17.3 C
Rome
sabato, Dicembre 10, 2022
HomeAttualitàSatellite cinese misteriosamente distrutto nello spazio

Satellite cinese misteriosamente distrutto nello spazio

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Un satellite cinese si è misteriosamente rotto a marzo spargendosi in dozzine di pezzi. Ora, un astronomo di Harvard ha scoperto cosa probabilmente sia successo: sembra che si sia scontrato con un pezzo di un razzo russo.

Questa sembra essere la prima grande collisione orbitale confermata in un decennio“, ha detto su Twitter Jonathan McDowell, che ha individuato il probabile incidente in un registro dei dati della US Space Force.

I sensori della Space Force hanno rilevato nuovi detriti dalla rottura del satellite cinese, chiamato Yunhai 1-02, a metà marzo. Yunhai 1-02 è stato lanciato nel 2019, quindi era relativamente giovane e avrebbe dovuto essere abbastanza in forma da non crollare da solo. Nessun verdetto sulla causa è stato mai annunciato.

Ma la Space Force ha aggiornato il suo catalogo di detriti spaziali con un nuovo suggerimento. L’oggetto 48078, un pezzo di un razzo russo Zenit-2 lanciato nel 1996, è ora elencato con una nota particolare: “si è scontrato con un satellite”.

McDowell ha individuato quel nuovo annuncio e lo ha condiviso su Twitter . È tornato indietro attraverso i dati orbitali e ha scoperto che il pezzo di razzo russo e il satellite Yunhai sono passati a meno di 1 chilometro l’uno dall’altro nell’esatta ora e giorno in cui Yunhai si è rotto.

Quella distanza di passaggio rientra nel margine di errore. Entrambi gli oggetti avrebbero sfrecciato intorno alla Terra più velocemente di un proiettile, quindi qualsiasi contatto avrebbe provocato un’esplosione di detriti. L’incidente ha creato 37 frammenti noti di detriti, secondo McDowell, anche se ha aggiunto che probabilmente ci sono altri pezzi non catalogati.


Non sembra che la collisione sia stata “catastrofica”, ha detto McDowell, dal momento che il satellite Yunhai ha effettuato diversi aggiustamenti orbitali da marzo, indicando che la Cina può ancora controllarlo.

“È un grosso problema”, ha affermato McDowell a Insider. “Dimostra che queste piccole collisioni non catastrofiche stanno diventando più frequenti: e ne vedremo sempre di più”.

I pericoli dei detriti spaziali

L’ultima volta che due grandi oggetti in orbita attorno alla Terra si sono schiantati l’uno contro l’altro è stato nel 2009, quando un satellite militare russo defunto si è schiantato contro un satellite per comunicazioni Iridium attivo sopra la Siberia. Quella collisione, insieme a una precedente nel 2007, ha aumentato la quantità di detriti di grandi dimensioni nell’orbita terrestre bassa di circa il 70%.

Da allora ci sono stati diversi falsi allarmi e chiamate ravvicinate. Un satellite sovietico morto e un corpo di un razzo cinese scartato sono sfrecciati l’uno accanto all’altro nello spazio a ottobre, dopo che i modelli orbitali hanno suggerito che erano a “rischio molto alto” di collisione.

Nel gennaio 2020, un telescopio spaziale morto e un vecchio satellite dell’aeronautica americana hanno superato le allarmanti probabilità di schiantarsi su Pittsburgh, in Pennsylvania. In entrambi gli incidenti, nessuno ha potuto controllare i satelliti per evitare la collisione.

Già, quasi 130 milioni di frammenti di spazzatura spaziale circondano la Terra, da satelliti abbandonati, veicoli spaziali che si sono rotti e altre missioni. Quei detriti viaggiano a circa 10 volte la velocità di un proiettile, che è abbastanza veloce da infliggere danni disastrosi all’attrezzatura vitale, non importa quanto piccoli siano i pezzi. Un tale colpo potrebbe uccidere gli astronauti su un’astronave.

Un detrito spaziale colpito dal radiatore della navetta spaziale Endeavour, ritrovato dopo una delle sue missioni. Il foro di ingresso è largo circa 0,25 pollici e il foro di uscita è grande il doppio.

Ogni volta che gli oggetti in orbita si scontrano, possono esplodere in nuove nuvole di minuscoli frammenti di detriti ad alta velocità. In effetti, il frammento che ha colpito il satellite cinese potrebbe essersi staccato dal razzo russo originale in una precedente collisione.

“È tutto molto preoccupante ed è un motivo in più per rimuovere questi grandi oggetti dall’orbita”, ha detto McDowell a Space.com, che per primo ha riportato la sua scoperta. “Possono generare altri detriti più piccoli”.

Gli esperti si aspettano più collisioni simili a questa se nessuno rimuove i satelliti morti e i vecchi corpi di razzi dallo spazio.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti