Stonehenge: perché è stata costruita?

Stonehenge è forse il più famoso di tutti gli henges, vasti monumenti circolari costruiti in legno o pietra che ricoprono la campagna britannica. Il monumento preistorico è stato molto probabilmente eretto in quella che oggi è l'Inghilterra tra il 3000 a.C. e il 2000 a.C

0
1601

Stonehenge è forse il più famoso di tutti gli henges, vasti monumenti circolari costruiti in legno o pietra che ricoprono la campagna britannica. Il monumento preistorico è stato molto probabilmente eretto in quella che oggi è l’Inghilterra tra il 3000 a.C. e il 2000 a.C. e alcune, un’impresa non da poco per una civiltà dell’età della pietra.

Perché le persone dell’età della pietra costruivano così tante henge?

Prima di andare oltre, è importante notare che, tecnicamente parlando, Stonehenge non è nemmeno un henge. La parola “henge” è infatti un termine relativamente recente, definito per la prima volta dall’archeologo britannico Thomas Kendrick nel 1932 per indicare una banca circolare con un fossato al suo interno e uno o più ingressi che sporgono attraverso la banca. “Ma Stonehenge è il contrario, è una banca dentro un fosso”, ha detto Hill a WordsSideKick.com.

Un altro fatto divertente: anche ignorando l’ordine inverso di fossato e sponda, la maggior parte degli henge non avrebbe l’aspetto di Stonehenge perché di solito erano fatti di legno, il che ha senso. Il legno è ovunque ed è molto più facile da intagliare e trasportare, anche se non è così resistente. Gli archeologi si sono resi conto che una volta la Gran Bretagna vantava una quantità di henges di legno che da tempo sono marciti e scomparsi alla vista.

“Dopo la prima guerra mondiale, quando le persone hanno iniziato a sorvolare il paese, hanno iniziato a vedere dove si trovavano queste costruzioni poiché avevano lasciato tracce sul terreno con i loro tumuli. La gente non se ne era accorta finché non hanno avuto una vista dall’alto” ha affermato Hill. “Gli henges sono anche praticamente unici in Gran Bretagna”.



In Irlanda e nella regione francese della Bretagna, ci sono anche alcuni cerchi di pietre altrettanto antichi, che sebbene tecnicamente non siano henges, si sovrappongono nelle discussioni accademiche. C’è anche un monumento in legno simile a un henge risalente alla tarda età della pietra e all’inizio dell’età del bronzo vicino a Berlino, e un monumento “cerchio in legno” di 4.500 anni in Portogallo. Se contiamo tutti questi diversi tipi di cerchi insieme, si pensa che ce ne siano migliaia sparsi nelle isole britanniche e in parti dell’Europa continentale. Quindi, tornando alla domanda: perché sono stati costruiti?

I ricercatori hanno proposto una miriade di idee su Stonehenge

I ricercatori hanno proposto una miriade di idee nel corso degli anni, suggerendo che monumenti come Stonehenge fossero usati come terreni sacri di caccia, luoghi di ritrovo comunitario, calendari astronomici, strutture per l’amplificazione del suono, cimiteri o persino rifugi per antiche guarigioni. Gli scavi offrono prove a sostegno di alcune di queste affermazioni.

“I ricercatori hanno trovato resti umani a Stonehenge, quindi questa è una prova evidente che fosse un luogo di sepoltura ed è orientato al tramonto durante il solstizio d’inverno, ha spiegato Hill. “Quindi penso che si possa dire che ha a che fare con i morti e i solstizi. Non è irragionevole pensarlo come un luogo rituale”.

Ma questo non è il caso di altri henges come il Durrington Walls, che tra l’altro dista solo 2 miglia (3,2 chilometri) da Stonehenge e contiene prove di persone che banchettano lì.

“Gli Henges potrebbero essere stati utilizzati per diversi motivi, ma nessuno può dirlo con certezza”, ha affermato Hill. “Ciò che gli henges sembrano avere in comune è che non sembrano essere stati chiusi e potrebbero essere stati luoghi di raccolta”.

Questa incertezza può sembrare una risposta anticlimatica alla domanda sul perché gli europei dell’età della pietra abbiano ritenuto opportuno costruire così tanti monumenti circolari, ma c’è una sorta di magia nel non sapere, ha detto Hill“Stonehenge rimane comunque un mistero”.

2