tipologia di stella strana dovrebbe assomigliare molto a una stella di neutroni, pur avendo una proporzione molto più grande del normale di quark a causa della rottura delle particelle subatomiche. Queste stelle, suggerisce la teoria, dovrebbero avere proporzioni uguali di quark Strange, Up e Down.

Attualmente, HESS J1731-347 è etichettata come una stella di neutroni, ma è insolita perché la sua massa è inferiore a quella del sole. La teoria suggerisce che le stelle di neutroni non possano mai avere una massa inferiore a 1,1 volte quella del Sole. Di conseguenza, alcuni nella comunità delle scienze spaziali hanno iniziato a chiedersi se HESS J1731-347 potrebbe essere una stella strana.

Per scoprirlo, i ricercatori hanno utilizzato un nuovo approccio per misurare la sua distanza. Hanno utilizzato i dati sulla mappatura di Gaia insieme a nuove informazioni su una stella vicina per ricalcolare la distanza della stella dalla Terra. Hanno scoperto che è molto più vicino di quanto suggerito da ricerche precedenti.

Questa scoperta ha richiesto il ricalcolo delle sue dimensioni e massa: hanno scoperto che la stella ha un raggio di 10,4 chilometri e la sua massa è di appena 0,77 masse solari. Ciò ha portato a chiedersi se possa ancora rientrare nella definizione di stella di neutroni. I ricercatori suggeriscono che la stella non è solo esotica, ma che potrebbe qualificarsi come una stella strana, una stella di quarck.

Saranno necessarie ulteriori ricerche prima che la comunità spaziale possa raggiungere un consenso. Se questa conclusione fosse convalidata, HESS J1731-347 sarebbe la prima stella Strange confermata e anche la teoria alla base della sua esistenza sarebbe confermata. D’altra parte, se si dovesse scoprire che non è una stella strana, potrebbe essere necessario rivedere le teorie sulle stelle di neutroni.

Ulteriori informazioni: Victor Doroshenko et al, A strangely light neutron star within a supernova remnant, Nature Astronomy (2022). DOI: 10.1038/s41550-022-01800-1

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

In Tendenza

Vacanze Sarde: le migliori cose da fare e da vedere a Olbia

Quando si pensa alle vacanze estive, difficilmente non si...

Offerte Amazon: macchine da caffè super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi voglio proporti le...

Archimede, specchi ustori o palle incendiarie?

Poiché Archimede riuscì realmente a incendiare le navi romane perfezionando armi da getto in grado di lanciare sostanze incendiarie, si è sostenuto che alla base della leggenda degli specchi ustori vi sia un'errata traduzione di una voce greca, che si sarebbe riferita a "sostanze incendiarie" e sarebbe stata interpretata erroneamente come "specchi ustori"

Offerte Amazon di oggi: porte USB per pc super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Articoli correlati

Popular Categories