L’affascinante scienza dei sogni ricorrenti

Avere sempre lo stesso sogno è un fenomeno ben noto: quasi i due terzi della popolazione riferiscono di avere sogni ricorrenti

622

Avere sempre lo stesso sogno è un fenomeno ben noto: quasi i due terzi della popolazione riferiscono di avere sogni ricorrenti. Essere inseguiti, ritrovarsi nudi in un luogo pubblico o nel bel mezzo di un disastro naturale, perdere i denti o dimenticare di andare a lezione per un intero semestre sono tipici scenari ricorrenti in questi sogni.

Ma da dove nasce il fenomeno? La scienza dei sogni mostra che i sogni ricorrenti possono riflettere conflitti irrisolti nella vita del sognatore.

I sogni ricorrenti si verificano spesso durante periodi di stress o per lunghi periodi di tempo, a volte diversi anni o addirittura tutta la vita. Questi sogni non solo hanno gli stessi temi, ma possono anche ripetere la stessa narrazione notte dopo notte.

Sebbene l’esatto contenuto dei sogni ricorrenti sia unico per ogni individuo, ci sono temi comuni tra gli individui e persino tra le culture e in periodi diversi. Ad esempio, essere inseguiti, cadere, essere impreparati a un esame, arrivare in ritardo o provare a fare qualcosa ripetutamente sono tra gli scenari più diffusi.

La maggior parte dei sogni ricorrenti ha un contenuto negativo che coinvolge emozioni come paura, tristezza, rabbia e senso di colpa. Più della metà dei sogni ricorrenti implica una situazione in cui il sognatore è in pericolo. Ma alcuni temi ricorrenti possono essere anche positivi, addirittura euforici, come i sogni dove scopriamo nuove stanze della nostra casa, i sogni erotici o dove voliamo.

In alcuni casi, i sogni ricorrenti che iniziano nell’infanzia possono persistere fino all’età adulta. Questi sogni possono scomparire per qualche anno, riapparire in presenza di una nuova fonte di stress per poi scomparire nuovamente quando la situazione è finita.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Conflitti irrisolti

Perché il nostro cervello fa sempre gli stessi sogni? Gli studi suggeriscono che i sogni, in generale, ci aiutano a regolare le nostre emozioni e ad adattarci agli eventi stressanti. Incorporare materiale emotivo nei sogni può consentire al sognatore di elaborare un evento doloroso o difficile.

Nel caso dei sogni ricorrenti, i contenuti ripetitivi potrebbero rappresentare un tentativo fallito di integrare queste esperienze difficili. Molte teorie concordano sul fatto che i sogni ricorrenti siano legati a difficoltà o conflitti irrisolti nella vita del sognatore.

La presenza di sogni ricorrenti è stata inoltre associata a livelli inferiori di benessere psicologico e alla presenza di sintomi di ansia e depressione. Questi sogni tendono a ripresentarsi durante situazioni stressanti e cessano quando la persona ha risolto il proprio conflitto personale, il che indica un miglioramento del benessere.

I sogni ricorrenti spesso riflettono metaforicamente le preoccupazioni emotive dei sognatori. Ad esempio, sognare uno tsunami è comune a seguito di traumi o abusi. Questo è un tipico esempio di metafora che può rappresentare emozioni di impotenza, panico o paura vissute nella vita da svegli.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Allo stesso modo, essere vestiti in modo inappropriato nel proprio sogno, essere nudi o non riuscire a trovare un bagno possono rappresentare scenari di imbarazzo o modestia.

Questi temi possono essere pensati come copioni o scenari pronti per il sogno che ci forniscono uno spazio in cui possiamo digerire le nostre emozioni contrastanti. Lo stesso copione può essere riutilizzato in diverse situazioni in cui proviamo emozioni simili.

Ecco perché alcune persone, di fronte ad una situazione stressante o ad una nuova sfida, possono sognare di presentarsi impreparate ad un esame di matematica, anche anni dopo aver messo piede in una scuola. Sebbene le circostanze siano diverse, una simile sensazione di stress o desiderio di eccellere può innescare nuovamente lo stesso scenario onirico.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Un continuum di ripetizione

William Domhoff, ricercatore e psicologo americano, propone il concetto di un continuum di ripetizione nei sogni . All’estremo, gli incubi traumatici riproducono direttamente un trauma vissuto, uno dei principali sintomi del disturbo da stress post-traumatico.

