Condizionatori d’aria o Caldaia per scaldare la casa?

I condizionatori d'aria, usati per scaldare la casa, sono una valida alternativa alle caldaie a gas per diversi motivi. La crisi energetica che ha portato ad uno sconsiderato aumento del prezzo del gas ha fatto virare l'attenzione dei consumatori verso i climatizzatori come forma alternativa di riscaldamento

0
1030
Condizionatori d'aria o Caldaia per scaldare la casa?
Condizionatori d'aria o Caldaia per scaldare la casa?

I condizionatori d’aria, usati per scaldare la casa, sono una valida alternativa alle caldaie a gas per diversi motivi. La crisi energetica che ha portato ad uno sconsiderato aumento del prezzo del gas ha fatto virare l’attenzione dei consumatori verso i climatizzatori come forma alternativa di riscaldamento.

Non che l’elettricità costi poco, ma in alcuni casi l’uso del condizionatore in pompa di calore è vantaggioso rispetto all’ accoppiata caldaia a gas-termosifoni.

Innanzitutto, i condizionatori per scaldare la casa, quelli in classe A+++, sono molto più efficienti dal punto di vista energetico. Questo perché utilizzano l’aria calda presente all’interno della stanza per riscaldare l’ambiente, piuttosto che dover generare calore attraverso la combustione di gas. Ciò significa che consumano meno energia per raggiungere la stessa temperatura rispetto a una caldaia a gas, il che si traduce in bollette dell’energia più basse e un impatto più ridotto sull’ambiente.

Tutto ciò raggiunge l’apice del risparmio se utilizziamo pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, sfruttabile per l’appunto per alimentare i climatizzatori.

Un condizionatore non ha bisogno di manutenzione, dura decenni, dobbiamo mettere in conto solo il costo dell’installazione, circa 200-300 euro se ci riferiamo ad un montaggio spalla-spalla, vedi www.ricaricacondizionatori.eu.



L’aria condizionata è dunque la soluzione migliore per riscaldare una stanza, non un’intera casa, e questo soprattutto durante la mezza stagione. ” Quando la temperatura esterna scende sotto lo zero, l’efficienza di un condizionatore d’aria diminuisce rapidamente. Riscalderai quindi meglio con il gas naturale “.

E’ necessario fare attenzione ad alcune cose quando si acquista un condizionatore d’aria. In particolare, è necessario guardare alla potenza del dispositivo, alle sue dimensioni per coprire un’intera stanza o al suo coefficiente di prestazione stagionale (SCOP) che deve essere elevato per essere il più efficiente possibile dal punto di vista energetico.

La climatizzazione, con uno SCOP pari a 5, restituisce 5 kWh di calore per chilowattora di energia elettrica consumata. Ciò significa che dei 5 kWh ripristinati verrà fatturato solo 1 kWh. È quindi possibile ottenere fino al 75% di risparmio rispetto ad un elettrodomestico che restituirà 1 kWh per kWh consumato.

Se invece ci riferiamo al raffreddamento l’indice da prendere come riferimento è SEER.

Vantaggi condizionatori d’aria rispetto alle caldaie

  • Velocità di riscaldamento: specie se abbiamo a che fare con ambienti medi piccoli, il condizionatore p molto rapido a scaldare. In quindici minuti potremmo già avere la stanza calda, mentre una caldaia prima che porti a temperatura un radiatore ha bisogno anche di 1 ora, dopodichè il calore deve diffondersi.
  • Se utilizzati con un sistema di produzione di energia elettrica con fotovoltaico i condizionatori costano poco o nulla in termini energetici.
  • Manutenzione nulla rispetto alle caldaie. Le caldaie nel corso degli anni hanno a che fare con diversi problemi come l’usura e il calcio che si forma nei rubinetti se non si usa spesso il decalcificatore.
  • Costo ridotto: un condizionatore, compresa l’installazione costa circa 500 euro e ha non ha bisogno di grandi interventi di edilizia.
  • Il gas non sempre è disponibile, in alcune stanze i tubi potrebbero non arrivare per problemi tecnici, i fili della corrente invece arrivano sempre.

Vantaggi caldaia a condensazione rispetto ai condizionatori

Una caldaia a gas a condensazione è un tipo di caldaia che utilizza il calore prodotto durante la combustione del gas per riscaldare l’acqua che viene poi distribuita nella casa. Ciò avviene attraverso uno scambiatore di calore, che trasferisce il calore dai fumi di scarico all’acqua presente nella caldaia. La sua efficienza è molto alta se confrontata con le vecchie caldaie murali.

I vantaggi di una caldaia a gas a condensazione sono numerosi. In primo luogo, sono molto più efficienti dal punto di vista energetico rispetto alle caldaie a gas tradizionali, poiché recuperano il calore presente nei fumi di scarico attraverso il processo di condensazione. Ciò significa che consumano meno gas per raggiungere la stessa temperatura, il che si traduce in bollette dell’energia più basse.

Inoltre, le caldaie a gas a condensazione sono molto più ecologiche delle caldaie a gas tradizionali, poiché producono meno emissioni di CO2. Inoltre, non producono fumi di scarico visibili, il che significa che non è necessario installare un camino o una canna fumaria per espellere i fumi.

Infine, le caldaie a gas a condensazione sono molto facili da installare e da mantenere. Non è necessario fare alcun lavoro di canalizzazione o di installazione di una canna fumaria, il che significa che il processo di installazione è molto più veloce e meno complesso. Inoltre, non è necessario effettuare regolari controlli o manutenzioni, a parte l’eventuale sostituzione dei filtri ogni tanto.

Se abbiamo a che fare con appartamenti che si trovano in climi molto rigidi con molti termosifoni sparsi, le caldaie a condensazione offrono un vantaggio di tipo energetico e di efficienza rispetto ai condizionatori.

2