8.4 C
Rome
lunedì, Dicembre 5, 2022
HomeFisica/Astronomia/astrofisicaPiccola guida per osservare la volta celeste a novembre

Piccola guida per osservare la volta celeste a novembre

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

La costellazione di Orione sarà la star del cielo di Novembre e sarà visibile ogni giorno dopo il tramonto; le condizioni ideali di osservazione ci saranno a metà mese durante il novilunio.

Orione, Mercurio e le piogge meteoritiche

La parte più famosa di questa costellazione è la Cintura di Orione, composta dalle stelle Alnitak, Alnilam e Mintaka. La stella supergigante rossa Betelgeuse e il gigante bianco-blu Rigel saranno oscurati dalla Nebulosa di Orione, una immensa nuvola di gas e polvere dove nascono le stelle e che si può ammirare con un binocolo.
Martedì 10 novembre 2020 poco prima dell’alba guardando in basso a est sarà visibile Mercurio, che, in genere, è nascosto dal bagliore del sole prima dell’alba. Esso si presenterà come un piccolo punto rosso.
Due sono le piogge meteoriche previste a Novembre: quella delle Tauridi del Nord è prevista mercoledì 11 e giovedì 12. Il 16 e 17 ci saranno le Leonidi, i due sciami meteorici saranno maggiormente visibili nello ore successive alla mezzanotte fino all’alba.
Il 10 novembre 2020 con l’ausilio di un binocolo si potrà vedere la cometa P1 NEOWISE, la quale sarà visibile nel cielo mattutino dell’emisfero settentrionale  tra Venere e Arturo

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Luna, Giove, Saturno e le Pleiadi

Giovedì 12 novembre 2020 poco prima dell’alba a est ci sarà la magica vista di una luna crescente e, oltre ad essa all’orizzonte si potrà vedere anche Venere e la stella più brillante della Vergine, Spica, seguita da Mercurio.
Dopo il tramonto per tutto il mese nel cielo sud-orientale è il momento migliore per  osservare l’ammasso stellare più famoso e più bello di tutti: le Pleiadi.
Dopo il tramonto mercoledì 18 novembre  e giovedì 19 novembre 2020 a sud-ovest Giove e Saturno saranno separati di soli 3,5º  e sarà  possibile guardare per le ultime volte quest’anno l’avvicinamento della Luna a Giove e Saturno, dando vita a un suggestivo triangolo.
Domenica 15 novembre 2020 ci sarà una Luna Nuova, e, dal momento che essa sarà al suo apogeo mensile  tecnicamente sarà una “super Luna Nuova”.
Mercoledì 25 novembre 2020 dopo il tramonto una luna gibbosa crescente illuminata all’83% sarà in congiunzione con Marte. I due corpi celesti saranno a soli 5º l’uno dall’altro subito dopo il tramonto in Europa e durante il giorno in Nord America visibili guardando a sud-est, poco dopo il tramonto.
La luna piena di novembre è chiamata “Luna gelida” o “Luna castoro” e anche questa sarà un’eclissi lunare di penombra . Sarà visibile solo dal Nord e dal Sud America, dall’Australia e dall’Asia orientale, e durante l’evento l’83% della Luna piena sarà coperta dalla penombra della Terra, la sua  ombra esterna nello spazio.

Articoli più letti