Un uso inaspettato dei fondi di caffè

Alcuni ricercatori australiani hanno scoperto che potremmo produrre cemento più resistente del 30% elaborando e aggiungendo fondi di caffè carbonizzati alla miscela. La nuova ricetta potrebbe risolvere più problemi contemporaneamente.

Ogni anno nel mondo si producono l’incredibile cifra di 10 miliardi di chilogrammi di rifiuti di caffè a livello globale. La maggior parte finisce nelle discariche. “Lo smaltimento dei rifiuti organici rappresenta una sfida ambientale poiché emette grandi quantità di gas serra tra cui metano e anidride carbonica, che contribuiscono al cambiamento climatico“, spiega Rajeev Roychand, ingegnere dell’Università RMIT.

Con un mercato edilizio in forte espansione a livello globale, c’è anche una domanda sempre crescente di calcestruzzo ad alto consumo di risorse che causa anche un’altra serie di sfide ambientali. “La continua estrazione di sabbia naturale in tutto il mondo – tipicamente prelevata dai letti e dalle rive dei fiumi – per soddisfare le richieste in rapida crescita del settore edile ha un grande impatto sull’ambiente“, afferma l’ingegnere RMIT Jie Li.

Ci sono sfide critiche e durature nel mantenere un approvvigionamento sostenibile di sabbia a causa della natura limitata delle risorse e degli impatti ambientali dell’estrazione della sabbia. Con un approccio di economia circolare, potremmo tenere i rifiuti organici fuori dalle discariche e anche preservare meglio risorse naturali come la sabbia“.

I prodotti organici come i fondi di caffè non possono essere aggiunti direttamente al calcestruzzo perché perdono sostanze chimiche che indeboliscono la resistenza del materiale da costruzione. Per farlo, utilizzando bassi livelli di energia, il team ha riscaldato i rifiuti del caffè a oltre 350°C privandoli dell’ossigeno.

Questo processo è chiamato pirolisi. Rompe le molecole organiche, producendo un carbone poroso e ricco di carbonio chiamato biochar, che può formare legami e quindi essere incorporato nella matrice cementizia.

I ricercatori avvertono che devono ancora valutare la durabilità a lungo termine del loro cemento. Ora stanno lavorando per testare le prestazioni dell’ibrido caffè cemento in caso di cicli di gelo/disgelo, assorbimento di acqua, abrasioni e molti altri fattori di stress. Il team sta anche lavorando alla creazione di biochar da altre fonti di rifiuti organici, tra cui legno, rifiuti alimentari e rifiuti agricoli.

La nostra ricerca è nelle fasi iniziali, ma questi risultati entusiasmanti offrono un modo innovativo per ridurre notevolmente la quantità di rifiuti organici che finiscono in discarica“, afferma l’ingegnere RMIT Shannon Kilmartin-Lynch. “L’ispirazione per la mia ricerca, da una prospettiva indigena, implica prendersi cura del Paese, garantire che ci sia un ciclo di vita sostenibile per tutti i materiali ed evitare che le cose finiscano in discarica per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente“.

La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Cleaner Production .

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

In Tendenza

Data center e l’IA: ufficiale impatto negativo in 2 ambiti

Negli ultimi anni, i data center e l'IA (Intelligenza...

Un millepiedi gigante perso da 120 anni è stato ritrovato

Nel cuore della foresta di Makira, una delle aree...

Nano transparent screen: da 100 pollici sarà rivoluzionario

Nel mondo della tecnologia, l’innovazione non conosce limiti, e...

Perseidi: potrai ammirarle nelle notti dell’11 e del 12 agosto 2024

Il miglior spettacolo di meteore dell'estate si verificherà durante...

TeraNet: laser spaziali per velocità internet 1000x

La 'TeraNet' della University of Western Australia, una rete...

Vacanze Sarde: le migliori cose da fare e da vedere a Olbia

Quando si pensa alle vacanze estive, difficilmente non si...

Articoli correlati

Popular Categories