13.5 C
Rome
domenica, Novembre 27, 2022
HomeFisica/Astronomia/astrofisicaUna nana bianca sta divorando lentamente un oggetto a 500.000 miglia di...

Una nana bianca sta divorando lentamente un oggetto a 500.000 miglia di distanza

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Gli astronomi provenienti da Taiwan, spulciando attraverso i dati dal Chandra X-ray Observatory della NASA e dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) XMM-Newton Observatory, hanno osservato una piccola stella, o una nana bianca, mentre distruggeva quello che credono sia stata una stella vicina o un pianeta.

La nana bianca si trova a 1.300 anni luce dalla Terra

La nana bianca, chiamata KPD 0005+5106, si trova a più di 1.300 anni luce dalla Terra. Le nane bianche si formano essenzialmente quando una stella sta per morire. Man mano che una stella consuma l’ultima parte del suo carburante, diventa più piccola e più luminosa. Tutto ciò significa che l’osservazione di KPD 0005+5106 fornisce uno sguardo potenziale su come potrebbe essere il futuro molto lontano – circa 5 miliardi di anni da oggi – del nostro sistema solare.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Nelle osservazioni di KPD 0005+5106, gli astronomi, di varie organizzazioni tra cui l’Istituto di Astronomia e Astrofisica, Academia Sinica di Taiwan, hanno scoperto uno schema di aumento e diminuzione della luminosità dei raggi X. L’osservazione ha indicato che KPD 0005+5106 ha un vicino orbitale.

“Non sapevamo che questa nana bianca avesse un compagno prima di vedere i dati dei raggi X”, ha spiegato  nella dichiarazione You-Hua Chu, che ha guidato lo studio. “Abbiamo cercato la compagna con i telescopi ottici ma non abbiamo visto nulla, il che significa che è una stella molto debole, una nana bruna o un pianeta”.

Le nane bianche sono una finestra sul passato dell’universo

In un documento pubblicato su Astrofisica Journal, gli astronomi spiegano che l’oggetto orbitante KPD 0005 + 5106, è relativamente vicino 500,000 miglia (805.000 chilometri) di distanza dalla nana bianca – che è circa un trentesimo della distanza tra Mercurio e il Sole, sostenendo che è talmente vicino che è stato colpito dal calore e gradualmente fatto a pezzi dalle forze gravitazionali, il che significa che potrebbe essere completamente sparito in poche centinaia di anni. È una scala temporale molto piccola in termini astronomici: le nane bianche, ad esempio, impiegano miliardi di anni per svanire.

Successivamente, i ricercatori affermano di voler condurre ulteriori osservazioni per cercare di capire come l’oggetto orbitante si sia posizionato su un percorso orbitale così vicino. Il mese scorso, gli scienziati della Durham University nel Regno Unito hanno annunciato di aver scoperto una nana bianca che ruotava più velocemente mai osservata prima.

Quella nana bianca aveva anche un vicino stretto: una stella nana rossa che le dava gas, facendola ruotare una volta ogni 25 secondi. Le nane bianche sono alcuni degli oggetti più antichi dell’universo conosciuto, il che significa che la loro osservazione fornisce una finestra sul lontano passato e può aiutarci a capire meglio la formazione del nostro sistema solare. 

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Articoli più letti