Nuovo sistema di propulsione potrebbe riscrivere le regole del volo spaziale

Nel 2001, l’ingegnere elettrico britannico Roger Shawyer ha introdotto per la prima volta la “guida impossibile”, nota come EmDrive. Fu chiamata “impossibile” perché il suo creatore sosteneva che la propulsione fosse priva di reazione, il che significava che non richiedeva propellente: in altre parole, sfidava le leggi conosciute della fisica, in particolare, la conservazione della quantità di moto.

Propulsione

La nuova teoria sulla propulsione

Come per tutto quello che sembra prendere in giro Newton ed Einstein, gli scienziati hanno sollevato non poche sopracciglia e due decenni di test alla fine si sono ridotti a un’inevitabile (e in qualche modo prevedibile) conclusione nel 2021: l’EmDrive era una sciocchezza.

Propulsione

Questa tuttavia è la natura del metodo scientifico: prendere un’idea apparentemente impossibile, sottoporla a test rigorosi e, si spera, arrivare a una conclusione inattaccabile (o a nuove scoperte che portano in altre direzioni). Il sogno non basato sulla fisica di una macchina senza propellente non è morto con l’EmDrive. Ora, un nuova teoria si intravede all’orizzonte, e questa è sostenuta da un ex scienziato della NASA.

Un motore senza propellente con una spinta sufficiente per superare la gravità

Mentre era alla NASA, Charles Buhler ha contribuito a fondare il Laboratorio di elettrostatica e fisica delle superfici presso il Kennedy Space Center in Florida, un laboratorio molto importante che sostanzialmente garantisce che i razzi non esplodano. Ora, in qualità di co-fondatore della compagnia spaziale Exodus Propulsion Technologies, Buhler ha dichiarato di aver creato un motore alimentato da una “Nuova Forza” al di fuori delle nostre attuali leggi fisiche conosciute, dando al motore senza propellente una spinta sufficiente per superare la gravità.

“Il messaggio più importante da trasmettere al pubblico è che è avvenuta una scoperta importante”, ha detto Buhler: “Questa scoperta di una Nuova Forza è fondamentale in quanto i soli campi elettrici possono generare una forza sostenibile su un oggetto e consentire la traslazione del centro di massa di detto oggetto senza espellere massa ”.

Buhler ha sottolineato che questo lavoro non è affiliato alla NASA e che ha recentemente presentato le sue scoperte all’Alternative Propulsion Energy Conference (APEC), un club di ingegneri e appassionati desiderosi di trovare modi per superare i limiti della gravità e della fisica, e non sempre con i metodi scientificamente più validi.

In un’intervista con il co-fondatore dell’APEC Tim Ventura, Buhler ha spiegato come il suo background in elettrostatica ha portato alla scoperta. Dice che il suo team, composto da persone della NASA, della Blue Origin e dell’Air Force, ha studiato per decenni i motori senza propellente prima di arrivare all’elettrostatica.

Propulsione

Per anni, i loro dispositivi hanno prodotto una spinta di propulsione trascurabile, ma hanno registrato aumenti ad ogni nuova iterazione. Questo è culminato nel 2023, quando questa spinta alimentata dalla “Nuova Forza” ha generato una spinta sufficiente per superare la gravità terrestre.

Essenzialmente, quello che abbiamo scoperto è che i sistemi che contengono un’asimmetria nella pressione elettrostatica o in qualche tipo di campo elettrostatico divergente possono conferire a un sistema costituito da un centro di massa una componente di forza diversa da zero“, ha aggiunto Buhler.

Quindi, quello che sostanzialmente significa è che esiste una fisica sottostante che può essenzialmente esercitare una forza su un oggetto nel caso in cui questi due vincoli vengano soddisfatti“.

Conclusioni

Ovviamente le affermazioni di Buhler sono piuttosto ardite, ma la storia delle unità senza propellente è piena di risultati apparentemente positivi che alla fine si infrangono contro le rocce della realtà scientifica.

Per l’EmDrive, le speranze per il dispositivo sono salite alle stelle dopo che il team Eagleworks della NASA, che si dedica allo studio di nuove forme di propulsione (cioè motori a curvatura), ha affermato di misurare la spinta dalla propulsione “impossibile” nel 2016 . Studi successivi, incluso uno esaustivo presso l’Università della Tecnologia di Dresda, non hanno trovato alcuna spinta appunto.

Propulsione

Prima che gli appassionati di propulsione alternativa inizino a festeggiare, una rigorosa ricerca di terze parti dovrà verificarne i risultati. Sebbene non sia impossibile che Buhler e la sua equipe abbiano un margine di realizzazione del nuovo sistema di propulsione, è giusto affermare che essendosi imbattuti in qualche stranezza sconosciuta della fisica, è un risultato estremamente improbabile.

Per ulteriori approfondimenti, trovi informazioni sul brevetto che sono consultabili alla pagina di Google Patents, qui.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

In Tendenza

Data center e l’IA: ufficiale impatto negativo in 2 ambiti

Negli ultimi anni, i data center e l'IA (Intelligenza...

HIV: il 7°paziente guarisce grazie al trapianto di cellule staminali

Un uomo tedesco di 60 anni è probabilmente la...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Blazar S5 1803+78: scoperta affascinante variabilità ottica

I blazar sono tra gli oggetti più enigmatici e...

Ramses: la missione di difesa planetaria verso Apophis

Il programma Space Safety dell'ESA ha ricevuto l'autorizzazione a...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Beta finale di Android 15: diagnostica efficace per tutti

Il mondo della tecnologia mobile è in continua evoluzione,...

Articoli correlati

Popular Categories