Trasfusioni di sangue giovane: una start-up afferma che le sue potrebbero invertire l’invecchiamento

La start-up Ambrosia, fondata da Karmazin, uno studente della Stanford Medical School che ha lasciato presto la sua specializzazione per lanciare il suo progetto, fa pagare fior di quattrini per trasfusioni di sangue giovane che promettono di invertire l’invecchiamento sia fisico che mentale.

Trasfusioni di sangue giovane
Trasfusioni di sangue giovane: una start-up afferma che le sue potrebbero invertire l’invecchiamento

L’interesse del mondo scientifico per le trasfusioni di sangue giovane

Gli esseri umani sono sempre stati affascinati dalle trasfusioni di sangue giovane e dalle loro potenziali proprietà rivitalizzanti. Gli scienziati non sono rimasti immuni a questa curiosità, arrivando persino a cucire insieme dei topi per scoprire quali benefici un’infusione di sangue fresco potesse significare per un corpo anziano.

Proprio nell’estate del 2023, un gruppo di ricercatori della Harvard Medical School ha affermato di aver allungato la vita di topi anziani collegandoli al sistema circolatorio di topi giovani, utilizzando un controverso metodo chiamato “parabiosi eterocronica.

Dopo tre mesi di trasfusioni di sangue giovane, i vecchi topi hanno vissuto in media dal 6 al 9% in più rispetto ai loro pari di controllo e hanno anche sperimentato una sorta di “effetto di ringiovanimento”, in cui il loro invecchiamento sembrava rallentare considerevolmente.

Mesi prima, in un altro studio, lo stesso team di ricerca ha scoperto che durante la parabiosi, gli organi del giovane topo sono invecchiari in modo allarmante. Quando i topi, e i loro apporti di sangue, venivano scollegati, gli organi del giovane topo sembravano riprendersi, diventando biologicamente più giovani. In altre parole, il topo più giovane ha sperimentato un’inversione di età.

Ringiovanire con le trasfusioni di sangue giovane è realmente possibile?

Il “ringiovanimento che inverte l’età” assomiglia molto alle affermazioni fatte da una miriade di prodotti per la cura della pelle sul mercato e richiama alla mente l’ultima volta che una startup truffaldina ha provato a vendere sangue giovane a persone che cercavano disperatamente di evitare le rughe.

Nel 2017, Karmazin ha iniziato a fare delle affermazioni piuttosto ardite. La sua startup, Ambrosia, offriva itrasfusioni di sangue giovane da 8.000 $ prelevato da donatori di appena 16 anni, pubblicizzando la procedura come “chirurgia plastica dall’interno verso l’esterno“. L’imprenditore ha dichiarato che una sola infusione potrebbe migliorare l’aspetto, il sonno e la forza di un cliente, e persino curare malattie come l’Alzheimer.

Inverte l’invecchiamento”, ha detto all’epoca Karmazin: “Non c’è davvero alcun dubbio se funzioni o meno“. In realtà, le domande erano tante e, appena due anni dopo, la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti avrebbe chiuso tutto.

Karmazin si è rifiutato di dire dove abbia trovato tutto il plasma venduto. Si è anche rifiutato di rilasciare molti dati a seguito della “sperimentazione clinica”, vantandosi invece delle sue sensazionali “scoperte” una volta conclusosi nel gennaio 2018: una persona sulla sessantina ha visto i propri capelli grigi diventare più scuri, un partecipante con Alzheimer a esordio precoce ha mostrato progressi dopo un trattamento e che molti altri hanno riscontrato significativi miglioramenti nell’infiammazione e nei livelli di colesterolo nel sangue.

All’inizio del 2019, l’FDA ha messo in guardia i consumatori di trasfusioni di sangue giovane: “Non esiste alcun beneficio clinico dimostrato dell’infusione di plasma da giovani donatori per curare, mitigare, trattare o prevenire queste condizioni“, ha spiegato: “Scoraggiamo fortemente i consumatori dal perseguire questa terapia al di fuori degli studi clinici sotto un appropriato comitato di revisione istituzionale e una supervisione normativa”.

