Strani suoni di origine misteriosa rilevati nella stratosfera terrestre

Alcuni palloni ad energia solare lanciati nella stratosfera terrestre hanno registrato una serie di misteriosi rumori a bassa frequenza e gli scienziati non sono stati in grado di individuarne l'origine

0
904
Misteriosi rumori rilevati nella stratosfera terrestre
Misteriosi rumori rilevati nella stratosfera terrestre

I palloni a energia solare lanciati nella stratosfera terrestre hanno registrato una serie di misteriosi rumori a bassa frequenza e gli scienziati non sono in grado di individuare le loro origini.

I rumori, rilevati da strumenti specializzati a 21.000 metri sopra la superficie terrestre, sono noti come infrasuoni poiché sono così bassi da non essere udibili dalle orecchie umane. Individuati tra una marea di suoni a bassa frequenza tra cui erano nascosti  (tuoni, onde dell’oceano, lanci di razzi, città, turbine eoliche e persino aerei, treni e automobili) gli strani infrasuoni hanno finora sfidato ogni spiegazione.

“Nella stratosfera, ci sono misteriosi segnali di infrasuoni rilevati alcune volte all’ora da alcuni voli, ma la fonte di questi è completamente sconosciuta”, ha spiegato l’investigatore capo Daniel Bowman, uno scienziato senior dei Sandia National Laboratories nel New Mexico.

La stratosfera

Iniziando da circa 14,5 km sopra la superficie terrestre e estendendosi verso l’alto fino a un’altezza di circa 50 km, la stratosfera è il secondo dei cinque strati in cui è convenzionalmente suddivisa l’atmosfera terrestre. È caratterizzata da un gradiente termico verticale positivo e molto piccolo, cioè in essa la temperatura aumenta leggermente con la quota, contrariamente a quanto avviene nello strato sottostante. Questo aumento di temperatura con la quota è dovuto alla dissociazione delle molecole di ozono presenti nella stratosfera.

L’ozono è un gas le cui molecole sono formate da tre atomi di ossigeno: quando i raggi ultravioletti emessi dal Sole vanno a urtare contro le molecole di ozono, queste si dissolvono, ovvero i tre atomi che le compongono si dividono.

La stratosfera è un luogo calmo, con poca turbolenza. La maggior parte dei suoni a questa altitudine provengono da riverberi a frequenza ultra bassa provenienti dalla superficie terrestre.



Scienziati e ricercatori dilettanti hanno iniziato ad inviare palloni aerostatici nella stratosfera sin dal 1890. Uno dei primi esperimenti con palloncini microfonici – l’esperimento militare top secret Project Mogul progettato per rilevare i suoni dai test della bomba atomica sovietica alla fine degli anni ’40 – si schiantò a Roswell, nel New Mexico nel 1947, portando a un insabbiamento che ispirò le teorie di cospirazione UFO fino ad oggi.

Il nuovo esperimento scientifico

Per campionare il paesaggio sonoro della stratosfera, Bowman e i suoi colleghi hanno costruito una serie di palloncini di plastica larghi 7 metri, fissandoli con sensori a infrasuoni chiamati microbarometri e aggiungendo polvere di carbone. La proprietà oscurante del carbone consente alla luce solare di riscaldare l’aria all’interno del palloncino, facendoli galleggiare.

“I nostri palloncini sono fondamentalmente sacchetti di plastica giganti con un po’ di polvere di carbone all’interno per renderli scuri. Li costruiamo usando la plastica del pittore dal negozio di ferramenta, nastro adesivo e polvere di carbone dai negozi di articoli pirotecnici”, ha detto Bowman. “Quando il Sole splende sui palloncini scuri, l’aria all’interno si riscalda e diventa vivace. Questa energia solare passiva è sufficiente per portare i palloncini dalla superficie a oltre 20 km (66.000 piedi) nel cielo”.

A partire dal loro primo rilascio nel 2016, i ricercatori hanno inviato circa 50 palloncini nel cielo per campionare i bassi boom e i rimbombi della stratosfera. Gli scienziati hanno inizialmente iniziato a registrare i suoni delle eruzioni vulcaniche, ma hanno studiato anche gli altri suoni che hanno raccolto, tracciando i loro palloncini attraverso traiettorie di volo di centinaia di miglia utilizzando il GPS.

È stato durante questi voli che i ricercatori hanno raccolto i suoni: rumori bassi e ricorrenti le cui origini non sono state rintracciate. Gli scienziati hanno alcune idee su cosa potrebbero essere questi misteriosi rumori, e vanno da una forma precedentemente non rilevata di turbolenza atmosferica a echi dal basso che sono diventati confusi oltre il riconoscimento.

Tuttavia, i ricercatori affermano che continueranno a studiare i suoni nella stratosfera, tracciando più suoni fino ai loro punti di origine e studiando la loro variabilità attraverso le stagioni e le diverse regioni del mondo.

Fonte: ASA

2