6.2 C
Rome
sabato, Novembre 26, 2022
HomeCulturaLa mostra di Stephen Hawking spera di svelare i misteri della sua...

La mostra di Stephen Hawking spera di svelare i misteri della sua lavagna

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Una nuova mostra museale spera di svelare i segreti dietro gli scarabocchi, le battute e i messaggi in codice su una lavagna che il leggendario fisico Stephen Hawking ha mantenuto intatto per più di 35 anni.

La lavagna di Hawking esposta al pubblico per la prima volta

La lavagna risale al 1980, quando Hawking si unì ad altri fisici in una conferenza sul superspazio e la supergravità all’Università di Cambridge nel Regno Unito, secondo The Guardian. Durante il tentativo di elaborare una “teoria del tutto” cosmologica – un insieme di equazioni che combinassero le regole della relatività generale e della meccanica quantistica – i colleghi di Hawking hanno usato la lavagna come una gradita distrazione, riempiendola con un miscuglio di equazioni semifinite, giochi di parole sconcertanti e scarabocchi imperscrutabili.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Conservata ancora più di 40 anni dopo, la sconcertante lavagna è appena stata esposta al pubblico per la prima volta in assoluto come fulcro di una nuova mostra sull’ufficio di Hawking, inaugurata il 10 febbraio allo Science Museum di Londra. Il museo accoglierà fisici e amici di Hawking – morto nel 2018 all’età di 76 anni – da tutto il mondo nella speranza che possano essere in grado di decifrare alcuni degli scarabocchi scritti a mano.

Hawking nel suo studio all'Università di Cambridge.
Hawking nel suo studio all’Università di Cambridge.

Cosa significa, ad esempio, “simmetria stupore”? Chi è il marziano con la barba ispida e disegnato in grande al centro della lavagna? Perché c’è un calamaro dal muso floscio che si arrampica su un muro di mattoni? Cosa si nasconde all’interno del barattolo di latta etichettato “Exxon supergravity?” Si spera che le grandi menti mondiali della matematica e della fisica possano essere all’altezza dell’occasione con le risposte.

La lavagna si unisce a dozzine di altri manufatti di Hawking in mostra, inclusa una copia del dottorato di ricerca del fisico del 1966. Tesi sull’espansione dell’universo, la sua sedia a rotelle e una giacca personalizzata regalatagli dai creatori de “I Simpson” per onorare le sue molteplici apparizioni nello show. La mostra andrà avanti fino al 12 giugno allo Science Museum di Londra, prima di fare tappa in molti altri musei del Regno Unito, secondo The Guardian.

Hawking è nato in Inghilterra l’8 gennaio 1942. Mentre studiava cosmologia all’Università di Cambridge nel 1963, gli fu diagnosticata una malattia dei motoneuroni, più comunemente nota come malattia di Lou Gehrig o sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Quindi a soli 21 anni, Hawking avrebbe dovuto vivere solo altri due anni. Ha continuato a vivere e lavorare per più di cinque decenni, pubblicando lavori pionieristici sui buchi neri, la teoria del Big Bang e la relatività generale.

Articoli più letti