14 C
Rome
mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeEsplorazione SpazialeLa NASA annuncia la data di lancio della missione Artemis I

La NASA annuncia la data di lancio della missione Artemis I

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...
Il mega razzo Artemis I potrebbe essere lanciato per il suo viaggio sulla luna il 29 agosto, il 2 o il 5 settembre, secondo Jim Free, amministratore associato della direzione di missione di sviluppo dei sistemi di esplorazione della NASA.
Artemis I, una missione senza equipaggio, andrà oltre la Luna, girandogli intorno e tornerà sulla terra. Questa missione darà il via al programma Artemis della NASA, che mira a riportare gli esseri umani sulla Luna e a far atterrare la prima donna e la prima persona di colore sulla superficie lunare entro il 2025.
La finestra di lancio si aprirà alle 8:33 ET del 29 agosto e rimarrà aperta per due ore. Se Artemis I verrà lanciato, la missione durerà 42 giorni e tornerà sulla Terra il 10 ottobre.
La finestra di lancio del 2 settembre si aprirà alle 12:48 ET e durerà due ore e comporterebbe un ritorno dell’11 ottobre, mentre la finestra del 5 settembre andrà dalle 17:12 ET e durarà 90 minuti, risultando in un ritorno il 17 ottobre.
Il team Artemis è arrivato a queste date dopo aver completato con successo un test finale per il razzo Space Launch System e la navicella spaziale Orion il 20 giugno. Il test ha simulato ogni fase del lancio senza che il razzo lasciasse la rampa di lancio al Kennedy Space Center a Florida.
Il 2 luglio il team della missione ha riportato il razzo nell’edificio dell’assemblaggio del veicolo per valutare i problemi emersi durante il test, inclusa una perdita di idrogeno.
Durante le riparazioni per la perdita, gli ingegneri hanno trovato un raccordo allentato sulla parete interna della sezione del motore centrale del razzo. Il lavoro di serraggio del colletto, un anello della dimensione di un pugno, è ora completo, ha affermato Cliff Lanham, senior manager delle operazioni dei veicoli per l’Exploration Ground Systems Program della NASA.
Ulteriori test e attivazione dei sistemi continuano mentre il razzo è nell’edificio prima che ritorni alla rampa di lancio.
Le date di lancio potrebbero cambiare e “non sono un impegno dell’agenzia“, ​​ha affermato Free. Il tempo e altri fattori potrebbero influire sul lancio del razzo.
Staremo attenti“, ha detto Free.
La missione Artemis I è un volo di prova con una serie di obiettivi, tra cui provare come lo scudo termico di Orion resiste all’alta velocità e al calore che il veicolo spaziale incontrerà durante la fase di rientro nell’atmosfera terrestre dopo il ritorno dalla luna.
Viaggerà a circa 24.500 miglia orarie (39.429 chilometri orari) e sperimenterà temperature calde la metà del Sole sullo scudo termico, secondo Mike Sarafin, responsabile della missione Artemis. Questo è molto più caldo e veloce di quando i veicoli spaziali rientrano dall’orbita terrestre bassa.
Altri obiettivi includono la dimostrazione delle operazioni e delle modalità di volo del razzo e della navicella spaziale prima delle missioni con equipaggio, il recupero di Orion dopo che è caduto nell’oceano e il completamento della missione come previsto, ha detto Sarafin.
Il team è pronto ad adattarsi lungo il percorso a qualsiasi sfida e di conseguenza alcuni obiettivi potrebbero cambiare, ha affermato.
Il team Artemis ha condiviso l’aggiornamento in occasione del 53° anniversario dello storico sbarco sulla Luna dell’Apollo 11. “L’anniversario di oggi è un buon promemoria di quale privilegio sia far parte di una missione come questa“, ha detto Sarafin. “Non è solo la missione Artemis I, ma è un quadro più ampio del ritorno sulla luna e della preparazione per andare su Marte“.

Articoli più letti