Come funziona il daltonismo

Le rose sono rosse, il cielo è azzurro. L'erba è verde. Queste sono cose che la maggior parte di noi sa per certo e non mette in discussione. E se fossi daltonico?

Le rose sono rosse, il cielo è azzurro. L’erba è verde. Queste sono cose che la maggior parte di noi sa per certo e non mette in discussione. E se fossi daltonico?

La parte dell’occhio che percepisce la luce e si occupa della visione dei colori è chiamata retina. Ci sono strutture nella retina a forma di bastoncelli e coni: i bastoncelli aiutano a vedere in condizioni di scarsa illuminazione, i coni aiutano a vedere a colori e anche a vedere i dettagli. Bastoncini e coni contengono sostanze chimiche fotosensibili.

Nei bastoncelli, questa sostanza chimica è la rodopsina. Le sostanze chimiche nei coni sono chiamate fotopigmenti. Esistono tre tipi di coni e ogni cono ha un fotopigmento diverso sensibile a una certa lunghezza d’onda della luce. Poiché la maggior parte di noi ha tutti e tre i tipi di coni, la normale visione umana è chiamata tricromatica.

Correlato: Come funziona la luce

Esistono diversi tipi di problemi di visione dei colori e diversi gradi di gravità nel daltonismo

I difetti della visione dei colori rosso-verde sono i più comuni. Le persone che hanno lievi difetti della visione dei colori hanno tricromazia anomala, il che significa che hanno tutti e tre i tipi di coni, ma uno dei coni è difettoso.

Chi soffre di deuteranomalia, il tipo meno grave di daltonismo e anche il più comune, ha coni rossi insoliti, mentre qualcuno con protanomalia ha un verde insolito.

Le persone con vista deuteranomolo potrebbero anche non sapere che non vedono i colori normalmente. La tritanomalia, ossia la difficoltà a distinguere il blu dal giallo, è piuttosto rara.

Le persone a cui manca del tutto un tipo di cono hanno una visione dicromatica, che è più grave della tricomazia anomala. All’interno di questa categoria di visione dicromatica, abbiamo tre diversi tipi.

  • Deuteranopia: nessun cono verde;
  • Protanopia: nessun cono rosso;
  • Tritanopia: nessun cono blu.
  • Monocromia: i monocromatici vedono la vita in nero, bianco e sfumature di grigio. Esistono due tipi di monocromia: monocromia a bastoncino e monocromia a cono. Le persone con monocromia dei bastoncelli, chiamata anche acromatopsia, hanno anche una visione molto scarsa e un’elevata sensibilità alla luce. Hanno anche il nistagmo , che fa sembrare i bulbi oculari un po’ traballanti.

John Dalton

La definizione “daltonismo” proviene da John Dalton che visse alla fine del 1700. Dalton era daltonico e chiese che i suoi occhi fossero esaminati dopo la sua morte.

Il tipo di test sul daltonismo con cui probabilmente hai più familiarità sono le lastre di Ishihara e le lastre pseudoisocromatiche. Le piastre Ishihara sono state sviluppate dal Dr. Shinobu Ishihara per l’esercito giapponese.

Test per il daltonismo: la piastre di Ishihara
Test per il daltonismo: la piastre di Ishihara

Le sue tavole originali erano dipinte a mano ad acquerello e mostravano caratteri giapponesi. Tuttavia, non è il test perfetto: a volte i colori di un set non si adattano perfettamente alle lastre di un set diverso, o forse hanno un aspetto diverso in un tipo di illuminazione rispetto a un altro.

Il test più accurato per diagnosticare i diversi tipi di daltonismo è l’anomaloscopio

Test per daltonismo: anomaloscopio
Test per daltonismo: anomaloscopio

La persona sottoposta al test deve abbinare i colori controllando la luminosità di una luce gialla su una parte dello schermo e una miscela di luce rossa e verde sull’altro lato. Le persone con una visione normale corrispondono alle cose in modo molto preciso, mentre

Il daltonismo rosso-verde è recessivo legato al sesso: è trasmesso sul cromosoma X

Gli uomini hanno un cromosoma X e uno Y, quindi se il cromosoma X porta la mutazione genetica per il daltonismo, lui sarà daltonico. Le donne hanno due X, quindi dovrebbero averne due copie per farlo accadere.

La tritanopia invece non è legata al sesso: è una malattia autosomica dominante, ma può anche essere acquisita. La maggior parte del daltonismo acquisito rientra nella tritanopia. Il glaucoma, ad esempio, può causare daltonismo blu-giallo. Uomini e donne ottengono tritanopia in numero uguale. Il daltonismo completo è autosomico recessivo.

Alcuni farmaci, come la digitale e la clorochina, possono persino causare daltonismo. Lo stesso vale per alcuni prodotti chimici industriali e lesioni agli occhi

Ecco alcune malattie e condizioni che possono causare difetti della visione dei colori:

  • diabete;
  • glaucoma;
  • degenerazione maculare;
  • Alzheimer;
  • Parkinson;
  • alcolismo;
  • leucemia;
  • anemia falciforme;
  • sclerosi multipla;
  • Invecchiamento, che ha anche un effetto sulla visione dei colori. I colori sembrano sbiadire con l’avanzare dell’età.

Sfortunatamente, non esiste una cura per il daltonismo

Ci sono alcune lenti correttive sul mercato che affermano di aiutare con i colori, ma possono interferire con la percezione della profondità e altri aspetti delle visioni.

Articoli più letti

Related articles