Ascesa verso la stratosfera

Fino a otto passeggeri e un pilota potranno prendere posto in una spaziosa capsula pressurizzata per una salita della durata di due ore fino a 35.000 metri, la navicella verrebbe sollevata da un enorme pallone pieno di idrogeno alla velocità di 18 chilometri l'ora.

5589

Nel 2013 alcuni imprenditori pianificarono di inviare nella stratosfera una mongolfiera che avrebbe consentito agli uomini a bordo di osservare la Terra come gli astronauti in orbita. Oggi l’idea è stata riproposta con il nome di Space Perspective. I co-CEO Taber MacCallum e Jane Poynter hanno reso noto che la mongolfiera avrà la forma di un pallone e si chiamerà Spaceship Neptune aggiungendo inoltre che i voli di prova senza equipaggio inizieranno nei primi mesi del 2021.
Le cose buone richiedono tempo“, ha scherzato MacCallum durante un’intervista con GeekWire prima della rivelazione. Sette anni fa, MacCallum e Poynter con la World View Enterprises, azienda con sede in Arizona volevano portare passeggeri a un’altitudine di 35.000 metri, al prezzo di 75.000 dollari. Quell’altitudine è di molto inferiore del confine spaziale accettato a livello internazionale, che è di 100 chilometri, ma è abbastanza alto da offrire un paesaggio unico sotto un cielo nero.
Dal 2013, World View ha battuto un’altra strada, l’invio di payload su piattaforme a pallone conosciute come Stratollites. L’anno scorso, Poynter e MacCallum hanno portato un nuovo team di gestione a capo delle operazioni di World View, lasciandoli liberi di pianificare la loro prossima avventura. Dopo aver commissionato uno studio sul mercato dei viaggi, hanno scoperto che i viaggi stratosferici sono ancora la risposta giusta per quello che stavano cercando.
La base operativa di Space Perspective si trova presso il Centro di lancio e atterraggio del Kennedy Space Center della NASA. L’esperienza sarebbe completamente diversa dalla corsa relativamente breve, data dalla propulsione a razzo che proporranno Virgin Galactic o Blue Origin di Jeff Bezos.
Fino a otto passeggeri e un pilota potranno prendere posto in una spaziosa capsula pressurizzata per una salita della durata di due ore fino a 35.000 metri, la navicella verrebbe sollevata da un enorme pallone pieno di idrogeno alla velocità di 18 chilometri l’ora. Dopo un’ascesa di due ore, la navicella Nettuno comincerà a scendere completando la sua missione nell’Oceano Atlantico o nel Golfo del Messico.
Una nave appositamente attrezzata recuperà i passeggeri, la navicella e il pallone per riportarli a terra.
Vista la durata del viaggio, il design della capsula lascia spazio per un bar, una toilette come quelle presenti negli aerei di linea incassata sotto la cabina passeggeri della navicella Nettuno. “Avrà la più bella visione panoramica offerta da un gabinetto nel mondo“, ha promesso Poynter.
Mancano alcuni dettagli al piano, ma Poynter ha affermato che i voli con passeggeri sono fissati per il 2024.
Il prezzo del biglietto sarà di 125.000 dollari, circa la metà di quanto richiesto dalla Virgin Galactic per un volo di pochi minuti sulla SpaceShipTwo per un volo spaziale suborbitale. Gli interessati possono entrare in una linea virtuale per le prenotazioni tramite il sito Web di Space Perspective (che è stato sovraccaricato subito dopo l’annuncio).
La navicella non offre solo il bar e un comodo gabinetto, Space Perspective prevede di fornire una connessione internet wireless per garantire che i passeggeri possano condividere le loro esperienze sui social media in tempo reale. “Sarà l’aggiornamento definitivo dello stato di Facebook“, ha affermato MacCallum.
Oltre ai ricchi turisti la Spaceship Neptune potrebbe ospitare anche esperimenti scientifici a pagamento. Sebbene a quella altitudine l’assenza di gravità non sia attuabile, gli esperimenti potrebbero concentrarsi su argomenti come la scienza dell’atmosfera, la fisica solare, l’astrobiologia e l’astronomia a infrarossi.
Mentre lanciano la loro nuova avventura MacCallum e Poynter possono attingere a quasi 30 anni di esperienze, a partire dalla loro partecipazione agli esperimenti in ambiente chiuso della Biosfera 2 dei primi anni ’90. Dopo quella joint venture, si sposarono e fondarono la Paragon Space Development Cor nel 1993, seguita da World View nel 2012. Nel 2014, Paragon e World View facevano parte del team StratEx che ha aiutato l’ex dirigente di Google Alan Eustace a eseguire un salto con paracadute stratosferico da record mondiale da un’altezza di circa 50.000 metri. Ora Eustace è membro del consiglio di amministrazione di Space Perspective. Kirby Harris, è un membro co-fondatore e socio amministratore di Base Ventures, che è l’investitore principale di Space Perspective. Jeff Hoffman, un ex astronauta della NASA che ora è professore al MIT, è invece consulente tecnico senior.
Space Perspective ha un contratto di locazione con Space Florida, l’autorità dello sviluppo aerospaziale e spaziale dello stato, per insediare il suo primo centro operativo al Kennedy Space Center, e ha un accordo Space Act con la NASA per l’accesso alle strutture e alla forza lavoro dell’agenzia spaziale a Cape. L’Ufficio dei voli spaziali commerciali della Federal Aviation Administration regolerà i voli passeggeri di Space Perspectives.
Anche se i primi passeggeri non saliranno a bordo se non tra diversi anni, Space Perspective ha già un partner per quei voli: Space for Humanity, un gruppo no profit che sta lavorando a missioni di ricerca spaziale e un programma di cittadini astronauti.
Space for Humanity sta coltivando un movimento per espandere l’accesso allo spazio a tutta l’umanità, e questa partnership rappresenta un grande salto nel realizzare ciò“, ha dichiarato Dylan Taylor, fondatore di Space for Humanity e CEO di Voyager Space Holdings.
Oltre al lancio dal Kennedy Space Center, Space Perspective afferma che sta pianificando un’altra struttura di volo al Cecil Spaceport nella Florida nord-orientale. Se l’impresa avrà successo in Florida, MacCallum e Poynter sperano di espandere le operazioni in Alaska, Hawaii, nel Mediterraneo e in altre località. Solo circa 20 persone sono state nella regione della stratosfera dove Space Prospettive prevede di andare. Ma se Poynter e MacCallum riusciranno nella loro visione, migliaia potrebbero vedere la Terra proprio come la vedono gli astronauti.
Poynter ha affermato che è più importante che mai ampliare la prospettiva delle persone in un’epoca segnata da sfide che vanno da una pandemia mondiale a una incombente crisi climatica. “Questi problemi planetari meritano la giusta prospettiva globale”.
Fonte: https://www.geekwire.com/2020/space-perspective-reboots-vision-flying-passengers-stratosphere-balloon/