Grande Lago Salato: quali animali ci vivono?

Per decenni si è pensato che il Grande Lago Salato negli Stati Uniti ospitasse ufficialmente solo due animali più grandi di una cella: i gamberi e le mosche d’acqua salata. A parte questo, nelle acque ultrasaline del lago sono stati trovati solo batteri e alghe. Ora, gli scienziati hanno scoperto una terza forma di vita multicellulare che può anche sopportare una quantità sgradevole di sale.

Grande Lago Salato

 Rompendo grumi di fango di carbonato di calcio chiamati microbialiti, formati da microrganismi sul fondo del lago, i ricercatori dell’Università dello Utah hanno confermato quello che i biologi hanno sospettato da tempo: ci sono vermi di varie specie che si dimenano sotto la superficie del lago, lontano dalla nostra vista.

Grande Lago Salato: l’ambiente salino

Il Grande Lago Salato è l’ambiente più salino in cui siano mai stati trovati nematodi. E questo la dice lunga, dal momento che queste creature vivono in quasi tutti gli ambienti estremi del pianeta Terra. I biologi Julie Jung e Michael Werner hano guidato il team che ha i seguito scoperto i vermi. Nella primavera del 2021, hanno iniziato una rigorosa caccia alle creature in un punto del lago che è da tre a sei volte più salato dell’oceano.

Grande Lago Salato

Jung ha spiegato: “All’inizio si trattava semplicemente di raccogliere campioni di segmenti. Ma poi, una volta che abbiamo notato i microbialiti, ne abbiamo spalato piccoli pezzi, abbiamo cercato di preservarne gli strati e li abbiamo riportati in laboratorio”. Laddove altri biologi hanno fallito, Jung e Werner ce l’hanno fatta. Utilizzando una potente tecnica per separare macromolecole come DNA, RNA e proteine, i biologi hanno identificato nematodi vivi in ​​ogni sito in cui hanno raccolto campioni.

Il commento dello studioso

Byron Adams della Brigham Young University, consulente della scoperta, ha detto sui nematodi: “Li avevo cercati anch’io, ma non negli stessi posti. Ancora oggi stiamo scoprendo cose straordinarie su questo lago che si trova alle nostre porte da 170 anni”. I ricercatori hanno ipotizzato che questi vermi nascosti si nutrano dei batteri che vivono e creano questi tappetini.

Possono anche proteggere questi esemplari dal sole e dall’essiccarsi quando l’acqua del lago si ritira. I ricercatori non hanno potuto coltivare i nematodi in laboratorio, quindi per capire come riescono a sopravvivere, il team si è rivolto all’esemplare più studiato di tutti: il Caenorhabditis elegans.

Grande Lago Salato

In laboratorio, questa creatura è stata nutrita con batteri E. coli o con batteri che vivono nei tappeti microbici del Grande Lago Salato. I vermi sono stati poi esposti all’acqua del lago, che è 50 volte più salata dell’habitat abituale di C. elegans. Dopo cinque minuti, i vermi nutriti con E. coli erano morti. Quelli però sostenuti dai microbi locali sono sopravvissuti per più di 24 ore. I risultati hanno suggerito che c’è qualcosa in questa particolare dieta che consente ai nematodi del Grande Lago Salato di sopravvivere.

Curiosità sul Grande Lago Salato

Il Grande Lago Salato è uno dei più noti specchi d’acqua salata del mondo e si trova nello stato dello Utah (USA). Esso è situato nel nord-ovest dello Utah. Si estende per circa 1.700 miglia quadrate (circa 4.400 km²) e può raggiungere una profondità massima di circa 33 piedi (circa 10 metri).Si tratta di uno dei più grandi laghi salati del mondo e contiene un’elevata concentrazione di sali, che lo rende significativamente più salato dell’oceano.

Grande Lago Salato

Il Grande Lago Salato è il residuo di un suo analogo preistorico molto più esteso chiamato Bonneville, che si è formato circa 30.000 anni fa durante l’era glaciale. Dopo il ritiro dei ghiacciai, il Lago Bonneville si è diviso in una serie di laghi più piccoli, a causa dell’innalzamento e del ribasso delle terre circostanti. La concentrazione di sali qui è così elevata che le persone possono galleggiare facilmente sulla superficie dell’acqua, simile all’esperienza nel Mar Morto.

Nonostante le condizioni, il lago supporta una varietà di organismi adattati a vivere in ambienti salini, come brine shrimp (Artemia salina) e alcune specie di alghe. Il lago è punteggiato da numerose isole e penisole, tra cui Antelope Island, la più grande di esse, che è diventata una destinazione popolare per l’osservazione della fauna selvatica. Il Grande Lago Salato è una fonte importante di sali minerali, e diverse aziende estraggono il sale dalle sue acque per scopi commerciali.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

In Tendenza

Venere: individuati possibili segni di vita

Un team di ricercatori ha presentato nuove prove della...

Beta finale di Android 15: diagnostica efficace per tutti

Il mondo della tecnologia mobile è in continua evoluzione,...

Perché le slot semplici saranno sempre popolari su Elabet?

Nonostante ogni mese ci siano decine, o addirittura centinaia...

Le prove dell’allunaggio

A dispetto della propaganda russa, improvvisamente interessata, dopo 50 anni, a sostenere che l'allunaggio sia stato una montatura, e delle competenti parole di campioni dello sport, notoriamente preparati in ingegneria, fisica e astrofisica, siamo stati sulla Luna e abbiamo a disposizione le prove dell'allunaggio, basta avere voglia di esaminarle

Paradosso di Fermi: la realtà non è quella che ci appare

Tra i tentativi più fantasiosi di rispondere al paradosso di Fermi l'ipotesi del planetario vorrebbe che tutti noi fossimo immersi in una simulazione perfetta di una realtà virtuale.

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rhodosporidiobolus fluvialis: nuovo fungo patogeno scoperto in Cina

Un team di scienziati cinesi ha scoperto il Rhodosporidiobolus...

Articoli correlati

Popular Categories