Scoperto un nuovo asteroide potenzialmente pericoloso per la Terra

Un team internazionale di scienziati ha scoperto tre nuovi asteroidi della classe Near Earth Asteroids, o NEA.

Sono considerati in questa classe quei corpi celesti che possono intersecare la traiettoria con la Terra. Tra questi tre, l’asteroide 2022 AP7, ha un diametro di 1,5 chilometri ed è stato classificato come potenzialmente pericoloso per il nostro Pianeta.

Di solito, gli asteroidi NEA sono sempre di piccole dimensioni e, nella maggior parte dei casi, prima di impattare sul suolo terrestre si polverizzerebbero quasi completamente a contatto con l’atmosfera.

Tuttavia, se abbastanza grandi e su un’orbita a rischio, tali corpi celesti rientrano nella categoria PHO, ossia potenzialmente pericolosi. Fino a ora i ricercatori hanno scoperto 30mila NEA, di cui 2200 potenzialmente pericolosi.

L’asteroide 2022 AP7 ha un’orbita particolare

I tre nuovi asteroidi scoperti sono stati nascosti finora dal bagliore del Sole. Solo uno di essi, l’asteroide 2022 AP7 è stato classificato come potenzialmente pericoloso. Questo asteroide ha un diametro di 1.5 km e ha un’orbita particolare. È possibile che un giorno il suo percorso intorno al Sole intersechi l’orbita della Terra diventando un pericoloso impattatore, ma al momento è difficile capire se e quando questo avverrà.

Scott S. Sheppard, astronomo presso l’Earth & Planets Laboratory della Carnegie Institution for Science di Washington DC, ha spiegato tramite alcune dichiarazioni riportate da CNN: “La nostra indagine crepuscolare sta perlustrando l’area all’interno delle orbite della Terra e di Venere alla ricerca di asteroidi”. Sheppard ha spiegato che finora sono stati trovati due grandi asteroidi vicini alla Terra, della larghezza di circa un chilometro, una dimensione tale che porta tali corpi celesti a essere definiti “planet killer“.

Come sono stati scoperti i nuovi asteroidi

Come informa Astrospace.it, i ricercatori sono riusciti a rilevare questi tre asteroidi sfruttando le immagini scattate al crepuscolo alla Dark Energy Camera (DECam), strumento montato sul telescopio Victor M. Blanco. I tre NEA dovrebbero far parte di una “popolazione” di asteroidi del Sistema Solare interno, nascosti all’interno delle orbite di Venere e della Terra. Erano otto anni che non si scopriva un oggetto pericoloso come l’asteroide 2022 AP7.

Il Sole limita i lavori

Sfortunatamente è molto difficile scovare asteroidi di questo tipo a causa dei continui bagliori del Sole. Gli astronomi hanno, di conseguenza, utilizzato la DECam approfittando del crepuscolo, che favorisce un lavoro più facile in questi casi. Oltre a 2022 AP7 sono stati scoperti altri due corpi celesti: 2021 LJ4 e 2021 PH27. Si tratta di asteroidi con orbite del tutto interne a quella terrestre, ma sono del tutto innocui nei confronti del nostro Pianeta.

Il lavoro dei cacciatori di asteroidi

Gli astronomi cacciatori di asteroidi devono affrontare una bella sfida se vogliono trovare rocce spaziali all’interno del sistema solare interno, che include Mercurio, Venere, Terra, Marte e la cintura principale degli asteroidi. Per evitare la luce diretta del sole, hanno solo due finestre di 10 minuti ogni notte per spazzare l’area con telescopi a terra.

Durante il crepuscolo, gli astronomi devono ancora affrontare le complicazioni della sfondo lumiunoso del cielo luminoso causato dal sole. E per cercare nel sistema solare interno, i loro telescopi devono mettere a fuoco vicino all’orizzonte, il che significa che devono scrutare attraverso la densa atmosfera terrestre e i suoi effetti di sfocatura.

Se le cose sembrano complicate per i telescopi terrestri, le osservazioni del Sistema Solare interno sono impossibili per i telescopi spaziali come Hubble e James Webb perché il calore del sole e la luce intensa diretta potrebbero friggere i loro strumenti, motivo per cui entrambi gli osservatori spaziali sono puntati lontano dalla stella.

La capacità ad ampio campo della Dark Energy Camera ha aiutato gli astronomi a superare le loro sfide di osservazione e sono stati in grado di spazzare in dettaglio vaste distese del cielo notturno individuando questi tre asteroidi, per ora pericolosi solo in teoria.

Occorrerà attendere analisi più aprofondite del percorso orbitale dei tre oggetti, in particolare per l’asteroide 2022 AP7, per stabilire in via definitiva le probabilità che possano in un lontano futuro costituire un effettivo pericolo per la Terra ed i suoi occupanti.

Più letti nella settimana

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Perché l’Homo sapiens è sopravvissuto a tutte le altre specie umane?

Gli Homo sapiens sono gli unici rappresentanti sopravvissuti dell'albero...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

In Tendenza

Offerte Amazon di oggi: tablet super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Google Pixel 9 Pro Fold: arriva l’AI sul nuovo modello

Il mondo della tecnologia mobile è in continua evoluzione,...

Cosa sono i prodotti a base di CBD e quali sono i loro benefici

Il cannabidiolo, comunemente noto come CBD, è uno dei...

Scoperta connessione tra buchi neri supermassicci e materia oscura

Un team di ricercatori ha scoperto un collegamento tra...

Progetto VIPER: inaspettato nessun lancio nel 2025

Il progetto VIPER (Volatiles Investigating Polar Exploration Rover) della...

Farmaci nello spazio: la scadenza di 3 anni un unico grande problema

L’esplorazione spaziale ha sempre rappresentato una delle frontiere più...

Google non eliminerà i cookie di terze parti

Google non intende più interrompere il supporto per i...

Deserto di Atacama: miracoloso evento dopo ben 10 anni

Il deserto di Atacama, situato nel nord del Cile,...

Articoli correlati

Popular Categories