Poi ci sono sogni ricorrenti in cui lo stesso contenuto onirico viene riprodotto in parte o nella sua interezza. A differenza dei sogni traumatici, i sogni ricorrenti raramente riproducono direttamente un evento o un conflitto, ma lo riflettono metaforicamente attraverso un’emozione centrale.

Più avanti lungo il continuum ci sono i temi ricorrenti nei sogni. Questi sogni tendono a riprodurre una situazione simile, come essere in ritardo, essere inseguiti o perdersi, ma l’esatto contenuto del sogno differisce da un momento all’altro, come essere in ritardo per un treno piuttosto che per un esame.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Infine, all’altra estremità del continuum, troviamo alcuni elementi onirici ricorrenti nei sogni di un individuo, come personaggi, azioni o oggetti. Tutti questi sogni rifletterebbero, a diversi livelli, un tentativo di risolvere alcune preoccupazioni emotive.

Passare da un livello intenso a un livello inferiore nel continuum della ripetizione è spesso un segno che lo stato psicologico di una persona sta migliorando. Ad esempio, nel contenuto degli incubi traumatici si osservano spesso cambiamenti progressivi e positivi nelle persone che hanno vissuto un trauma man mano che superano gradualmente le loro difficoltà.

Fenomeni fisiologici

Perché i temi tendono ad essere gli stessi da persona a persona? Una possibile spiegazione è che alcuni di questi script siano stati preservati negli esseri umani a causa del vantaggio evolutivo che portano. Con la simulazione di una situazione minacciosa , il sogno di essere inseguito, per esempio, fornisce uno spazio per una persona di percepire pratica e fuggire i predatori nel sonno.

Alcuni temi comuni possono anche essere spiegati, in parte, da fenomeni fisiologici che si verificano durante il sonno. Uno studio del 2018 condotto da un gruppo di ricerca in Israele ha scoperto che sognare di perdere i denti non era particolarmente legato a sintomi di ansia ma piuttosto associato al serramento dei denti durante il sonno o al disagio dentale al risveglio.

Quando dormiamo, il nostro cervello non è completamente isolato dal mondo esterno. Continua a percepire stimoli esterni, come suoni o odori, o sensazioni interne del corpo. Ciò significa che altri temi, come l’impossibilità di trovare un bagno o l’essere nudi in uno spazio pubblico, potrebbero effettivamente essere stimolati dal bisogno di urinare durante la notte o dall’indossare un pigiama largo a letto.

Potrebbero essere in gioco anche alcuni fenomeni fisici specifici del sonno REM, la fase del sonno in cui si sogna di più. Nella fase REM, i nostri muscoli sono paralizzati, il che potrebbe provocare sogni di gambe pesanti o paralisi a letto.

Allo stesso modo, alcuni autori hanno proposto che i sogni di cadere o volare siano causati dal nostro sistema vestibolare , che contribuisce all’equilibrio e può riattivarsi spontaneamente durante il sonno REM. Naturalmente queste sensazioni non sono sufficienti a spiegare la ricorrenza di questi sogni in alcune persone e il loro manifestarsi improvviso in periodi di stress, ma probabilmente giocano un ruolo significativo nella costruzione dei nostri sogni più tipici.

Rompere il ciclo

Le persone che sperimentano un incubo ricorrente sono rimaste in qualche modo bloccate in un modo particolare di rispondere allo scenario onirico e di anticiparlo. Sono state sviluppate terapie per cercare di risolvere questa ricorrenza e spezzare il circolo vizioso degli incubi.

Una tecnica consiste nel visualizzare l’incubo da svegli e poi riscriverlo, cioè modificare la narrazione cambiando un aspetto, ad esempio, la fine del sogno in qualcosa di più positivo. Anche i sogni lucidi possono essere una soluzione.

Nei sogni lucidi ci rendiamo conto che stiamo sognando e a volte possiamo influenzare il contenuto del sogno. Diventare lucidi in un sogno ricorrente potrebbe consentirci di pensare o reagire in modo diverso al sogno e quindi alterarne la natura ripetitiva.

Tuttavia, non tutti i sogni ricorrenti sono cattivi di per sé. Possono anche essere utili nella misura in cui ci informano sui nostri conflitti personali. Prestare attenzione agli elementi ripetitivi dei sogni potrebbe essere un modo per comprendere e risolvere meglio i nostri più grandi desideri e tormenti.La conversazione

Claudia Picard-Deland , Candidate au doctorat en neurosciences, Université de Montréal e Tore Nielsen , Professore di Psichiatria, Université de Montréal .

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l’articolo originale .