11 C
Rome
domenica, Dicembre 4, 2022
HomeAlimentazione e SaluteStare seduti troppo a lungo aumenta le possibilità di morte prematura

Stare seduti troppo a lungo aumenta le possibilità di morte prematura

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

I lunghi spostamenti quotidiani in auto, le lunghe riunioni d’ufficio e le abbuffate televisive notturne non sono prive di costi per la salute. Numerosi studi hanno chiarito che passare troppo tempo seduti è una ricetta per entrare precocemente nella tomba.

Ora, uno studio condotto da un team internazionale di ricercatori che ha coinvolto più di 100.000 persone in 21 paesi ha rivelato che le persone nelle parti più povere del mondo subiscono effetti ancora peggiori dal trascorrere lunghe giornate appollaiate in una posizione.

Passare più tempo in posizione seduta è associato a un aumento del rischio di mortalità e malattie cardiovascolari in tutte le popolazioni studiate, con questa relazione più pronunciata nelle nazioni a basso reddito come il Bangladesh, l’India e lo Zimbabwe.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Stare seduti da sei a otto ore al giorno, al lavoro, in macchina o davanti alla televisione la sera prima di andare a letto, aumenta il rischio relativo di malattie cardiache e morte prematura di circa il 12-13%, rispetto a persone che siedono meno di quattro ore al giorno.
Aumentare quel tempo durante il quale si sta seduti fino a otto ore e oltre, porta il rischio relativo fino a un sorprendente 20 percento.

Stare seduti per più di otto ore al giorno nei paesi a basso e medio reddito rischia un aumento della mortalità e delle malattie cardiache di poco meno del 30% (di nuovo, rispetto a quattro ore di seduta o meno).

Lo studio mostra quanto sia diffuso il problema della ridotta attività fisica ma un’implicazione più seria è che la povertà gioca un ruolo importante nel determinare l’impatto finale che ogni ora extra di seduta ha sul corpo.

È difficile dire sulla base dei soli risultati perché esiste la discrepanza.

La differenza nell’associazione potrebbe essere in parte spiegata dai diversi domini e modelli di comportamenti seduti a diversi livelli di reddito“, suggeriscono i ricercatori nel rapporto pubblicato .

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Per capire, il tempo di visione della televisione è maggiore tra le persone con posizioni socioeconomiche inferiori e ha mostrato un’associazione più forte con i risultati rispetto ad altri comportamenti seduti, forse a causa di cattive abitudini alimentari coincidenti e modelli sedentari prolungati e ininterrotti“.

Sebbene non tutti i tipi di seduta siano uguali, i ricercatori hanno trovato prove a sostegno delle affermazioni secondo cui l’esercizio ha un forte effetto attenuante sulla mortalità e sulla prevalenza delle malattie cardiovascolari.

Sorprendentemente, gli autori dello studio hanno scoperto che lo stare seduti e l’inattività rappresentano solo una percentuale leggermente inferiore di decessi rispetto al fumo. “Per coloro che sono seduti più di quattro ore al giorno, la sostituzione di mezz’ora di seduta con l’esercizio ha ridotto il rischio del 2%“, afferma lo scienziato della salute della Simon Fraser University Scott Lear.

C’è una reale opportunità qui per le persone di aumentare la loro attività e ridurre le loro possibilità di morte prematura e malattie cardiache“.

Per quanto persuasivo possa essere il messaggio di lasciare quella sedia, la ricerca sulle variazioni dell’attività fisica tra i gruppi socioeconomici suggerisce che non per tutti potrebbe essere così facile.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Sebbene sia un argomento complicato, gli studi suggeriscono sottili differenze nell’accesso ad aree adatte per l’attività fisica, le opportunità di gestire il tempo e l’accesso all’esercizio e la motivazione a dare la priorità, ad esempio, a una passeggiata su un autobus, potrebbe significare che lasciare la sedia è più di un sfida quando esistono problemi economici.

Questa ricerca è stata pubblicata su JAMA Cardiology.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti