Nuovo coronavirus, aggiornamento 31/01/2020

La diffusione del virus sta accelerando in Cina mentre nel resto del mondo l'incremento degli infetti sta venendo contenuto abbastanza bene, con solo poco più di una decina di casi di infezione avvenuta in loco per trasmissione da uomo a uomo. Tutti gli altri infetti sono persone arrivate nel paese in cui gli è stata diagnosticata la malattia dalla Cina. Due nuovi casi confermati questa mattina in Gran Bretagna. Un terzo uomo con la febbre alta è stato ricoverato allo Spallanzani questa mattina

1121
Indice

I dati ufficiali, aggiornati a questa mattina alle 8, parlano di circa 2000 nuovi casi di infezione confermati, di cui 113 in paesi diversi dalla Cina, per un totale di 9776 casi, e circa 70 decessi, tutti avvenuti in Cina, in più rispetto a ieri alla stessa ora, per un totale di 213 decessi. Sono invece 187 i pazienti dichiarati clinicamente guariti e dimessi dagli ospedali.

grafico epidemia nuovo coronavirus
Grafico della progressione delle infezioni da nuovo coronavirus in Cina e altrove nel mondo.

Questi dati dimostrano che, al momento, la diffusione del virus sta accelerando in Cina mentre nel resto del mondo l’incremento degli infetti sta venendo contenuto abbastanza bene, con solo poco più di una decina di casi di infezione avvenuta in loco per trasmissione da uomo a uomo. Tutti gli altri infetti sono persone arrivate nel paese in cui gli è stata diagnosticata la malattia dalla Cina.
Intanto, purtroppo, i dati assoluti sono da considerare già superati. Questa mattina la Gran Bretagna ha confermato di avere identificato i primi due casi di infezione sul suo territorio. Le autorità sanitarie inglesi non hanno fornito informazioni circa l’identità dei contagiati, limitandosi a dichiarare che si tratta di due persone appartenenti alla stessa famiglia che sono ora isolamento e sottoposti a cure specialistiche.
casi di nuovo coronavirus nel mondo
In Cina, intanto, la sanità pubblica nella provincia cui appartiene la città di Wuhan sembra sul punto di collassare. Non ci sono abbastanza kit diagnostici per confermare l’infezione in tutti coloro che si presentano in ospedale per farsi controllare e, ormai, vengono ricoverati solo i casi più gravi e solo se sono fortemente a rischio della vita.
Tutti coloro che si presentano vengono sottoposti ad un tampone nasale per escludere l’influenza, ad una tac per verificare lo stato dei polmoni e ad un esame del sangue. Purtroppo mancano i kit per il test definitivo che confermi il nuovo coronavirus, quindi moltissime persone probabilmente affette dal virus non sono al momento comprese nelle statistiche ufficiali.
Il CDC cinese afferma che si sta utilizzando un test noto come RT-PCR fluorescente per rilevare il virus, che può essere eseguito tramite un tampone nasale, sangue, urina o un campione di siero. Purtroppo a Wuhan non è possibile effettuare più di 300 test al giorno.
Secondo le autorità di Wuhan, prima che venisse isolata la città 5 milioni di persone l’hanno a causa del capodanno lunare e dei primi segni dell’epidemia. Al 27 gennaio, c’erano ancora più di 4.000 residenti di Wuhan all’estero.
In Italia ieri si sono registrati i primi due casi confermati; due cittadini cinesi, marito e moglie, provenienti da Wuhan, che sono in Italia dal 23 gennaio. I due, che viaggiavano con una comitiva, sono arrivati a Milano e dal 27 erano a Roma dove risiedevano in un albergo del centro. Nel frattempo si sa che sono passati almeno per Padova e Parma. Il resto della comitiva cui appartenevano i due, una cinquantina di persone che non arriverebbero da Wuhan, sono state condotte alla Spallanzani per accertamenti. I due casi confermati sono ora ricoverati in isolamento e le stanza che occupavano all’hotel Palatino di Roma è stata sigillata.
Questa mattina il governo italiano ha proclamato lo stato di emergenza per sei mesi.
Questa mattina un terzo uomo, un dipendente dell’hotel Palatino che è stato a contatto con i due cinesi infetti, è stato ricoverato allo Spallanzani con la febbre alta.
Da questa mattina è scattato in Italia il blocco dei voli da e per la Cina.