10.4 C
Rome
giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeEsplorazione SpazialeLa Luna potrebbe non aver mai avuto un campo magnetico

La Luna potrebbe non aver mai avuto un campo magnetico

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

In una nuova ricerca, gli scienziati affermano di poter dimostrare che la Luna non ha avuto un campo magnetico per almeno gli ultimi 4 miliardi di anni, risolvendouna discussione di lunga data sul fatto che la Luna abbia mai avuto un campo magnetico. Le loro prove provengono dai campioni raccolti durante le missioni Apollo decenni fa.

Come si fa a sapere se la Luna ha mai avuto un campo magnetico nel suo passato? Il primo passo è trovare campioni dell’età giusta, in questo caso fino a 4 miliardi di anni. Il secondo passo è decidere se quei campioni possono aver “registrato” l’attività magnetica che li circondava.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Quindi gli scienziati hanno usato campioni raccolti dalle missioni Apollo decenni fa, fatti del giusto tipo di materiale per registrare l’attività magnetica. I campioni “formatisi ∼ 3,9, 3,6, 3,3 e 3,2 miliardi di anni fa“, non mostrano alcuna prova dell’attività della dinamo centrale, il comportamento rivelatore che indica la presenza di un campo magnetico (una dinamo è un generatore elettrico rotante, come il nucleo di ferro rotante della Terra).

C’è anche un secondo passo per la ricerca. Questo serve agli scienziati per dimostrare che la superficie lunare mostra prove che la Luna è stata costantemente colpita dai venti solari, qualcosa da cui l’esistenza di un campo magnetico l’avrebbe protetta.

La superficie della Luna è relativamente stabile, quindi questa prova potrebbe essere rimasta indisturbata per miliardi di anni. “Prevediamo che il suolo lunare in profondità rappresenti un ricco serbatoio volatile, che riflette una storia di trasporto di ioni 4-Ga che potrà essere esplorato da nuove missioni come Artemis”, scrivono i ricercatori.

Insieme, questi dati indicano che alla Luna è mancato un campo magnetico da almeno 4 miliardi di anni”, concludono i ricercatori.

Per comprendere l’importanza complessiva di questa scoperta, possiamo confrontare la Luna con il campo magnetico sano e funzionale della Terra. Il nucleo della Terra agisce come una dinamo elettromagnetica, ruotando e generando una versione molto grande di un campo magnetico. Questo campo magnetico aiuta a proteggere la Terra dall’essere bombardata dai venti solari e dalle radiazioni cosmiche.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Perché agli scenziati interessa sapere se la Luna ha avuto un campo magnetico? In realtà, la risposta a questa domanda può rivelare informazioni su come si è formata la Luna e su come si è evoluta nel tempo. “Determinare la presenza o l’assenza di un campo magnetico lunare di lunga durata nel passato è fondamentale per comprendere come si sono evoluti l’interno e la superficie della Luna“, scrivono i ricercatori.

Siamo in grado di paragonare la Luna a Marte e sappiamo che Marte ha un campo magnetico molto debole, non globale ma localizzato in alcuni punti specifici. Marte in passato ha avuto un suo campo magnetico protettivo ma la dinamo del suo nucleo si è esaurita molto tempo fa, lasciando solo alcune vestigia di magnetismo localizzate.

Se sulla Luna venissero trovate prove di magnetismo simili a quelle presenti su Marte, gli scienziati potrebbero affermare che il nostro satellite naturale un tempo era una versione più piccola della Terra.

Ecco perché è così importante continuare a studiare i materiali della Luna che sono a nostra disposizione ed effettuare nuovi studi mirati non appena sarà possibile.

Articoli più letti