Ambrosia ha annunciato che avrebbe interrotto le sue infusioni quello stesso giorno. Ma solo pochi mesi dopo, Karmazin ha inaugurato l’apertura di Ivy Plasma, che offriva anche trasfusioni, ma non plasma proveniente esclusivamente da giovani.

Karmazin non è stato certo il primo ottimista a sperare che le trasfusioni di sangue giovane potesse essere in realtà la fonte della giovinezza appunto.

Uno dei primi resoconti documentati sul consumo di sangue a scopo ringiovanente proviene dall’antica Roma, quando Plinio il Vecchio riferì di malati di epilessia che scendevano su un gladiatore ferito “per estrarre la sua stessa vita”. Più di 1.000 anni dopo, si dice che Papa Innocenzo VIII abbia bevuto il sangue di tre bambini di 10 anni nel tentativo di evitare la sua imminente morte: non ha funzionato.

Negli anni ’20 del secolo scorso, quando lo scienziato russo Alexander Bogdanov si è sottoposto a molte trasfusioni di sangue giovane che, a suo dire, lo hanno reso più sanu, ha pubblicato un libro che decantava gli effetti “stimolanti” del sangue giovane. Ironicamente, la sua dodicesima e ultima trasfusione gli ha portato la malaria e la tubercolosi, che lo hanno ucciso all’età di 54 anni.

L’infelice fine di Bogdanov non ha dissuaso il CEO della tecnologia Bryan Johnson dal farsi trasfusioni de sangue giovane con un litro del plasma di suo figlio diciassettenne nell’estate del 2023. Johnson, che ha pubblicizzato i suoi protocolli di benessere estremo (tra cui più di 100 pillole giornaliere, una dieta rigorosa e lavoro di laboratorio regolare) nel suo tentativo di vivere fino a 200 anni, ha dichiarato su che non è stato rilevato “nessun beneficio” dalla trasfusione.

Conclusioni

Ci sono prove che il processo di invecchiamento è malleabile, che siamo in grado di rallentarlo“, ha affermato James P. White, Professore alla Duke University e membro del team di ricerca che ha prolungato la vita dei topi cucendoli insieme: “Certo, questo è avvenuto in un non-umano. Ma stiamo lentamente iniziando a capire come funziona l’invecchiamento”.

White ha affermato che, mentre gli scienziati hanno condotto esperimenti sulla parabiosi per decenni, lo studio pubblicato l’estate del 2023 era un po’ diverso perché i topi sono rimasti uniti per molto tempo: dodici settimane per un topo potrebbero equivalgono a otto anni per un essere umano. Studi precedenti hanno lasciato i topi uniti solo per cinque settimane.

La parabiosi è uno scambio di sangue continuo. Sempre, ogni giorno“, ha spiegato White: “Le trasfusioni 24 ore su 24, 7 giorni su 7 non sono pratiche”.

Per coloro che aspettano qualcosa di un po’ più miracoloso: “C’è speranza“, ha concluso White: “A parte tutti questi folli esperimenti, siamo sul punto di capire il processo di invecchiamento“.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

In Tendenza

Pulsar: ne sono state scoperte 10 in Terzan 5

Nel cuore della nostra galassia, la Via Lattea, un...

Dinastia Tang: rivoluzionario murale in tomba di 1200 anni

Nel 2018, durante dei lavori stradali nei pressi della...

Le prove dell’allunaggio

A dispetto della propaganda russa, improvvisamente interessata, dopo 50 anni, a sostenere che l'allunaggio sia stato una montatura, e delle competenti parole di campioni dello sport, notoriamente preparati in ingegneria, fisica e astrofisica, siamo stati sulla Luna e abbiamo a disposizione le prove dell'allunaggio, basta avere voglia di esaminarle

Venere di Brassempouy: all’avanguardia già 23.000 anni fa

La Venere di Brassempouy è una straordinaria scultura in...

Flavanoli per controllare la pressione sanguigna naturalmente

Gli alimenti ricchi di flavanoli, come mele, bacche, noci e...

Articoli correlati

Popular Categories